il ricordo

Addio a Joel Robert, leggenda del cross

- Il belga, sei volte campione del mondo, aveva 77 anni, era ricoverato per il virus ed è morto ieri d’infarto. Con la Suzuki tre titoli consecutivi. In Italia aveva molti amici
Addio a Joel Robert, leggenda del cross

La leggenda del motocross Joël Robert era ricoverato a Charleroi dopo aver contratto questo maledetto coronavirus all'inizio della settimana scorsa; era stato dimesso dall'ospedale, ma il peggioramento delle condizioni di salute lo ha riportato nel nosocomio e in terapia intensiva. Purtroppo le funzioni vitali erano compromesse, era diabetico e aveva avuto cinque ictus

Joel Robert, con sei titoli mondiali e cinquanta gare vinte in carriera, era sempre rimasto nel motocross: era diventato il commissario tecnico della nazionale belga dal ‘97al 2006, conquistando cinque successi di squadra, ed era l’organizzatore di una celebre 12 ore di Enduro.

Protagonista della classe 250 tra il ’64 e il ’72, Joel era a quell’epoca spesso in Italia, soprattutto in Veneto dove aveva trovato amici e finanziatori. Ha detenuto a lungo il record di vittorie nel cross, fino a quando è stato superato da Stefan Everts nel 2001 e successivamente da Joel Smets. In carriera ha guidato Zundapp, Greeves, CZ e infine Suzuki dal ’70 con tre titoli consecutivi. Infine un’ultima stagione con le Puch nel ’76, quando annunciò il ritiro.

Il motocross e l’intero motociclismo perdono uno dei protagonisti assoluti della storia.

  • lucamax62, Milano (MI)

    Una leggenda del motocross

    RIP
  • regu53, Busto Arsizio (VA)

    Al pari di De Coster sono stati i due migliori crossisti mondiali di quegli anni
    Joel Robert irruente, estroverso e scontroso, ma mi piaceva per quel suo carattere indomito era veramente forte in sella alla sua gialla Suzuki.
    Mi spiace tanto, riposa in pace grandissimo campione.
Inserisci il tuo commento