GP del Giappone

MotoGP 2019. Vittoria di Marc Marquez a Motegi

- Trionfo dello spagnolo davanti a Quartararo e Dovizioso. Sesto Morbidelli, nono Petrucci, 13esimo Bagnaia, caduto Rossi mentre era decimo. Gara noiosa: voto 5
MotoGP 2019. Vittoria di Marc Marquez a Motegi

Non si batte Marc Marquez, nemmeno nel GP dopo la conquista del titolo: negli ultimi anni, lo spagnolo della Honda era sempre caduto dopo aver conquistato il titolo, ma questo Marc è un altro pilota, il più forte di sempre.

Raggiunto Mick Doohan a quota 54 successi in 500/MotoGP, Marquez ha avuto un solo problema da gestire: il consumo del carburante. Non a caso, nelle ultime tornate ha rallentato in modo vistoso, rimanendo senza benzina nel giro di festeggiamento.

Al secondo posto un Fabio Quartararo che ha perso subito nel primo giro la possibilità di rimanere davanti al 'Marcziano', è rimasto a lungo attorno al secondo alle spalle del rivale, per poi cedere da metà gara in poi e riavvicinarsi solo nel finale.

Dovizioso sempre numero uno Ducati

Al terzo posto Andrea Dovizioso, che dopo essersi difeso dagli attacchi di Maverick Vinales, ha addirittura puntato al secondo posto di Quartararo, con un finale in crescendo: un altro giro e sarebbe arrivato secondo.

Sarebbe cambiato poco, soprattutto non cambia il giudizio sulla corsa del Dovi: è sempre lui - e di gran lunga - il miglior pilota Ducati al traguardo. In qualifica Andrea è spesso criticabile, ma in gara è sempre velocissimo, riesce a sfruttare al meglio il materiale che ha a disposizione.

Non ci riesce, invece, Danilo Petrucci, ancora una volta deludente: nono, dopo essere stato nei primi passaggi insieme al compagno di squadra. Serve una svolta.

Rossi a terra

E serve una svolta anche per Valentino Rossi. Partito decimo, ha chiuso il primo giro 14esimo. Poi è risalito fino al decimo posto, ha superato Petrucci, è subito stato recuperato per poi cadere al 21esimo giro mentre era decimo.

Rossi è stato l’unico tra i piloti Yamaha a scegliere la gomma media posteriore: chissà se questa decisione ha influito sulla gara, fatto sta che con Quartararo secondo, Vinales quarto e Morbidelli sesto (partito benissimo, ma poi in calo sulla distanza, come gli capita spesso), Valentino è stato ancora una volta il peggiore tra i piloti Yamaha.

Male l’Aprilia, 15esima con Aleix Espargaro e con Andrea Iannone caduto mentre era nelle retrovie. Malissimo Jorge Lorenzo, 17esimo, che fa indispettire anche il team manager Alberto Puig.

La classifica della gara

Pos. Punti Num. Pilota Nazione Team Moto Km/h Data e ora/Distanza
1 25 93 Marc MARQUEZ SPA Repsol Honda Team Honda 161.9 42'41.492
2 20 20 Fabio QUARTARARO FRA Petronas Yamaha SRT Yamaha 161.8 +0.870
3 16 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Ducati Team Ducati 161.8 +1.325
4 13 12 Maverick VIÑALES SPA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 161.7 +2.608
5 11 35 Cal CRUTCHLOW GBR LCR Honda CASTROL Honda 161.3 +9.140
6 10 21 Franco MORBIDELLI ITA Petronas Yamaha SRT Yamaha 161.3 +9.187
7 9 42 Alex RINS SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 161.3 +9.306
8 8 36 Joan MIR SPA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 161.2 +10.695
9 7 9 Danilo PETRUCCI ITA Ducati Team Ducati 161.0 +14.216
10 6 43 Jack MILLER AUS Pramac Racing Ducati 160.7 +18.909
11 5 44 Pol ESPARGARO SPA Red Bull KTM Factory Racing KTM 160.3 +25.554
12 4 88 Miguel OLIVEIRA POR Red Bull KTM Tech 3 KTM 160.1 +27.870
13 3 63 Francesco BAGNAIA ITA Pramac Racing Ducati 160.0 +29.983
14 2 82 Mika KALLIO FIN Red Bull KTM Factory Racing KTM 159.9 +31.232
15 1 41 Aleix ESPARGARO SPA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 159.9 +32.546
16   30 Takaaki NAKAGAMI JPN LCR Honda IDEMITSU Honda 159.6 +37.482
17   99 Jorge LORENZO SPA Repsol Honda Team Honda 159.4 +40.410
18   17 Karel ABRAHAM CZE Reale Avintia Racing Ducati 159.2 +43.458
19   55 Hafizh SYAHRIN MAL Red Bull KTM Tech 3 KTM 159.0 +46.206
20   50 Sylvain GUINTOLI FRA Team SUZUKI ECSTAR Suzuki 158.8 +50.235
Non classificato
    46 Valentino ROSSI ITA Monster Energy Yamaha MotoGP Yamaha 160.9 4 Giri
    29 Andrea IANNONE ITA Aprilia Racing Team Gresini Aprilia 158.5 17 Giri
Leggi tutti i commenti 218

Commenti

  • ThinLine

    Aspes...


    No, non mi chiamo affatto andrea... Il vecchio nick era Svirgolo_969, ci eravamo già "incontrati" su diverse cose, specie le porcherie aerodinamiche Ducati/Aldridge. Lo avevo già detto diverse volte.
  • Aspes 125 yuma, Bologna (BO)

    Io sono basito. Sì, letteralmente basito. Già è alquanto strano che l'articolo nel quale più si parla di tecnica di MotoGP ( vale a dire DopoGP) riceva un numero esiguo di commenti, anche se è vero che si parla di tecnica in maniera molto annacquata; ma ciò che mi lascia stupito, è che abbiamo la fortuna di avere un utente del forum che ne sa molto più della stragrande maggioranza di tutti noi messi assieme, e viene deriso e denigrato, molte volte con argomentazioni che lasciano veramente il tempo che trovano, e fanno capire il livello medio molto basso del forum che sembra un Novella 2000 a 4 tempi....
    Ora, dico io, ma invece di stare a battibeccare come anatre nello stagno su Rossi, su Marquez, su Lorenzo, meglio uno, no meglio l'altro, tu sei un hater, tu sei un giallastro, non è meglio questo utente interpellarlo per cercare di capirci qualcosa di più? Perché ThinLine, che non ha certo bisogno di me come difensore, ce la fa benissimo da solo, può rivelare e spiegare particolari che noi non conosciamo e che ci potrebbero far capire molte cose: il problema è che molti hanno paura di mettere in discussione il loro vacuo sapere.
Leggi tutti i commenti 218

Commenti

Inserisci il tuo commento