personaggi

Troy Bayliss torna a correre. Sugli ovali del Flat Track americano

- Il tre volte Campione del Mondo Troy Bayliss non molla e il suo ritorno alle competizioni avverrà molto presto. Il 24 maggio lo vedremo di traverso sugli ovali dell'AMA Pro Grand Series Nazionale 2015, in sella ad una Ducati
Troy Bayliss torna a correre. Sugli ovali del Flat Track americano

E' proprio vero, quando la competizione ti scorre nel sangue, non puoi farne a meno di stare lontano dalle gare e il tre volte Campione del Mondo Troy Bayliss ha intenzione di ritornare a gareggiare, questa volta però nell'AMA Pro Grand Series Nazionale 2015. Volerà oltre oceano per mettersi alla prova contro i campioni del Flat Track americano. Troy parteciperà a cinque gare in programma, prima tra tutte quella del 24 maggio a  Springfield Mile, per poi proseguire il 30 Maggio a Sacramento Mile, il 4 luglio a Du Quoin Mile, l'11 luglio a Indy Mile, per terminare il 6 settembre a Springfield Mile II.

Ormai da anni collaudatore della casa di Borgo Panigale, Bayliss correrà il Flat Track in sella ad una Ducati bicilindrica da 1100 cc, con sospensioni Penske, un telaio personalizzato e ovviamente senza il freno anteriore. Durante le cinque gare, in cui Troy parteciperà, sarà supportato dal Team Lloyd Brother, a fianco del compagno di squadra Johnny Lewis.

Dirt Track e circuiti asfaltate sono le piste dove ho tolto i miei primi denti da ragazzino

«Dirt Track e circuiti asfaltati sono le piste dove ho tolto i miei primi denti da ragazzino. Tutto quello che ho imparato sullo sterrato mi è servito poi nella mia lunga carriera di pilota nella Superbike e ritornare nuovamente dove tutto ha avuto inizio mi fa sentire ancora giovane» - ha commentato così Troy Bayliss - «Partecipare all'AMA Pro Grand Series Nazionale sarà una vera sfida e lo farò con il Team Lloyd Brother su una Ducati. In Australia il Flat Track sta crescendo e negli ultimi tre anni ho seguito molto da vicino il progetto Troy Bayliss Classic. Non vedo l'ora di andare negli Stati Uniti d'America».

  • gioel4579, Messina (ME)

    Sono stato uno un atleta di alti e credo di sapere cosa pensa Bayliss. E' rientrato alla sua veneranda età dopo 7 anni di inattività nel mondiale Sbk senza provare la moto a dovere ne tanto meno con una preparazione fisica adeguata. Eppure non ha sfigurato, si è messo dietro una decina di giovani che potevano essere i suoi figli, allenati e rampanti. In cuor suo pensa di aver bruciato inutilmente tre o quattro anni di competitività per il mondiale e adesso cerca un modo per rifarsi
  • CAIMANO74, Genova (GE)

    Ecco il richiamo del vero guerriero !!!
    Grande Troy...ce l' ha proprio nel DNA la moto, le competizioni...fa bene, che si diverta sempre e che lo faccia prima di tutto per se stesso.
    Penso che da dimostrare agli altri abbia già provveduto in passato.
    In bocca al lupo !!!
Inserisci il tuo commento