test Jerez

Test. MotoGP e SBK in pista insieme a Jerez

- Cielo soleggiato ma temperature basse questa mattina a Jerez. Assieme in pista Superbike, CRT, GP e Stock 1000. Primo tempo per Hayden seguito da Laverty e Guintoli, ma le Kawasaki e le BMW non hanno montato i transponder | C. Baldi, Jerez
Test. MotoGP e SBK in pista insieme a Jerez


Tante moto in pista questa mattina a Jerez per una giornata di test che vede sullo stesso tracciato Superstock 1000, Superbike, CRT e MotoGP. A mezzogiorno la classifica dei tempi vedeva in testa Hayden con il crono di 1’41”546. Dietro alla Ducati dell’americano troviamo i due piloti Aprilia Laverty e Guintoli. Il francese ha finalmente firmato il contratto con la casa di Noale e da oggi è anche ufficialmente il sostituto di Max Biaggi. I primi tre piloti sono scesi sotto il muro del 1’41 mentre Fabrizio, quarto ha fermato i cronometri sul 1’42”765. Quinto posto per l’ex Superbike Aoyama che qui a Jerez guida la CRT del team Avintia Racing, equipaggiata con un motore Kawasaki. Il giapponese precede Carlos Checa che ha girato in 1’43”949 ed ha fatto meglio di Pirro e Iannone con la Ducati GP.

Nona posizione per Hector Barbera, compagno di squadra di Aoyama, che precede la prima delle Stock 1000, la Panigale del team Barni Racing guidata Niccolò Canepa al rientro in pista dopo il grave incidenete di questa estate al Nurburgring. Niccolò è ancora dolorante, ma è riuscito ad inanellare già 20 giri. Il colaudatore Aprilia Hofmann è undicesimo davanti alla seconda moto del team Barni guidata da La Marra. Chiudono la classifica Ayrton Badovini e Andrea Dovizioso. Badovini è al debutto assoluto con la 1199 ed il team Alstare, mentre Dovizioso ha percorso solo due giri prima di rientrare al suo box dal quale non è più uscito. Si presume di rivederlo in pista dopo la pausa pranzo.

Questi i tempi ufficiali, ma non dimentichiamoci che sia le Kawasaki di Sykes e Baz che le BMW di Davies e Melandri hanno preferito non montare i trasponder. Le voci provenienti dal box della verdona attribuiscono a Sykes lo stesso tempo di ieri 1’41’0 che lo porterebbe in teta alla classifica dei tempi. Niente è invece filtrato dal team BMW Motorrad Italia, ma certamente ne sapremo di più questa sera al termine delle prove.

Tempi


Niky Hayden – Ducati GP – 1’41”546
Eugene Laverty – Aprilia SBK – 1’41”694
Sylvain Guintoli –  Aprilia SBK - 1’41”941
Michel Fabrizio – Aprilia Red Devils Roma – 1’42”765
Hiroshi Aoyama – FTR Kawasaki CRT – 1’43”500
Carlos Checa – Ducati Alstare – 1043”949
Michele Pirro – Ducati GP – 1’44”295
Max Neukirchner - Ducati - 1'45"300 
Andrea Iannone – Ducati GP - 1’45”353
Hector Barbera – FTR Kawasaki CRT – 1’46”135
Niccolò Canepa – Barni Ducati – 1’47”148
Alex Hofmann – Aprilia SBK – 1’47”300
Eddi la Marra – Barni Ducati – 1’47”806
Ayrton Badovini – Ducati Alstare – 1’47”806
Andrea Dovizioso – Ducati GP – 1’48”516
 

  • Power2542, Ciampino (RM)

    VAI TOM!!!

    Grande Tom con la sua Kawasaki!!!!
  • ICEICE, Cesena (FC)

    mmm

    quindi secondo il tuo ragionamento la yama smessa 2 anni fa che è ed era una moto vincente è tutto merito di Vr?
    non fa una piega il ragionamento mi domando che cosa fanno tutti i personaggi che girono attorno al mondo corse.......
Inserisci il tuo commento