Superbike

Jonathan Rea: visita in ospedale ad Ana Carrasco e dedica speciale al traguardo

- Numero 11 (della sfortunata collega) sul cupolino e maglietta con dedica indossata dopo la vittoria di Gara-1 e dopo una visita in ospedale nel week end di gara
Visualizza questo post su Instagram

THANKS LEGEND!🙌❤️ Vamos #Team65

Un post condiviso da ANA CARRASCO (@anacarrasco_22) in data:

Jonathan Rea ha corso ad Aragón con il numero 11 di Ana Carrasco sul cupolino della sua Kawasaki numero 1, ed ha anche approfittato per fare una visita alla pilotessa spagnola in ospedale.

Un gesto, quello di Rea, che non è passato inosservato sui social e non solo e che dimostra come il campione del mondo in carica della Superbike si senta sempre più parte della famiglia Kawasaki, ma anche di quale spessore umano sia espressione. Tanto che dopo la vittoria di Gara-1, sabato, ha dedicato proprio alla Carrasco (e a suo nonno, nell’anniversario della morte) il successo che gli ha permesso di ipotecare anche il titolo del 2020.

La Carrasco, lo ricordiamo, è in ospedale in seguito ad incidente in prova che l’ha costretta a sottoporsi ad un delicato intervento chirurgico alle vertebre. “Un grande pilota – recita un post di Kawasaki Racing Team SBK – Ma ancora di più una grande persona. Nonostante il weekend impegnativo ha trovato il tempo di fare visita in ospedale alla nostra Ana”

  • carlo.caroni, Albavilla (CO)

    un duro,ma capace di empatia,ed un gentiluomo.
  • MAXPAYNE IT, Fusignano (RA)

    Un Campione con la C MAIUSCOLA. Un Signore della sbk!
    Jhonny è veramente, KINGJHONNY!
Inserisci il tuo commento