Suzuki cosa fai? Dopo la MotoGP addio all'Endurance, che dominava

Suzuki cosa fai? Dopo la MotoGP addio all'Endurance, che dominava
Raggiunto l'accordo con Dorna Sport e confermata l'uscita dal campionato MotoGP a fine 2022. La novità è che Suzuki abbandonerà anche il mondiale di durata. Nuove strategie industriali lo hanno imposto
14 luglio 2022

Trovando un accordo con Dorna Sport, i cui termini anche eventualmente economici non sono stati diffusi, è stato reso ufficiale il ritiro nella classe MotoGP di Suzuki alla fine del campionato 2022.

Della decisione già si sapeva da mesi da quando cioè, a sorpresa durante i test di Jerez di inizio maggio, la Casa giapponese comunicò a team e piloti che si sarebbe ritirata dal mondiale.

Alcuni giorni dopo arrivò l'annuncio ufficiale, nel quale veniva detto che la decisione aveva a che fare “...con l'attuale situazione economica e con la necessità di concentrare gli sforzi sui grandi cambiamenti che sta affrontando il mondo dell'industria motoristica”.

Immediatamente seguirono le rimostranze di Dorna – promoter del motomondiale – che richiamava Suzuki al rispetto contrattuale siglato in precedenza e che programmava la partecipazione Suzuki alla MotoGP fino al 2026.

Un comunicato rilasciato ieri da Suzuki conferma che un accordo con Dorna è stato trovato per cui la marca giapponese interromperà “La sua partecipazione alla MotoGP alla fine della stagione 2022”. La frase successiva è un'altra bordata nel motorsport poiché è scritto che “Suzuki interromperà anche la sua partecipazione ufficiale al World Endurance Championship (EWC) alla fine della stagione 2022”.

“Continueremo a correre nei campionati MotoGP ed EWC del 2022 – prosegue la nota - con i nostri massimi sforzi per vincere le restanti gare. Miriamo a continuare il nostro supporto per le attività racing dei nostri clienti attraverso la nostra rete globale di distributori”.

Ovvero la parte sportiva, immaginiamo Endurance, AMA Superbike, TT, piuttosto che 8 Ore di Suzuka, sarà portata avanti da squadre non ufficiali e sostenute dalle filiali nazionali.

“Vorremmo esprimere la nostra più profonda gratitudine a tutti i fan Suzuki, che ci hanno dato il loro entusiastico supporto, e a tutti coloro che hanno sostenuto le nostre attività sportive per molti anni”.

La breve nota ufficiale si conclude con le dichiarazioni del presidente della Casa nipponica Toshihiro Suzuki che ritorna anche sulla motivazione della decisione.
“Suzuki ha deciso di porre fine alla partecipazione di MotoGP e ad altro di fronte alla necessità di riallocare risorse su altre iniziative per la sostenibilità.
Le corse motociclistiche sono sempre state un ambiente stimolante per l'innovazione tecnologica, inclusa la sostenibilità e lo sviluppo delle risorse umane. Questa decisione significa che accetteremo la sfida di costruire la nuova attività di business motociclistico reindirizzando le capacità tecnologiche e le risorse umane che abbiamo coltivato attraverso le attività di motociclismo per lavorare su altri percorsi verso una società sostenibile”
.

Come dire che una parte delle risorse destinate a quella attività sportiva, e probabilmente anche allo sviluppo di modelli tradizionali stando a quanto Suzuki sta mostrando negli ultimi anni nella produzione di serie dove è molto meno attiva di un tempo, andranno fondamentalmente alla mobilità elettrica.

“Continuerò a fare del mio meglio per supportare Alex Rins, Joan Mir, i Team Suzuki Ecstar e Yoshimura SERT nel partecipare in modo competitivo fino al termine della stagione. Grazie per il vostro gentile supporto”.

Suzuki si era già ritirata dalla MotoGP nel 2012, per poi ritornare nel 2015 con un progetto a lungo termine, una moto con il motore quattro in linea invece che V4 e una squadra guidata da Davide Brivio.

Ultime da MotoGP

Da Automoto.it

Caricamento commenti...
Suzuki GSX R 1000 R Phantom (2022)
Suzuki

Suzuki
C.so Fratelli Kennedy, 12
10070 Robassomero (TO) - Italia
011 9213711
http://www.suzuki.it

  • Prezzo 20.500 €
  • Cilindrata 1.000 cc
  • Potenza 202 cv
  • Peso 203 kg
  • Sella 825 mm
  • Serbatoio 16 lt
Suzuki

Suzuki
C.so Fratelli Kennedy, 12
10070 Robassomero (TO) - Italia
011 9213711
http://www.suzuki.it

Scheda tecnica Suzuki GSX R 1000 R Phantom (2022)

Cilindrata
1.000 cc
Cilindri
4 in linea
Categoria
Super Sportive
Potenza
202 cv 149 kw 13.200 rpm
Peso
203 kg
Sella
825 mm
Pneumatico anteriore
120/70 ZR 17M/C (58W)
Pneumatico posteriore
190/55 ZR 17M/C (73W)
Inizio produzione
2021
tutti i dati

Maggiori info

Ultimi articoli su Suzuki GSX R 1000 R Phantom (2022) e correlati