Le pagelle del GP di Indianapolis

Le pagelle del GP di Indianapolis
Giovanni Zamagni
10 per Casey Stoner, 8 per Dani Pedrosa e 7 a Ben Spies. Molte le insuffucienze, compreso il 4 di Valentino Rossi, reduce da un weekend nero | G. Zamagni, Indianapolis
29 agosto 2011

Punti chiave


CASEY STONER VOTO 10

Strepitoso. Veloce, bello da vedere, tremendamente efficace, sicuro, mai in affanno in nessuna fase della corsa. Uno così, non si può battere, a meno di disporre di una moto nettamente più veloce. Ma il mezzo migliore ce l’ha lui, quindi…

DANI PEDROSA 8

Qui è sempre andato fortissimo, ma questa volta, in prova, non è riuscito a trovare una messa a punto ideale. Ha comunque portato a casa un ottimo secondo posto.

BEN SPIES 7

Poteva forse giocarsi la vittoria o comunque arrivare certamente davanti a Pedrosa. Ha però sbagliato la partenza e così ha sprecato una buona possibilità. E’ comunque un bel pilota.

JORGE LORENZO 6

Un fine settimana difficilissimo, sempre dietro al compagno di squadra. Per la seconda volta consecutiva non sale sul podio e per la seconda volta in questa stagione viene battuto da Spies.

ANDREA DOVIZIOSO 6

Il confronto con Stoner e Pedrosa è sempre deficitario, ma stiamo parlando di due grandissimi campioni. L’andamento della gara ha dimostrato un Dovi tenace e bravo ad adattarsi alla situazione difficile: rimane di gran lunga il miglior pilota italiano di questa stagione.

ALVARO BAUTISTA 7

Si impegna sempre al massimo, ci mette cuore e dedizione. Non gira velocissimo, ma è costante: in definitiva una gara sicuramente positiva.

COLIN EDWARDS 6

Non esalta, ma comunque tiene botta in un campionato di livello altissimo.

RANDY DE PUNIET 6,5

Ha lottato con tenacia per tutta la gara e alla fine è stato premiato come miglior pilota Ducati al traguardo: di questi tempi, bisogna sapersi accontentare.

HIROSHI AOYAMA 6

Ha lottato per tutta la gara con De Puniet, perdendo la sfida per l’ottavo posto: anche per lui un passo in avanti rispetto alle precedenti prestazioni.

VALENTINO ROSSI 4

Ha preso paga in prova da Hayden e l’avrebbe presa anche in gara, se Nicky non avesse sbagliato la scelta della gomma anteriore. Un fine settimana disastroso: Rossi non può arrivare dietro a De Puniet, con tutto il rispetto per il francese, naturalmente, oltretutto con una Ducati più evoluta.

CAL CRUTCHLOW 4

E’ in grandissima difficoltà e, al momento, non si vede la fine del tunnel.

MARCO SIMONCELLI 4

In difficoltà fin dal primo turno, non è riuscito a trovare una messa a punto che gli consentisse di disputare quanto meno una gara dignitosa.

TONI ELIAS 4

Un disastro, come purtroppo accade dall’inizio della stagione.

NICKY HAYDEN 4

Ha fatto una scelta di gomme incomprensibile, che lo ha penalizzato tantissimo. Sia in prova sia in gara, perlomeno finché l’anteriore ha tenuto, è sempre stato abbondantemente davanti a Valentino Rossi.

HECTOR BARBERA 5

E’ caduto all’ultima curva, vanificando una prestazione tutto sommato dignitosa.

KAREL ABRAHAM 4

Si è ritirato per i problemi alla gomma anteriore.

LORIS CAPIROSSI 4

Come Abraham. E’ un peccato vederlo chiudere la carriera in questo modo, ma è comunque ammirevole per l’impegno che continua a metterci.

Ultime da MotoGP

Caricamento commenti...