MotoGP 2022. GP di Francia a Le Mans, Fabio Quartararo: "Voglio provare a vincere”

MotoGP 2022. GP di Francia a Le Mans, Fabio Quartararo: "Voglio provare a vincere”
Giovanni Zamagni
Il pilota della Yamaha soddisfatto, nonostante il quarto posto: “con la M1 siamo arrivati al limite in qualifica, più di così proprio nome si poteva fare. Ma sono molto competitivo: superare le Ducati non sarà facile, ma nemmeno impossibile. Marquez in scia? Meglio tirare lui che una Ducati in più in Q2”
14 maggio 2022

Le Mans - Quando è tornato ai box non era arrabbiato, ma un po’ dispiaciuto si. Ma dopo un attimo ha ritrovato serenità, conscio che più di così non si poteva fare: Fabio Quartararo ha veramente la tranquillità dei forti.

“Si - conferma - quando sono tornato ai box non ero contento, ma dopo due minuti ho ritrovato la solita serenità perché non potevo fare più di così: la verità è che la nostra moto è arrivata al limite in qualifica, le Ducati - e, bisogna ammetterlo, anche i suoi piloti - sono super competitivi nel giro secco, mentre per noi è impossibile fare di più. Come conferma anche la grande differenza con gli altri piloti Yamaha. Ecco perché sono contento: abbiamo fatto un buon lavoro. È chiaro che un pilota vorrebbe sempre fare la pole, perché significa che sei stato il più veloce, che più di così non si può andare, ma alla fine mi sono divertito in qualifica: siamo veramente al limite con la moto, più di così non c’è n’è“.

Davanti, però, ci sono due Ducati: non temi che possa ripetersi quanto successo a Jerez?

“No, qui la vedo differente. A Jerez, con la gomma dura all’anteriore ero un po’ in difficoltà anche quando giravo da solo, mentre qui, con la soffice, vado molto forte. È chiaro che è difficile superare, soprattutto una Ducati così forte in accelerazione, ma credo che in 27 giri si possa trovare il modo di passare”

Ci si può accontentare di un secondo posto?

“Sulla carta no, bisogna attaccare, non puoi essere conservativo se punti alla vittoria”

Chi sono gli avversari principali?

“Non ho ancora avuto tempo di studiare i passi, ma credo che i tre piloti della prima fila siano tutti competitivi, e anche Rins è molto costante. Ma noi ce la possiamo giocare”

Perché hai tirato Marquez nelle FP3?

“In quel momento, il mio obiettivo era ottenere il miglior risultato per me, non è stato un problema avere Marquez in scia. E poi ho pensato: meglio Marquez in Q2 piuttosto che un’altra Ducati”

Molto lucido, oltre che velocissimo. Come si dice in francese? Chapeau.

Ultime da MotoGP

Da Automoto.it

Hot now

Caricamento commenti...