MotoGP, GP di Misano 2021. Fabio Quartararo: "Mai stato così contento per un secondo posto"

MotoGP, GP di Misano 2021. Fabio Quartararo: "Mai stato così contento per un secondo posto"
Francesco Bagini
Il francese della Yamaha ha dato tutto e perso solo 5 punti in campionato nei confronti di Bagnaia: "Ci sono stati 3-4 momenti in cui ho rischiato di cadere. Stiamo faticando molto a sorpassare in certi tipi di curve". Fabio è il pilota francese con più podi in MotoGP
19 settembre 2021

Per certi versi, una delle sorprese del GP di San Marino e della Riviera di Rimini 2021 è stato Fabio Quartararo . Il francese, in testa alla classifica Mondiale, ha battuto 3 delle 4 Ducati che lo circondavano in partenza, ed è arrivato ad appena 3 decimi dalla 'Rossa' di Francesco Bagnaia. Fabio ha guidato in maniera aggressiva fino all'ultimo, anziché 'accontentarsi' della seconda posizione, preziosissima in ottica campionato qui a Misano.

"Penso di aver dato il mio meglio", dichiara Quartararo in conferenza stampa al termine del GP. "Ovviamente una vittoria è totalmente diversa, ma questa è davvero la prima volta che sono contento di un secondo posto. Non per il Mondiale, ma perché ho dato tutto.

All'inizio con Miller e Martin ho battagliato, così come ho fatto sino all'ultima curva. Jack l'ho passato dove mai avrei pensato prima. All'ultimo giro ero leggermente lontano da Pecco, perché lui impostava la 4 e la 5 in modo più veloce di Miller. Lo volevo passare alla 6, ma non ce l'ho fatta. Ho percorso il giro finale come stessi facendo un 'time attack', ma poi mi sono dovuto arrendere. Sono contento comunque, è stata una delle gare dove mi sono divertito di più.

Oggi ci sono stati 3-4 momenti in cui ho rischiato di cadere. Quando Miller è andato lungo, anche io ho rischiato molto e quasi perdo l'anteriore. Ero al limite nel seguire Bagnaia, ma onestamente correre con questo atteggiamento mi diverte. Ogni volta il team mi mostrava lo svantaggio che si riduceva ad ogni passaggio. Questo mi motivava, ma per superarlo, beh, era un'altra storia. Lui era molto preciso nel seguire la sua linea e non potevo far nulla.

All'inizio vedevo solo 'rosso': Miller, Martin, non è stato facile passare le Ducati. Pecco comunque non aveva qualcosa in più solo dal punto di vista del motore. Anche nel 'guidato' è stato superiore. Sì, è vero, sarebbe meglio per me avere un po' più di supporto dalla Yamaha, inteso come piloti, non dal punto di vista tecnico. Proveremo qualcosa nei test di questa settimana. Stiamo faticando molto a sorpassare in certi tipi di curve. Per esempio qui a Misano eravamo forti nei cambi di direzione delle curve 4, 5 e 6. Ma in quel tipo di piega non si fanno di solito sorpassi.

Per noi la media è stata la mescola migliore. La soft anche è stata presa in considerazione, ma avevo un feeling migliore con la medium. Forse con la soluzione più soffice nei primi giri avrei potuto attaccare di più, ma questa mattina col passo ero più sicuro con la media.

Dopo quello di oggi sono il pilota francese con più podi in MotoGP? E' una statistica positiva, ma non voglio fermarmi qui. Sono orgoglioso di questo primo primato, ma è solo l'inizio. Voglio alzare il livello ancora di più.

Alla fine stavo guardando le gomme di Bastianini? Sì, è sempre interessante vedere il consumo degli avversari ed Enea oggi è andato davvero forte".

Ultime da MotoGP

Caricamento commenti...