gp del qatar

Le pagelle del GP del Qatar

- Dieci a Marquez e 9 a Rossi, protagonisti della gara di Losail. Solo 6 a Pedrosa, ha fatto il compitino; 6,5 a Dovizioso, risultato positivo. Appena 6 ad Aleix Espargaro, schiacciato dalla pressione. 4 a Lorenzo, nervoso | G. Zamagni, Losail
Le pagelle del GP del Qatar

MARC MARQUEZ VOTO 10
Cosa può fare di più uno che ha partecipato a un solo test in tutto l’inverno, che il 20 di febbraio si è rotto il perone della gamba destra, che è arrivato in Qatar zoppicando? Niente! Pole position e vittoria, al termine di una sfida di altissimo livello: il bambino prodigio fa paura e questa volta, per vincere, oltre alla forza, al talento, al controllo pazzesco della sua moto – qualità già ampiamente note – ha usato anche la tattica e l’intelligenza. Come dire che è completo in tutto e per tutto. Battere uno così sarà difficilissimo.


VALENTINO ROSSI 9
Peccato per le qualifiche, per il resto è stato un Rossi stellare. «Ha lo spirito di un ventenne» si è complimentato Marquez: sembra una cosa normale, invece è la chiave dello spirito e del successo di un campione straordinario, uno che quando c’è da fare staccate e sorpassi al limite è sempre al massimo livello mondiale. E’ stato battuto da un pilota fenomenale, ma lui è lontano appena 259 millesimi. Eppure, c’è ancora qualcuno che continua a metterlo in discussione. Bah…

Dani Pedrosa
Dani Pedrosa


DANI PEDROSA 6
Ha fatto benino il suo compito, senza però entusiasmare, anche se ha chiuso a soli 3”370 da due campionissimi. Considerando la sua avversione per la pista di Losail, il terzo posto è un buon risultato, ma non ci si può dimenticare che è arrivato soprattutto per le disgrazie altrui.


ALEIX ESPARGARO 6
Fino a sabato sera ha entusiasmato, poi, la troppa pressione, l’ha schiacciato in qualifica, dove è caduto due volte in 15 minuti. Lì si è giocato la gara, non solo perché è stato costretto a partire dalla nona posizione, quando avrebbe potuto essere in pole, ma anche perché il suo rendimento è stato inevitabilmente condizionato. Poi ha fatto una discreta rimonta, ma la sensazione è quella di una occasionissima persa.

Andrea Dovizioso
Andrea Dovizioso


ANDREA DOVIZIOSO 6,5
Rispondo già alle critiche: perché mezzo punto in più di Espargaro? Perché, secondo me, la Ducati è inferiore alla Yamaha dello spagnolo. In prova Andrea è andato molto bene, in gara non ha entusiasmato nel tempo sul giro, ma il risultato assoluto è certamente positivo.


CAL CRUTCHLOW 5,5
La sua gara è stata condizionata anche da un problema elettrico del transponder, ma due cadute (una nel warm up) nel fine settimana sono troppe ed è sempre stato dietro non solo a Dovizioso, ma anche a Iannone.


SCOTT REDDING 7
Ha vinto la sfida dei piloti con la Honda “Open”: sembra in crescita.


NICKY HAYDEN 5
Se fatto fregare da Redding negli ultimi due giri.


ANDREA IANNONE 5
Si conferma pilota di gran talento e velocissimo, ma, purtroppo, ancora poco costante.


ALVARO BAUTISTA 6
Che peccato quell’errore a meno di due giri dalla fine, quando ormai il terzo posto era nelle sue mani. E’ stato l’unico sbaglio di un fine settimana sempre da protagonista e anche in gara il pilota del team Gresini ha guidato alla grande, con sorpassi da applausi. Purtroppo non è arrivato al traguardo, ma è stato grande protagonista: merita la sufficienza.


BRADLEY SMITH 7
E’ stata la più grande sorpresa del fine settimana: sempre davanti, in prima fila (una novità per lui) in qualifica, sempre attaccato ai fenomeni della MotoGP per tre quarti di gara. Poi, a quattro giri dalla fine, ha perso il controllo della sua Yamaha, ma la bella prestazione rimane: è stato di gran lunga il GP più convincente in MotoGP.


POL ESPARGARO 5
E’ stato costretto al ritiro al 17esimo giro mentre era ottavo per la rottura del cambio, ma non si è mai visto troppo in tutto il fine settimana.

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo


STEFAN BRADL 5
Otto giri da leone, davanti a tutti a dettare il ritmo, poi la caduta: peccato. Ma si è fatto vedere.


JORGE LORENZO 4
Dopo un fine settimana di grande nervosismo, nel warm up aveva ritrovato il sorriso, tanto che era convinto di potersi giocare la vittoria. Un errore ci sta, per carità, ma è dall’inizio dell’anno che il campione spagnolo sembra più nervoso del dovuto.

  • pietro.quar, Viterbo (VT)

    dovi

    il dovi non mi è piaciuto per niente meglio ha fatto andrea iannone piu incisivo in gara si vedeva che aveva voglia di correre al contrario del dovi che sembrava avesse paura della mischia il risultato finale non e da sei e mezzo solo perche e arrivato quinto si so sdraiati mezzi spero che gli rivenga la voglia di correre
  • max66665, Gallarate (VA)

    @Nicola.Rossi9293

    Non metterei in mezzo Stoner, è inarrivabile per tutti.
Inserisci il tuo commento