Motocross

Al via gli Internazionali d’Italia 2019

- L’esordio stagionale del motocross spetta anche quest’anno alla sabbia di Riola Sardo, prima delle tre tappe il cui compito è dare un primo responso sui valori in campo in vista del debutto iridato
Al via gli Internazionali d’Italia 2019

La neanche tanto lunga pausa che permesso ai piloti di prepararsi per l’apertura della stagione 2019 ha il suo epilogo questo fine settimana con l’avvio degli Internazionali d’Italia, che dopo la consueta tappa sarda prosegue con le prove di Ottobiano e Mantova. Un campionato che si corre senza soluzione di continuità e su fondi sabbiosi che metteranno subito a prova tenuta e tecnica dei partecipanti, suddivisi anche quest’anno nelle classi MX1, MX2 e 125 oltre che nella Elite riservata ai migliori risultati ottenuti dai piloti delle due cilindrate maggiori.

 

Con un ruolino di marcia composto da nove vittorie sulle dieci manche disputate a Riola in questi anni, Tony Cairoli parte con i favori dei pronostici in attesa del primo confronto col contendente al titolo MXGP Jeffrey Herlings che lo vedrà protagonista nell’ultima prova prevista sul circuito del Motoclub Mantovano.

 

Oltre al campione in carica della MX1 e della Elite, in Sardegna nella classe regina sono attesi anche i piloti Yamaha Romain Febvre, Jeremy Seewer, Arnaud Tonus e Gautier Paulin, quest’ultimo al debutto con il team Wilvo, quelli HRC Tim Gajser e Brian Bogers, il neo assunto Husqvarna Arminas Jasikonis e i portacolori Kawasaki Benoit Paturel e Alex Lupino.

 

Tra i tanti giovani della 250 il ruolo di favorito spetta ovviamente al neo iridato Jorge Prado inseguito dagli aitanti Calvin Vlaanderen (HRC), Ben Watson (Yamaha) e dagli azzurri Micky Cervellin mattatore assoluto della scorsa edizione, e Mattia Guadagnini campione uscente della 125.

 

  • albe14, VADO LIGURE (SV)

    jeffro non ci sarà a mantova, si è rotto un piede in allenamento. rientrerà per il mondiale.
  • gianni1101, Bozzolo (MN)

    Mantova è subentrata se non ricordo male a Maggiora per il mondiale mentre per gli internazionali era già in calendario.
    Da mantovano la cosa fa molto piacere
    Si scelgono piste sabbiose perche anche in caso di freddo intenso il terreno non gela mai
Inserisci il tuo commento