Cronaca

A 132 km/h con il limite di 60: motociclista italiano bandito dalle strade svizzere

- L’uomo, un 48enne italiano in trasferta “veloce” in Svizzera, è stato denunciato come pirata della strada
A 132 km/h con il limite di 60: motociclista italiano bandito dalle strade svizzere

Pirata della strada per grave infrazione alla Legge Federale sulla circolazione stradale”. Con questa dicitura la Polizia cantonale e quella della città di Lugano hanno denunciato un motociclista italiano di 48 anni al Ministero Pubblico dopo averlo pizzicato, in un tratto in cui il limite è di 60 km/h, a una velocità superiore al doppio. Precisamente: 132 km/h.

In Svizzera su certe cose non scherzano, tanto che il motociclista, in attesa di ulteriori decisioni della magistratura locale, non potrà più guidare sulle strade dei quattro cantoni.

  • macio05, Milano (MI)

    Ad ogni modo 132 reali sono oltre 140 da tachigrafo, in una zona con limite di 60! È andata bene che non abbiano sequestrato la moto
  • massimiliano.fagiolini, Rosignano Marittimo (LI)

    Non andate in Svizzera "voi italiani'....le moto con targa italiana sono le prime ad essere fermate e multate anche per sciocchezze....garantito al limone. Gli svizzeri ce l'hanno a morte con noi Italiani.
Inserisci il tuo commento