Tourist Trophy 2019

Tourist Trophy 2019: Harrison domina le prime qualifiche

- Al via la prima sessione per Lightweight e Supersport. Bene Harrison nella SS, impressiona Coward fra le bicilindriche
Tourist Trophy 2019: Harrison domina le prime qualifiche

Dopo qualche ritardo (sabato non si è potuto girare per le condizioni meteo, con una forte nebbia che ha avvolto gran parte del Mountain) la prima sessione di qualifiche all’Isola di Man ha preso il via domenica pomeriggio, con i tradizionali giri introduttivi riservati ai newcomer che hanno di fatto inaugurato l'edizione 2019 del Tourist Trophy.

A brillare è stato Dean Harrison, già vincitore nel 2018 delle due gare della Supersport, della Superbike al Classic TT e grande deluso della gara inaugurale, dove in sella alla Kawasaki Superbike ha accumulato un vantaggio di 18” al quarto giro prima di doversi ritirare per un problema meccanico. In sella alla Kawasaki ZX-6R del team Silicon Engineering, Dean ha staccato un bel giro a 126,09 miglia orarie davanti a Michael Dunlop (con la Honda gestita dal proprio team), con 123,90, e Conor Cummins a 123,71.

Lightweight a Jamie Coward, con ben 119,96 miglia orarie davanti al vincitore 2018 (in sella alla “nostra” Paton) Michael Dunlop con 118,52 miglia orarie. Primi giri per John McGuinness in sella alla Norton ufficiale, con 111,77 miglia orarie.

  • danieledefendi, Bruino (TO)

    Sono stato al TT tre volte ed é uno spettacolo inspiegabile. Bisogna viverlo di persona per capirlo. A parte le gare e il mondo legato a esse anche l'isola dal punto di vista turistico è magica. Senazioni davvero uniche. Io non vedol'ora di tornarci.
  • gas36, Adria (RO)

    Prima o poi andrò a vedere e conoscere questi pazzi scatenati di persona..
    Nel frattempo spero vinca il migliore e che non ci siamo incidenti gravi
Inserisci il tuo commento