MotoGP 2022. GP di Olanda ad Assen, Aleix Espargaro: “Nelle FP1 situazione surreale”, Maverick Vinales: “Giornata solida”

MotoGP 2022. GP di Olanda ad Assen, Aleix Espargaro: “Nelle FP1 situazione surreale”, Maverick Vinales: “Giornata solida”
Giovanni Zamagni
Aleix ha chiuso secondo, ma per un errore commesso dalla squadra - gli è stato lasciato montato il deflettore dell’acqua nonostante avesse le slick - si ritrova in ultima posizione. Soddisfatto Maverick, veloce in tutte le condizioni. Aprilia è competitiva anche qui
24 giugno 2022

Assen - Entrambi sono soddisfatti: Aprilia si conferma competitiva anche qui.

Aleix Espargaro: “Giornata poco produttiva, ma positiva”

“È stata una giornata poco produttiva, ma sono contento perché siamo stati competitivi anche sull’acqua. Nelle FP2 ho avuto un piccolo problema con la moto, un connettore che non ha funzionato al meglio: per questo ho fatto solo 3-4 giri. Ma sono bastati per essere già più veloce del 2021 in gara: un segnale positivo (Ad Aleix verranno poi tolti quei tempi per aver girato con il “deflettore” che toglie acqua dalle “rain” nonostante avesse montato le “slick” ed è finito addirittura fuori dai tempi. Un errore della squadra, NDA).

“Nelle FP1 ho detto alla squadra che stavo nei box, la moto andava ovunque in aquaplaning. La situazione mi è sembrata surreale, tutti i piloti, tranne Zarco, sono rimasti fermi ai box per quel motivo. Sinceramente non capisco come ci abbiano fatto andare avanti… Faccio fatica a capire certe decisioni: in Germania è stato detto che non avevano penalizzato Morbidelli (era stato richiamato verbalmente, NDA), perché comunque i piloti rallentati da lui, tra cui io, erano comunque passati in Q2. Ma io per aver trovato Franco in traiettoria non ho battuto il primato di Bagnaia, il record della pista sarebbe stato mio… Ma non me la voglia più prendere".

Maverick Vinales: “Veloci sia sull’asciutto sia sul bagnato”

“È stata una giornata solida sia sull’asciutto sia sul bagnato. Possiamo ancora migliorare sia io sia la moto, ma abbiamo dei punti forti: siamo competitivi sia in rettilineo sia nei cambi di direzione. Devo riuscire a essere più “comodo” sulla moto, a essere meno “impiccato”, ma nel complesso sono andato bene, anche perché nei pochi giri fatti sull’asciutto ho montato la media e non la soffice: domani potrò fare più “time attack”. Anche nelle condizioni miste di inizio FP2 non mi sono trovato male”

Ultime da MotoGP

Da Automoto.it

Caricamento commenti...