EICMA 2012

Ducati: nuova Panigale 1199R e serie Superbike ad EICMA 2012

- Con l'esordio nel mondiale SBK arriva anche la versione "R" dell'ammiraglia sportiva Ducati che costituirà la base per l'omologazione della 1199 che correrà. Aggiornamenti anche per gli altri modelli della serie Superbike. Prezzi commisurati al blasone
Ducati: nuova Panigale 1199R e serie Superbike ad EICMA 2012

 Ed ecco finalmente anche la "R", modello che completa la gamma 1199. L'ingresso nel mondiale SBK, il cui regolamento da tempo vincola diversi componenti motore in configurazione di serie, richiede soluzioni più raffinate per migliorare prestazioni ma anche affidabilità nell'uso racing. Sostanzialmente, dunque, la "R" è una 1199S con dettagli ancora più sofisticati sopra e sottopelle.

 

Motore: i dettagli fanno la differenza

A differenza di quanto accaduto in passato (1098, ma anche 999 e ancora prima le 916/996/998), il propulsore della "R" mantiene le stesse misure caratteristiche rispetto alla S ma con diversi accorgimenti volti ad aumentarne il regime di rotazione e la resistenza nell'uso estremo. Le bielle in titanio fanno risparmiare ben 0,63kg, il volano ne perde 0,7, i bilancieri ricevono il trattamento superficiale DLC e il tutto viene sfruttato al meglio da un'evoluzione del software della centralina che consentono al Superquadro di guadagnare 500 giri prema dell'intervento del limitatore, situato a ben 12.000. Con la moto viene ovviamente consegnato il kit racing con impianto di scarico completo Termignoni (non omologati per uso stradale) e mappatura centralina dedicata - il propulsore guadagna il 3% di potenza ad alti regimi, ma soprattutto un 15% ai medi. La rapportatura finale viene accorciata rispetto al modello S utilizzando una corona da 41 denti (2 in più rispetto alla "S").

 

Il video della Ducati Panigale 1199R


Ciclistica racing

Il telaio offre la possibilità di regolare l'altezza del perno forcellone su 4 posizioni attraverso un sistema ad eccentrici con step di 2mm per adattarsi a tutte le condizioni di grip. In dettaglio, nella posizione più bassa del perno le reazioni della moto diventano più controllabili, per venire incontro a condizioni di aderenza più critiche. La carrozzeria viene impreziosita da diversi dettagli in fibra di carbonio: parafango posteriore, paratacchi, protezione ammortizzatore posteriore, cover blocco chiave e coperchio convogliatori aria oltre alla protezione forcellone e coperchio carter frizione, portando il peso a 165kg con l'ABS di serie. Completano il quadro una sella racing in tessuto tecnico per garantire il massimo grip ed il sistema Ducati Data Acquisition+ (DDA+) con GPS per acquisire i tempi sul giro oltre a memorizzare numerosi informazioni come traiettorie, velocità, giri motore, marcia, apertura farfalla e molte altre. La 1199 Panigale R è contraddistinta dalla livrea rossa con linee bianche, dal serbatoio rosso/alluminio spazzolato e cerchi Marchesini neri forgiati in lega leggera, nonché dal parabrezza maggiorato Corse. Come da tradizione, la Panigale R non sarà a buon mercato: serviranno ben 31.990€ per portarsene a casa un esemplare.

 

Il resto della gamma Superbike

Gli altri modelli 2013 della Panigale (1199 Panigale ed 1199 Panigale S) sono dotati di una nuova calibrazione del software di gestione motore e dell'acceleratore ride-by-wire per irrobustire la risposta del motore a determinati regimi aumentando l'apertura delle farfalle con una progressione più accentuata rispetto alla richiesta dell'acceleratore, e vengono proposti, oltre che nel classico rosso, anche in livrea "Arctic White". La 848 Evo è disponibile solamente in rosso, la Corse Special Edition (15.990€) riceve un nuovo serbatoio in alluminio e la livrea "Ducati Corse Test Team", con un riuscito accostamento fra neri e grigi opachi.

  • Marci 1952, Milano (MI)

    INTANTO

    Ieri nei test SBK in spagna,il buon Checa con la Panigale S.T. si è beccato 2,9 secondi dalla Kawasaki.
  • 80Silvio, SANT'EUSANIO DEL SANGRO (CH)

    Ragazzi...

    W la lettera "R"
    Io ho un 916 SPS e vi garantisco che ne i 996 ne i 998 base degli anni successivi mi stanno dietro (testato ai rettilinei di Misano al WDW).
    Le migliorie tecniche che Ducati spende sulla versione "R" migliorano notevolmente le prestazioni rispetto alla base, vi dico che i soldi in più sono soldi spesi bene!!!
    Senza calcolare che la svalutazione della "R" è pressocchè inesistente...
    Ducati forever...vai così
Inserisci il tuo commento