Mercato piloti

Superbike - Tito Rabat con il team Barni Racing

- Dopo cinque anni in MotoGP Tito Rabat, campione del Mondo Moto2 nel 2014, debutterà nel 2021 nel mondiale SBK con il Barni Racing Team, che vuole riemergere dopo una stagione 2020 davvero difficile
Superbike - Tito Rabat con il team Barni Racing

La notizia circolava già da qualche giorno ed oggi è arrivata l’ufficialità. Tito Rabat sarà il pilota del Barni Racing Team nel mondiale Superbike 2021. Il contratto che lega il pilota spagnolo alla squadra di Marco Barnabò per una stagione, è stato firmato oggi presso la sede del team, alla presenza del Direttore Sportivo di Ducati Corse Paolo Ciabatti.

Esteve Rabat è nato a Barcellona; dopo aver iniziato con la 125, Tito è passato alla Moto2 laureandosi campione del mondo nel 2014. Passato alla MotoGP vi è rimasto per cinque anni, gli ultimi tre con il team Avintia Racing Ducati.

Un pilota con molta esperienza, con il quale il Barni racing Team intende ritornare ai vertici del mondiale Superbike dopo una stagione davvero difficile. Ecco le dichiarazioni riportate nel comunicato stampa della squadra bergamasca. 

Marco Barnabò, Team Principal Barni Racing Team: “Sono molto contento dell'accordo stabilito con Tito, perché ho visto in lui il nostro stesso approccio al lavoro, vale a dire con grande impegno e determinazione, per cercare di raggiungere obiettivi ambiziosi. Tutto il nostro team è pronto ad impegnarsi al massimo per metterlo nelle migliori condizioni per far bene”.

Paolo Ciabatti, Direttore Sportivo Ducati Corse: “Siamo molto contenti che Tito Rabat sia entrato a far parte del Barni Racing Team, una realtà consolidata come struttura satellite della Ducati in Superbike ormai da molti anni. Siamo sicuri che nel 2021 metterà Tito nelle migliori condizioni per esprimere tutto il suo talento. Da parte sua Rabat arriva nel mondiale SBK motivato ad ottenere dei risultati importanti, e siamo sicuri che potrà contare sul massimo supporto di Barni per raggiungerli".

Tito Rabat: “Dopo aver corso per molti anni in MotoGP adesso ho la possibilità di iniziare una nuova avventura in Superbike e voglio dimostrare anche in questo campionato tutto il mio potenziale. So che avrò a disposizione un ottimo materiale ed una bella squadra, e per questa opportunità voglio ringraziare il Barni Racing Team e la Ducati. Per me inizia oggi una nuova sfida. Sono salito per la prima volta in sella alla Ducati Panigale V4 R e non vedo l'ora di portarla in pista. Lavorerò duro per essere pronto al 100% fin dai test e spero di adattarmi il più velocemente possibile per ottenere buoni risultati".

  • Panigale11991, Torino (TO)

    Il circus della moto Gp non ha perso assolutamente nulla!! Un pilota come Rabat, catapultato in moto Gp non tanto per la sua contestabile stoffa da pilota quanto per gli sponsor ed i soldi che riesce a portare al team, non e' destinato a permanere a lungo. Per quanto mi riguarda il team Esponsorama ha perso fin troppo tempo a scaricarlo, non e' assolutamente accettabile piazzarsi per ben 5 anni nelle retrovie e rimanere praticamente anonimo tanto in prova quanto in gara!! E anche se lo spagnolo non e' stato mai doppiato, penso che ogni team tenti comunque di migliorarsi e che non sia nelle aspirazioni di nessuno incassare risultati deludenti per un lungo periodo di tempo. Non glielo auguro ma per lui nel campionato delle derivate di serie potrebbe andare alla stessa maniera, ricordo come il suo ex collega Karel Abraham nel 2016 dopo 11 anni di militanza in moto Gp passo' alla SBK con la BMW e chiuse il campionato al 18° posto in classifica, salvo poi ritornare in moto Gp con Ducati l'anno seguente e terminando la stagione soltanto 20°.
  • Bonneville T100, Montanaro (TO)

    Non saprei dire se per "convincerlo" a lasciate la sella a Marini gli hanno proposto un bel pacchetto a costo zero, senza ingaggio ovviamente, o se anche in questo caso il buon Tito continuerà a pagare per correre.
    Di una cosa sono abbastanza sicuro, lo vedremo la davanti, forse non vincerà ma qualche top 5 la vedo fattibile. Del testo è vero che in MotoGP non ha mai brillato ma anche solo per non essere doppiato devi avere una gran manetta, checché ne dicano i leoni da tastiera.......
Inserisci il tuo commento