MotoGP

Franco Morbidelli al Day3 del Rally di Monza

- Il vicecampione del mondo della MotoGP ha avuto un piccolo incidente durante una delle prove di giornata. Niente di grave e, a detta i tutti, ha la stoffa del campione anche per i rally in auto
Franco Morbidelli al Day3 del Rally di Monza

La Hyundai i20 R5 con cui sta partecipando al Rally di Monza l’aveva provata solo una volta qualche mese fa, a Tavullia in occasione di un evento promozionale.

Poi il battesimo l’ha fatto direttamente in una tappa del mondiale: a Monza, appunto. E non ha affatto sfigurato, scalando anche la classifica di una decina di posizioni nonostante condizioni proibitive sia per le prove lunghe che per quelle più brevi.

Il primo intoppo è arrivato ieri, dopo tre giornate passate al volante, condividendo l’abitacolo con l’esperto navigatore Simone Scattolin. Morbidelli, infatti, è stato protagonista di un piccolo incidente durante la prova 11. “Ho preso un muretto - ha raccontato - e questo ha condizionato tutto perché poi non ho potuto prendere parte alla P12, ma ci sta. Sono qui per fare esperienza e per divertirmi. Le condizioni, tra l’altro, sono davvero proibitive”.

Nessuno spazio per il rammarico, quindi, con il vicecampione del mondo della MotoGP che oggi sarà nuovamente della partita, pronto a ributtarsi nella mischia nella giornata conclusiva di questa edizione del Rally di Monza, tappa decisiva per incoronare anche il campione del mondo.

  • bozzopaura, Piacenza (PC)

    Permettetemi,senza togliere nulla a Morbidelli, non mi pare abbia la stoffa del campione in auto.Ok situazione difficile,ma non partiva con la macchina di peppino il meccanico e il naviga non era suo cuggino.Non ho mai visto un tempo interessante nelle varie speciali sempre tra la 50esima e la 60esima posizione.Lo scopo è divertirsi e sicuramente lo ha raggiunto ma la cosa almeno per ora si ferma li.Questo è un "rally" considerato facile,da pistaioli.La neve ha complicato le cose ma lo ha fatto per tutti.Comunque bravo Morbido,i rally sono davvero divertenti ma anche molto difficili.
Inserisci il tuo commento