MotoGP

Test MotoGP a Sepang, Day 2 - Fabio Quartararo primo anche con la Yamaha 2020

- Il francese del team Petronas è il più veloce della seconda giornata. Alle sue spalle Ducati e KTM con Miller e Pedrosa. Decimo Rossi, 13esimo Petrucci, 14esimo Bagnaia e 15esimo Dovizioso. Marc Marquez nono e autore di una scivolata

SEPANG - Dopo essere stato il più veloce ieri con la Yamaha M1 2019, Fabio Quartararo si è ripetuto oggi con la M1 2020, utilizzata per la prima volta: il suo 1’58”752 è un gran tempo.

Fabio aveva iniziato la giornata prudente, cercando di prendere le misure alla nuova moto. Poi, progressivamente, ha scalato la classifica, fino a conquistare il primo tempo nel più classico dei “time attack” con le gomme morbide.

La nuova Michelin posteriore fa una grande differenza: chi ha montato la morbida (questo lo scopriremo solo più tardi parlando con i piloti) può contare su un vantaggio anche di mezzo secondo. Al di là del “time attack”, in ogni caso, Quartararo conferma tutta la sua velocità e la sua bravura.

Rimanendo in Casa Yamaha, bene anche Franco Morbidelli, quinto e sempre costante; sesto Maverick Vinales, che ha lavorato soprattutto in configurazione gara; decimo Valentino Rossi, che solo nel finale ha montato le gomme nuove, ma non ha fatto il “time attack”.

Jack Miller
Jack Miller

 

Al secondo posto, Jack Miller, ma è l’unico pilota Ducati a essere veloce. Tutti gli altri faticano un bel po’ e la situazione potrebbe diventare preoccupante: da quando sono state introdotte queste gomme posteriori con la nuova carcassa (test di Misano 2019), Andrea sottolinea come non si adattino così bene alla Ducati.

Andrea ha chiuso 15esimo, dietro a Petrucci 13esimo e Bagnaia 14esimo, con Zarco 19esimo. “Queste gomme vanno interpretate” dice il collaudatore Michele Pirro. Per il momento, evidentemente, non ci sono riusciti. Oggi sia Miller sia Dovizioso hanno anche provato le nuove appendici aerodinamiche, evoluzione di quelle già viste.

La Suzuki si conferma efficace con entrambi i piloti, mentre la Honda fatica, con Marc Marquez nono e anche autore di una scivolata. Senza conseguenze, all’uscita della velocissima curva 9. In HRC sono state fatte delle modifiche sul telaio per rendere la moto più semplice in frenata e in ingresso curva, ma non si vedono grossi miglioramenti. Solo 17esimo Alex Marquez, che oggi ha effettuato anche qualche giro assieme al fratello, prima in scia, poi davanti.

Dani Pedrosa
Dani Pedrosa

 

La sorpresa della giornata è il terzo posto di Dani Pedrosa, che con la KTM ha fermato il cronometro sull’1’58”662, a soli 0”090 da Quartararo. La Casa austriaca è in crescita, ma Pedrosa rimane un pilota di valore assoluto: per me è un peccato non vederlo in pista a tempo pieno.

Per quanto riguarda l’Aprilia, Aleix Espargaro ha chiuso 11esimo, girando con una buona costanza: gli avversari rimangono avanti, ma la RS-GP 2020 promette bene.

Test Sepang - La classifica della seconda giornata

Pos   Rider Team Fastest lap Lead. Gap Prev. Gap Laps Last lap
1   QUARTARARO, Fabio Petronas Yamaha SRT 1:58.572     63 / 72  
2   MILLER, Jack Pramac Racing 1:58.641 0.069 0.069 15 / 51  
3   PEDROSA, Dani Red Bull KTM Factory Racing 1:58.662 0.090 0.021 53 / 54  
4   MIR, Joan Team SUZUKI ECSTAR 1:58.731 0.159 0.069 11 / 54  
5   MORBIDELLI, Franco Petronas Yamaha SRT 1:58.831 0.259 0.100 37 / 60  
6   VIÑALES, Maverick Monster Energy Yamaha MotoGP 1:58.893 0.321 0.062 41 / 69  
7   RINS, Alex Team SUZUKI ECSTAR 1:58.978 0.406 0.085 25 / 63  
8   ESPARGARO, Pol Red Bull KTM Factory Racing 1:58.989 0.417 0.011 3 / 49  
9   MARQUEZ, Marc Repsol Honda Team 1:59.097 0.525 0.108 10 / 47  
10   ROSSI, Valentino Monster Energy Yamaha MotoGP 1:59.116 0.544 0.019 38 / 60  
11   ESPARGARO, Aleix Aprilia Racing Team Gresini 1:59.224 0.652 0.108 26 / 43  
12   CRUTCHLOW, Cal LCR Honda CASTROL 1:59.247 0.675 0.023 59 / 64  
13   PETRUCCI, Danilo Ducati Team 1:59.257 0.685 0.010 7 / 59  
14   BAGNAIA, Francesco Pramac Racing 1:59.313 0.741 0.056 11 / 59  
15   DOVIZIOSO, Andrea Ducati Team 1:59.342 0.770 0.029 16 / 55  
16   OLIVEIRA, Miguel Red Bull KTM Tech 3 1:59.365 0.793 0.023 10 / 42  
17   MARQUEZ, Alex Repsol Honda Team 1:59.661 1.089 0.296 11 / 66  
18   BINDER, Brad Red Bull KTM Factory Racing 1:59.780 1.208 0.119 38 / 59  
19   ZARCO, Johann Reale Avintia Racing 1:59.825 1.253 0.045 16 / 51  
20   RABAT, Tito Reale Avintia Racing 2:00.189 1.617 0.364 77 / 77  
21   GUINTOLI, Sylvain SUZUKI Test Team 2:00.286 1.714 0.097 3 / 58  
22   NAKAGAMI, Takaaki LCR Honda IDEMITSU 2:00.347 1.775 0.061 16 / 47  
23   LECUONA, Iker Red Bull KTM Tech 3 2:00.396 1.824 0.049 12 / 41  
24   TEST 3, Yamaha Yamaha Test Team 2:00.791 2.219 0.395 23 / 35  
25   TEST 1, Yamaha Yamaha Test Team 2:00.920 2.348 0.129 20 / 44  
26   SMITH, Bradley Aprilia Factory Racing 2:01.119 2.547 0.199 19 / 61  
NC   SAVADORI, Lorenzo Aprilia Racing Team Gresini          
NC   PIRRO, Michele Ducati Team          
NC   KALLIO, Mika Red Bull KTM Factory Racing          
NC   TSUDA, Takuya SUZUKI Test Team          
NC   TEST 2, Yamaha Yamaha Test Team        
  • TheBerronespolo, Rosignano Monferrato (AL)

    Comunque dopo 2 anni di titoli a Vinales, Fabio Quartararo si candida prepotentemente al titulo di campione del mondo dei test invernali (qui da noi, là è estate)
  • TheBerronespolo, Rosignano Monferrato (AL)

    Imperterritamente quindicesimo. Si si tu stai tranquillo che va bene.
Inserisci il tuo commento