Intervista

Aleix Espargaro: “Complimenti ad Aprilia”

- Lo spagnolo molto soddisfatto della RS-GP 2020: “In soli due mesi, a Noale hanno fatto una vera e propria rivoluzione: voglio ringraziare tutti. Ci manca ancora un po’ di accelerazione, ma c’è grande margine di miglioramento”
Aleix Espargaro: “Complimenti ad Aprilia”

SEPANG - Peccato che non ci sia in pista Andrea Iannone, ancora in attesa del giudizio definitivo sul caso doping: l’Aprilia RS-GP 2020 sembra nata molto bene, sarebbe stata bella vederla con Iannone in sella. Al suo posto, la Casa di Noale ha fatto girare Lorenzo Savadori, che, dopo aver debuttato su una MotoGP nei tre giorni di “shake down”, oggi è addirittura salito sulla nuova 2020, con Aleix Espargaro che ha totalizzato ben 43 giri con la moto con il motore a 90°, chiudendo con un ottimo 1’59”427. Settimo tempo a 0”422 da Quartararo.

“La moto 2020 rappresenta un grande passo in avanti rispetto alla 2019. Durante i giorni di shake down avevo fatto 26 giri con questa moto, oggi quasi 50, con grande soddisfazione. In Aprilia sono stati davvero bravi: in soli due mesi, hanno fatto una rivoluzione”.

Dove è migliorata la RS-GP?
“Soprattutto in agilità e stabilità”.

E il motore?
“Ha fatto un passo in avanti, ma in accelerazione soffriamo ancora un po’ rispetto a Honda e Ducati. Ho fatto un paio di giri dietro a un pilota con la RC213V: è incredibile come escono dalle curve. Così diventa difficile superare, ma se con la 2019 non avevamo nessuna possibilità di lottare per le posizioni importanti, con questa moto c’è molto più margine, mi sento più a mio agio”.

  • mariuccio3302, Monteroni d'Arbia (SI)

    l'uscita di curva è data anche dalla traiettoria, non solo dalla potenza, sicuramente incide molto l'elettronica
  • R1yama81, Triuggio (MB)

    Un peccato per Iannone caxxo, spero che la FIM non prenderà una decisione pesante, con questa moto lo vorrei rivedere presto!
    Forza Andre io tifo per te!!!
Inserisci il tuo commento