Regolamenti

Superbike 2021, cambi regolamentari

- Diminuiscono i piloti WorldSSP300 raggruppati in un gruppo unico. Introdotti i “Long Lap Penalty”. Con la bandiera gialla nessuno si potrà migliorare. Il programma delle gare 2021
Superbike 2021, cambi regolamentari

In alcune recenti video riunioni della Superbike Commission, formata da Gregorio Lavilla (Dorna, Chairman), Franck Vassiè (FIM), Tomonori Sato (Honda), Andrea, Dosoli (Yamaha), Paolo Marchetti (Kawasaki), Marco Zambenedetti (Ducati), Marc Bongers (BMW), Brian Gillen (MV Agusta), ed alla presenza di Paul Duparc (Segretario FIM), Scott Smart (Direttore Tecnico WSBK) e Dominique Hebrard (Direttore Sportivo FIM CTI) è stato modificato il Regolamento Sportivo 2021 dei mondiali delle derivate dalla serie.

Tra le numerose decisioni prese, quelle più importanti riguardano le restrizioni di prove e test che sono state riviste con l’obiettivo di chiarire quale tipologie di moto stradali sono consentite ai fini dell’allenamento, per evitare l’utilizzo di moto da corsa.

Dal prossimo anno nelle qualifiche del WorldSSP300 ci sarà un solo gruppo di piloti e non più due. Verranno introdotti i “Long Lap Penalty” già utilizzati nelle gare della GP, ma saranno possibili solo in alcune piste, e a decidere quali sarà l’Ispettore FIM/ Responsabile della Sicurezza. Nei Long Lap Penalty il pilota penalizzato dovrà percorrere un apposito tracciato segnalato delimitato da due righe bianche sul lato esterno della pista.

Maggiori restrizioni riguarderanno l’esposizione delle bandiere gialle. I piloti dovranno rallentare per la sicurezza dei piloti coinvolti in cadute e dei commissari di pista e verrà inoltre cancellato il tempo sul giro ottenuto in presenza di bandiere gialle.

Nell’ultimo incontro della FIM Circuit Racing Commission è stato annunciato l’utilizzo obbligatorio dal 2023 di pannelli a LED sia in SBK che nell’EWC. È emerso inoltre che sarà impossibile combinare le informazioni comunicate attualmente dalle due bandiere nel caso di cambiamenti in termini di grip per ragioni di visibilità dei pannelli a LED. È stato deciso inoltre di non esporre insieme le bandiere che segnalano ‘presenza di pioggia’ ‘e cambiamenti di aderenza’.

Per quanto riguarda poi i depositi cauzionali per ricorsi e appelli, chi presenta un ricorso o un appello avrà sempre garantita la restituzione del deposito cauzionale in caso di accoglimento del ricorso stesso. Non sarà più possibile per un pilota o per un team presentare una garanzia bancaria invece di un deposito cauzionale.

Regolamentata più dettagliatamente anche la presenza in circuito dell’elicottero di soccorso, che potrà anche non essere richiesto nel caso sia presente un ospedale riconosciuto dalla FIM, adatto alla gestione di traumi significativi, con un accordo che prevede che i piloti infortunati siano trasportati dal circuito all’ospedale con mezzo stradale in via urgente entro un tempo massimo 20 minuti.

Ci sono novità anche per quanto riguarda il programma delle gare, che in sei round europei comprenderanno anche le prove e le gare della Yamaha R3 bLU cRU European Cup. Confermato il gruppo unico dei piloti WorldSSP.

Il nuovo programma dei weekend di gara della SBK è visibile attraverso questo link.

  • JaeeP, Roma (RM)

    gra61,fabio1336,
    Il Long Lap Penalty consiste nel passaggio obbligato in un area di asfalto esterna alla pista (di solito una curva) che, proprio come dice il nome, allunga il giro.
  • gra61, San Giovanni in Marignano (RN)

    Long lap penalty,come in moto gp non è una porzione breve di pista(in genere una curva o semicurva)a all'esterno da percorrere a velocità ridotta,o sbaglio?
    Un intero giro a me pare improponibile!
Inserisci il tuo commento