MotoGP 2022. Spunti, domande e considerazioni dopo il GP del Regno Unito a Silverstone

MotoGP 2022. Spunti, domande e considerazioni dopo il GP del Regno Unito a Silverstone
Giovanni Zamagni
L'analisi di Zam alla fine del weekend olandese dove ha vinto Pecco Bagnaia e hanno brillato anche Aleix Espargaro, Maverick Vinales e Marco Bezzecchi ma non Fabio Quartararo
7 agosto 2022

Quali sono state le chiavi del GP?

  1. La partenza di Vinales. Da secondo, il pilota dell’Aprilia ha girato la prima curva in sesta posizione. Alla fine del primo giro, Maverick era sesto a 1”046 da Zarco e a 0”2 da Bagnaia;

  2. La caduta di Zarco. Il pilota francese, partito dalla pole, aveva un gran passo e alla fine del quarto giro aveva già 0”347 di vantaggio sul secondo (Miller). Zarco, però, è caduto alla curva 8 del quinto giro;

  3. Il long lap penalty di Quartararo. Probabilmente non avrebbe comunque vinto, ma se fosse stato al comando (lo sarebbe stato con la caduta di Zarco), la gara sarebbe cambiata;

  4. Le condizioni di Espargaro. Senza l’infortunio in prova, Aleix sarebbe stato sicuramente più competitivo;

  5. Il calo di Rins. Una volta in prima posizione, sembrava che il pilota della Suzuki potesse anche andarsene, invece è calato progressivamente;

  6. Il contatto iniziale di Bastianini. Alla fine del primo giro, Enea era 11esimo a 2”121. Considerando che ha chiuso quarto a 1”651, ecco che il suo GP poteva andare molto diversamente.

Giri veloci in gara (tra parentesi il giro in cui è stato realizzato)

1. Rins 1’59”346 (4); 2. Martin 1’59”498 (3); 3. Zarco 1’59”530 (3); 4. Quartararo 1’59”593 (3); 5. Miller 1’59”656 (3); 6. Vinales 1’59”674 (3); 7. Bezzecchi 1’59”744 (4); 8. Mir 1’59”781 (4); 9. A.Espargaro 1’59”857 (4); 10. Binder 1’59”867 (3); 11. Bastianini 1’59”878 (11); 13. Bagnaia 1’59”956 (2).

Domande e risposte

Cosa è successo ad Alex Rins, primo al sesto giro, poi solo settimo al traguardo?

Il pilota della Suzuki era piuttosto indispettito a fine gara: secondo lui c’è stato un calo anomalo della gomma posteriore. Insomma, non l’ha detto chiaramente, ma secondo lui è stata colpa solo ed esclusivamente dello pneumatico.

Quanto ha perso Fabio Quartararo nel LLP effettuato al quarto giro?

Confrontiamo i tempi: 3 giro: 1’59”593; 4 giro: 2’01”218; 5 giro: 2’00”291. Al terzo giro, Quartararo era secondo a 0”321 da Zarco, al quarto giro era quinto a 1”363 dal francese.

Cosa si può dire della KTM, in difficoltà in prova, competitiva in gara?

Secondo Miguel Oliveira, quella della qualifica è l’unico, vero grande problema della moto austriaca: non riesce a sfruttare il grip garantito dalla gomma nuova. Nel DopoGP chiederemo il motivo al nostro ingegnere Bernardelle.

Giri importanti del GP

Tantissimi, praticamente a ogni giro è successo qualcosa.

1 giro: Vinales passa Rins, che lo ripassa immediatamente;

3 giro: Rins passa Bagnaia, è quarto;

4 giro: Quartararo effettua il LLP;

5 giro: Zarco cade alla otto mentre è primo; Rins passa Miller, che lo ripassa in rettilineo;

6 giro: Rins passa Miller, è primo;

7 giro: Bagnaia è secondo;

8 giro: Mir passa A.Espargaro;

9 giro: Vinales quinto;

12 giro: Bagnaia primo: impressionante in rettilineo e in staccata;

13 giro: Vinales quarto;

14 giro: Bastianini passa A.Espargaro;

15 giro: cade Mir, era appena stato superato da Bastianini;

16 giro: Bastianini sesto, Quartararo ripassa, quindi Bastianini sesto definitivamente. Vinales quarto;

17 giro: Vinales passa Rins, è terzo;

18 giro: Vinales secondo;

19 giro: Bastianini quinto; Vinales primo, ma va largo, ripassa Bagnaia;

20 giro: piccolo dritto di Vinales alla 1

Confronto tra compagni di squadra

Confronto tra compagni di squadra

Bagnaia/Miller 7/4; Mir/Rins 4/5; Binder/Oliveira 9/3; Zarco/Martin 6/6; A.Espargaro/Vinales 9/3; Quartararo/Morbidelli 11/0

Confronto 2022/2021 dopo undici gare

Quartararo 180/206 (-26); A.Espargaro 158/83 (+75); Bagnaia 131/136 (-5); Bastianini 118/35 (+83); Zarco 137/132 (+5); Miller 118/105 (+13); Binder 98/108 (-10); Rins 84/64 (+20); Vinales 82/95 (-13); Oliveira 81/85 (-4); Martin 81/64 (+17); Mir 77/141 (-64); Marini 56/28 (+28); Nakagami 45/58 (-13); P.Espargaro 42/52 (-10); A.Marquez 27/49 (-22); Morbidelli 26/40 (-14).

Tre motivi per ricordare il GP

1. La gara della MotoGP;

2. La gara della Moto2;

3. La gara della Moto3

Tre frasi del GP

1) Quartararo: “Per noi superare è un incubo”

2) Vinales: “Non ho mai dubitato della mia scelta: credo molto nel progetto Aprilia e in me stesso”;

3) Oliveira: “La KTM deve fare una moto da qualifica”

Io l’avevo detto (speciale Manuel Pecino)

Dopo le FP4: "Zarco non fa nulla, è cadute già due volte". QP. Zarco pole, nuovo prima della pista;

Gara Moto3: “Se Guevara va in testa, nessuno lo può seguire e vince sicuro". Guevara va in testa al quarto giro, ci rimane fino al sesto, poi perde inesorabilmente posizioni, fino a cadere (non per colpa sua);

MotoGP: “Bagnaia non ha nessuna possibilità di vincere”. Classifica: 1. Bagnaia

Grazie Manuel Pecino!

Ultime da MotoGP

Caricamento commenti...