Viaggi e giri in moto: 10 dritte per l'estate

Viaggi e giri in moto: 10 dritte per l'estate
Cristina Bacchetti
Finalmente la bella stagione! Viaggi a lungo o medio raggio, giri in giornata, mare, laghi e passi di montagna. Ecco i nostri consigli per godersi la moto in tutta sicurezza
6 luglio 2020

1. Pianificazione dell'itinerario

La cosa più importante è partire con le idee chiare! Ormai è impossibile sbagliare, se non siete dei fedelissimi della cartina (ma i veri viaggiatori sono questi!!!) ci sono decine e decine di strumenti utilizzabili per creare un percorso ad hoc.

Mappe online, navigatori con percorsi moto pre-impostati, app dedicate, consigli sui blog e nella nostra sezione viaggi, sono moltissimi i punti da cui partire, una volta chiarito il tempo che avremo a disposizione, la distanza che vorremmo percorrere e se il nostro viaggio si svolgerà solo su strada o anche in off-road.

Non dimentichamo di inserire qualche tappa per visitare musei, laghi, monumenti: la moto è bella da guidare, ma anche parcheggiarla e godersi una bella gita ogni tanto, non è niente male!

2. Scelta dell'abbigliamento

Anche durante la bella stagione, col caldo che si fa pressante, è impossibile rinunciare all'abbigliamento tecnico. Dimenticati gli scafandri di tanti anni fa, abbiamo oggi a disposizione un'infinità di capi pensati per i viaggi - più o meno lunghi - a temperature hot.

Quindi non ci sono più scuse: controlliamo il meteo, scegliamo cosa indossare senza dimenticare un buon intimo tecnico e una fidata tuta antipioggia da portare con sé e utlizzare in caso di maltempo.

3. Controllo delle gomme

Pressione, stato di usura, autonomia. Le gomme sono il nostro unico tramite con la strada quando siamo in sella, e devono essere sempre in condizioni impeccabili, oltre che gonfiate alla giusta pressione, l'unica da prendere in considerazione: quella raccomandata dalla casa produttrice. No fantasie e idee personali o degli amici.

Anche a seconda della moto e del percorso che andremo a fare, ovviamente in questo caso parliamo di lunghi viaggi, dovremo andare a scegliere pneumatici adatti alle nostre necessità e a quelle della nostra compagna di viaggio.

Un kit d'emergenza per riparare un'eventuale foratura è sempre sentitamente consigliato. Ce ne sono di semplicissimi da utilizzare, in commercio.

4. Controllo della moto

Dopo le gomme viene tutto il resto: olii, serraggi, stato dell'impianto frenante, pulizia e grasso della catena... tutto concorrerà a farci viaggiare tranquilli senza pensieri e a scongiurare problemi durante il percorso. Imprevisti a parte!

Se siete bravi nel fai da te basterà quache ora in garage, diversamente basterà richiedere un veloce controllo al meccanico di fiducia.

5. Bagagli

Punto importantissimo se si intraprende un lungo viaggio: come assicurare il bagaglio alla moto?
Inutile dire che quando si viaggia su due ruote si è costretti a ridurre al minimo il proprio necessaire, così da ottimizzare i carichi e non sentirsi impacciati durante la guida.

Per ogni moto è possibile scegliere diversi kit bagagli, a seconda delle proprie necessità, è fondamentale accertarsi che siano ben fissati alla moto e controllarli ad ogni sosta.

Se possibile, evitate borse da serbatoio che rischiano di inficiare i movimenti.

6. Attrezzature "extra-moto"

Oltre al navigatore possiamo decidere di portare con noi altri strumenti e device utili al viaggio, come ad esempio un binocolo se andremo in luoghi immersi nella natura, o una action cam (da fissare attentamente alla moto) per poter rivivere e rigustare le tappe salienti una volta a casa.

Cosa fondamentale da non dimenticare mai, sopratutto in estate: idratarsi. Guidare la moto è comunque un'attività intensa e può portare a disidratazione, con conseguente perdita dell'attenzione.

Una bottiglietta d'acqua o di integratori è da considerare fondamentale, soprattutto in questa stagione super calda, da bere sempre durante le soste.

7. Il passeggero

Se non saremo soli in moto dovremo pensare anche a chi dividerà la sella con noi: assicuraimoci che il nostro passeggero abbia tutto ciò di cui ha bisogno, l'abbigliamento giusto e che l'eventuale bagaglio non gli dia fastidio.

Nel caso si trattasse di un bambino o di un ragazzino, bisognerà spiegargli come comportarsi e come tenersi, oltre che trovare per lui l'abbigliamento della giusta taglia e protezione.

8. Programmare le soste

Certo, non scenderemmo mai dalla nostra moto, ma dobbiamo ricordare che - sia noi che lei - avremo bisogno di... rifornimento!
Meglio non affidarsi al caso e, per carburante e soste pasti, programmare tutto prima della partenza per non rischiare di restare con il serbatoio o lo stomaco a secco!

In giro per l'Europa ci sono tantissimi locali biker-friendly, con parcheggi dedicati e menù a prova di motociclista!

9. Corso di guida su strada

Unire l'utile al dilettevole!
Se siete alle prime armi, non vi sentite sicuri o semplicemente volete mettervi alla prova per migliorare le vostre prestazioni e la vostra sicurezza, prendete in considerazione un buon corso di guida dinamica, sicura e percettiva su strada.

Niente pista e niente piazzali: a guidare su strada si impara... su strada!

Date un'occhiata al calendario corsi di Safe Ride Experience, che propone "One-day mangiatornanti", tour in Italia o in Europa e corsi evolution con istruttori certificati.
Sentitamente consigliato anche a chi si senta già abile e arruolato alla guida. Scoprirete cose che non immaginate nemmeno.

10. Raccontaci il tuo viaggio!

Avete controllato tutto? Bene, si parte, buon viaggio!

Una volta rientrati non dimenticate di mandare una mail a viaggi@moto.it per vedere il vostro racconto (con video o foto) pubblicato nella sezione Viaggi di Moto.it!

Ultime da Viaggi

Hot now