Trofei

Si chiude (quasi) la stagione 2019 racing delle due ruote in pista targata DEMORACE

- Quasi 100 piloti in pista a Latina per l'ultima CNV Selettiva Centro MotoASI & Open Trophy Centro Italia 2019. Sabato in pista anche il TORM

Nel weekend del 14/15 Settembre contraddistinto da temperature estive, nel Circuito Internazionale “Il Sagittario” di Latina sono stati tantissimi (quasi 100) i piloti a scendere in pista e a darsi battaglia per quella che è stata l’ultima tappa del campionato CNV Selettiva Centro MotoASI & Open Trophy Centro Italia 2019. Durante la giornata di Sabato si è svolta anche la tappa del TORM Sterilgarda 2019, Trofeo Ohvale Rental Master con le moto messe a disposizione dall’organizzazione Demorace.

Vediamo categoria per categoria cosa è successo. 
Miglior tempo in qualifica per Daniele Cinelli che parte davanti ai 9 piloti schierati in prefinale TORM Sterilgarda. Tuttavia le sportellate sono tra Fiorenzo Palli e Mirko Pagnotta, quest’ultimo al termine della gara dichiara: “Sono soddisfatto di questa gara dove ho visto per primo la bandiera a scacchi, però devo fare un appunto ai cronometristi: Mirko si scrive con la k….”. Alfredo Falcione, non staccatissimo dai primi, arriva terzo della categoria Medium e porta a casa punti preziosi per il Team ADCoRSE che risulterà vincitore di giornata nella speciale classifica dei Team. In gara 2 non cambia la musica, sempre primo Mirko Pagnotta con Palli subito dietro. Nella categoria Light vince Daniele Cinelli, nella categoria Heavy Alessandro Marini ha la meglio su Amasio Porcelli del Team Templari di Sabaudia, mentre nella categoria Junior porta a casa il primo posto Mattia Cruciani del Team Gladio ASD. Nella categoria Medium, la più numerosa, oltre ai primi tre piloti già citati completano la classifica Christian Galbiati e Camillo Di Luzio, ASD Garage Italia, alla loro prima gara TORM Sterilgarda del 2019. Prossimo appuntamento il 22 Settembre al Sardinia Circuit WS98 di Tramatza (OR) in terra sarda dove sono previsti circa 40 piloti, poi il 29 Settembre il TORM Sterilgarda si trasferisce a Civitavecchia al 84 Next Generation Circuit gestito dall’ex pilota Ducati SBK Michel Fabrizio che sarà presente per omaggiare i partecipanti con autografi e foto.

Passiamo all’Open Trophy categoria PITBIKE OPEN dove si sfidano tre tipologie di moto tutte con ruote da 12”: Honda CRF, Minimotard 2T e Pitbike Open. A partire dalla pole è Manolo Di Francesco, del team MRT Motognurant Racing Team, con il tempo di 1’02”060'''. Allo spegnimento del semaforo di Gara1 si fa però beffare da Giulio De Paoli, del team PM SuperMoto Racing, che scattava dalla seconda posizione autore di un’ottima partenza, gira in prima posizione già dalla prima curva. I due provano subito a scappare ma dietro di loro De Paoli Giacomo, gemello di Giulio, sembra fare un po’ da elastico approfittando della bagarre dei due per ricucire i distacchi. Nel corso del terzo giro, Fabio Del Giovane, Scuderia D'Ettorre, e Fabio Migliorini, Punto Moto Corse, in lotta fra di loro per la posizione incappano in una scivolata che li porta entrambi ad abbandonare la gara. A sei giri dal termine De Paoli Giulio, che era in quel momento in testa, ha una piccola incertezza in curva tre, che lo costringe ad un largo e rimette Di Francesco in testa al gruppo. Ancora scintille fra i due nel corso degli ultimi giri, a due passaggi dalla fine Giulio De Paoli si rimette davanti a tutti, ad ogni curva prova la staccata al limite per non far passare l’avversario e ci riesce tagliando il traguardo in prima posizione, seguito appunto da Di Francesco e dal fratello Giacomo. “Sono soddisfatto per la gara era esattamente quello che cercavamo. Per quanto riguarda l’errore a metà gara, ho sbagliato traiettoria e mi sono visto costretto ad andare sull’erba” afferma il vincitore a fine gara. Autori di una bellissima lotta anche David Pierluigi, Shark Team ASD, Paolo Conte, Campania Sport Moto Racing, e Andrea Abate, AS Racing Team, mentre si contendevano la settima posizione. In Gara2 è sempre De Paoli Giulio ad avere la partenza migliore, seguito da Di Francesco e da Tommaso Martelli, che nelle prime curve passa De Paoli Giacomo che scattava dalla terza casella dello schieramento. Ma già nel corso del secondo giro Di Francesco si riprende la sua prima posizione e tenta la fuga. Si formano così due coppie: una in lotta per la prima posizione e una per la terza. Dietro di loro Francesco Ferraro del Shark Team ASD, riduce il suo svantaggio sul quarto, salvo poi essere sfortunatamente protagonista di una scivolata in curva 3. Giulio De Paoli si prende di nuovo la testa della gara, ma Di Francesco non gli lascia vita facile e fino all’ultimo giro tenta il tutto per tutto ma non riesce. “Sarei potuto uscire più forte nelle ultime curve e passarlo, c’è mancato veramente poco” afferma a fine gara Manolo di Francesco. Ed ecco la classifica finale del campionato Open Trophy Centro Italia 2019 suddiviso per le tre categorie di questa griglia. Minimotard: 1° Manolo Di Francesco, 2° Paolo Conte, 3° Andrea Abate. Honda CRF: 1° Giulio De Paoli, 2° Francesco Ferraro, 3° Pierluigi David. Pitbike Open: 1° Maurizio Paoli, 2° Luca Gavazzoni, 3° Fabio Migliorini. Campione Regionale Abruzzo MotoASI 2019 Open Trophy 12”: Giulio De Paoli. Campione Regionale Lazio MotoASI 2019 Open Trophy 12”: Manolo Di Francesco. Appuntamento il 26/27 Ottobre a Latina, Circuito Internazionale “Il Sagittario” per la Finale Open MotoASI 2019 che decreterà i campioni nazionali di queste categorie.

Per la categoria CNV OHVALE 160cc vediamo la gara svolta sia dai piloti della classe Agonisti che della classe Leggeri in un'unica griglia che ha visto la presenza di una Wild Card importante come Michel Fabrizio e dell’esperto Mattia Martella sempre come Wild Card. Davanti a tutti parte Michel Fabrizio, 84 Next Generation Circuit, che ottiene la pole con il tempo di 1’02’’943''' unico pilota a scendere sotto il muro dell’ 1’03’’, ma Mattia Martella che scattava dalla seconda posizione prende subito la testa della gara, Fabrizio in curva 4 con un sorpasso all’interno prova a rimettersi alla guida del gruppo ma Martella di forza gli restituisce il sorpasso e si riprende la leadership. Intanto dietro Federico Petrucci, Spider Pitbike Racing Team, e Dennis Catena, TT Racing, si studiano da molto vicino. Caduta per il leader della categoria Agonisti Mauretto Illuminato, MRacing, che riesce fortunatamente a rimettersi in gara. Per la prima posizione intanto il duello è serrato, ed innumerevoli sono gli scambi di posizione. Altra caduta in curva 3 per Andrea Cottini, Punto Moto Corse, che rimane pericolosamente al centro della curva, salvo poi recuperare la moto e rimettersi subito in sella. Ad alimentare il fantastico duello fra Fabrizio e Martella, si aggiungono Petrucci e Catena che si scambiano la posizione con l’intento di chiudere in terza posizione. Proprio a pochi giri dal traguardo Martella impegnato in un doppiaggio finisce a terra, ed è costretto a perdere molte posizioni finendo quarto sulla linea del traguardo “Mi dispiace troppo, non so se fosse esattamente in traiettoria, so che me lo sono trovato davanti ho provato in tutti i modi a schivarlo ma non ci sono riuscito” affermerà sconsolato a fine gara. Davanti a lui Petrucci, Catena e Fabrizio che afferma “Mi aspettavo di avere per tutta la gara Mattia vicino, è bravissimo. Un vero peccato non essere arrivati all’ultima curva insieme”. Stessa partenza per Gara2, Martella si rimette fin da subito in testa al gruppo ed insieme a Fabrizio iniziano a costruire il loro vantaggio. Nel corso del terzo giro sembra Martella ne abbia un po’ di più per tentare una fuga. Intanto si ripropone anche la lotta fra Petrucci e Catena. Dietro di loro cinque i piloti in lotta per la quarta posizione: Cottini, Alessandro Rossi, del ABC Racing Team, Illuminato, Simone Capponi, sempre del ABC Racing Team, e Marco Bollini, Punto Moto Corse. Nel corso del sesto giro Catena si prende la terza posizione ai danni di Petrucci ma un piccolo errore in curva 2 gli fa perdere la posizione e diverso margine sull’avversario. Non passa troppo tempo che anche Petrucci incappa in un errore in curva 5 che gli costa la posizione. Intanto a causa di un problema al cambio che lo aveva infastidito anche in Gara1, Fabrizio è costretto al ritiro. Martella senza più avversari a disturbarlo va a vincere e fa segnare anche un tempo da qualifica con un 1’02’’784’’’ e afferma “Ora sono soddisfatto! Ci voleva anche questo giro veloce”. Dietro di lui è ancora Catena ad avere la meglio su Petrucci, mentre Rossi la spunta sul gruppone per la quarta posizione. Ed ecco la classifica finale del campionato CNV Selettiva Centro 2019 suddiviso per le due categorie di questa griglia. Ohvale 160cc Agonisti: 1° Mauretto Illuminato, 2° Lorenzo Bianchetelli, 3° Nico Serra. Ohvale 160cc Leggeri: 1° Federico Petrucci, 2° Alessandro Rossi, 3° Marco Bollini. Campione Regionale Abruzzo e Lazio MotoASI 2019 Ohvale 160cc Agonisti: Mauretto Illuminato. Campione Regionale Abruzzo MotoASI 2019 Ohvale 160cc Leggeri: Federico Petrucci. Campione Regionale Lazio MotoASI 2019 Ohvale 160cc Leggeri: Dennis Catena. Staccano il pass per la finale nazionale di Adria del 5/6 Ottobre tutti i piloti della Selettiva Centro Italia di queste due categorie ad eccezione di Simone Tranquilli che purtroppo non ha partecipato a quest’ultima tappa e non ha portato a casa i punti necessari per entrare nei primi 26 a livello nazionale, tuttavia può rientrare nella Waiting List delle Wild Card.

Per la categoria OHVALE 160 Rookies sono stati nove i giovanissimi a darsi battaglia per l’ultima tappa decisiva del Campionato CNV Selettiva Centro 2019. Andrea Ferrini, del Team 4 Tempi, il più veloce in qualifica fa segnare il tempo di 1'03''191'''. Ferrini prende subito la testa della gara, con uno spunto perfetto al via e porta con se Justyn Toti, del team TTRacing, e Carmine Ruotolo del team MRacing. Problemi al via per Lara Crescioli, del GD Racing School, che per un problema tecnico alla moto si ferma a dieci metri dalla partenza senza neanche affrontare curva 1. I tre in testa vanno via insieme e incrementano subito un grande distacco con gli avversari. Nella prima parte di gara è Ruotolo che prova a insediare la posizione di Toti, più di una volta lo affianca sul rettilineo prima di curva 5, ma ogni volta Toti stacca forte e riesce a mantenere la seconda posizione. Passata la metà gara Ruotolo sembra accusare un pò di stanchezza e lascia andare i primi due in solitaria. Toti cerca giro dopo giro di ricucire il distacco, arriva vicinissimo all'ultima curva ma non a sufficienza per impensierire la posizione di Ferrini. Diversa sorte in Gara2, la partenza ottima questa volta è di Toti che si mette in testa al gruppo a dettare il passo. In testa rimane fino all'ultimo giro, nonostante per tutta la gara Ferrini e Ruotolo lo marchino da vicino riesce a rimanere saldamente al comando, per una gara molto tranquilla senza colpi di scena. "Adesso si, sono soddisfatto. Ad inizio gara ero riuscito ad accumulare un pò di margine ma ho visto che mano mano lo perdevo, perciò ho sempre dato il massimo per tutta la gara" afferma il vincitore Justyn Toti al termine. Ed ecco la classifica finale del campionato CNV Selettiva Centro 2019 per questa categoria. Ohvale 160cc Rookies: 1° Andrea Ferrini, 2° Carmine Ruotolo, 3° Justyn Toti. Campione Regionale Lazio MotoASI 2019 Ohvale 160cc Rookies: Andrea Ferrini. Campione Regionale Abruzzo MotoASI 2019 Ohvale 160cc Rookies: Carmine Ruotolo. Staccano il pass per la finale nazionale di Adria del 5/6 Ottobre tutti i piloti della Selettiva Centro Italia di questa categoria.

Per la categoria SUPERMOTO AMA e S-AMA Calistri Francesco, del team Vuelle Racing Team, conquista la Pole con il tempo di 01'02''154''', salvo poi per una svista non presentarsi in griglia per Gara1 lasciando vita facile agli avversari. D'Annunzio Antonio, del Team BG, autore di una partenza perfetta riesce a recuperare svariate posizioni, sfortunatamente a causa di una caduta in curva 13 è costretto a reinventare da capo la sua gara. Poche curve dopo la gara perde un altro pilota Lumicisi Rocco Francesco, del team Pizziconi Racing, a causa di una caduta in curva 4. Esposito Antonio, del Team Pit Stop 46, comanda la gara seguito dalla coppia in lotta per la seconda posizione formata da Matalucci Marco, del Team FRT, e Angelini Daniele del Vuelle Racing Team. Lo sprint finale è senza dubbio di Gabbianelli Matteo che, autore di una fantastica rimonta si porta ai piedi del podio a soli cinque giri dal termine. In curva 5 è autore di un doppio sorpasso su Matalucci ed Esposito. Matalucci che ne approfitta a sua volta per prendersi la seconda posizione su Esposito che in un sol colpo si ritrova terzo. Intanto nel corso del penultimo giro la gara perde la sua quota rosa, Amorosi Loredana del team MP Racing che scivola in curva 12. Gabbianelli contentissimo a fine gara afferma:" Ho faticato un pò all'inizio, non mi sentivo troppo apposto con le gomme. Davanti a me erano tutti attaccati perciò ho cercato prima di capire i loro ritmi, poi ho imposto il mio, ragionando con calma per recuperare. Ringrazio il team LUX Racing per le gomme e il team L30 Racing Pesaro per la moto, e soprattutto la mia famiglia". In Gara2 Matalucci si mette fin dalle prime curve in prima posizione ed Esposito gli si mette dietro. Insieme cercano di prendere margine sul gruppo che insegue. Dietro di loro la lotta si consuma fra Calistri e Lumicisi per la terza posizione. Mentre Matalucci fugge, Esposito a cinque giri dalla fine sembra avere delle difficoltà e i due dietro recuperano margine. Come in Gara1, Gabbianelli inizia la sua rimonta passando prima Lumicisi e Calistri per poi a tre giri dalla bandiera a scacchi insidiare Esposito. Il sorpasso avviene nel corso del penultimo giro, in curva 5 Gabbianelli conquista la seconda posizione e così taglia il traguardo, nulla può contro Matalucci che nonostante avesse perso gran parte del margine riesce a tagliare il traguardo davanti a tutti. “Peccato aver fatto secondo in Gara1, a fine gara però non ce la facevo più, avevo paura che arrivassero gli altri” afferma il vincitore. Ed ecco la classifica finale del campionato Open Trophy Centro Italia 2019 suddiviso per le due categorie di questa griglia. Supermoto SMV AMA: 1° Giuseppe Esposito, 2° Thomas Scardella, 3° Antonio Esposito. Supermoto SMV S-AMA: 1° Giuseppe Mastellone, 2° Antonio Graziano Gaspari, 3° Marco Salati. Campione Regionale Abruzzo MotoASI 2019 Supermoto SMV AMA: Giuseppe Esposito, Campione Regionale Lazio MotoASI 2019 Supermoto SMV AMA: Thomas Scardella. Campione Regionale Abruzzo MotoASI 2019 Supermoto SMV S-AMA: Antonio Graziano Gaspari, Campione Regionale Lazio MotoASI 2019 Supermoto SMV S-AMA: Giuseppe Mastellone. Appuntamento anche per loro per il 26/27 Ottobre a Latina, Circuito Internazionale “Il Sagittario” per la Finale Open MotoASI 2019 che decreterà i campioni nazionali di queste categorie. Arriveranno piloti dalla Selettiva Sud MotoASI e da altre parti d’Italia per un grande spettacolo in pista e nel paddock che coronerà una stagione indimenticabile per tutti.

Per la categoria CNV Pitbike Stock vediamo racchiuse le classi S1 Over ed Under, S2 Over e S3 Under e Over insieme in un'unica griglia. La pole assoluta va a Daniele Aguzzi dello Shark Team ASD, appartenente alla classe S1 Over, con il tempo di 1’03’’693’’’. Gara1 vede una partenza molto fluida da parte di tutto il gruppo, Lorenzo Barcaro del team Barcaro reparto Corse, classe S1 Under, si mette in testa al gruppo ed assieme al Pole Man tenta la fuga. La terza posizione vede una lotta molto accesa fra Francesco Silipo, PM Supermoto Rancing, Fabio Benvenuti, TTracing e Marco Smeraldo, Smeraldo Team. A metà gara Smeraldo compie il sorpasso che lo mette in testa al gruppetto in bagarre, mentre Aguzzi sembra non averne più per tentare l’attacco su Barcaro. I primi cinque piloti della gara rimangono racchiusi in un paio di curve pronti a tutto. A cinque giri dalla fine Benvenuti passa Smeraldo che rimane in agguato fino all’ultimo giro quando compie il sorpasso decisivo che gli consegna il terzo gradino del podio. Barcaro taglia il traguardo in prima posizione con un margine di 00’’426’’’ su Aguzzi ed aggiunge a fine gara: “Una gara molto combattuta perché sapevo che eravamo tutti vicini come tempo sul giro, stancante perché non ti puoi permettere di mollare neanche un po’ il gas”. Per la categoria S1 Over è Alessandro Oriolo, team Rate Racing a tagliare per primo il traguardo, Nicola Pani, Team Ciatti per la S3 Under e Alessandro Mariella compagno di team di Pani per la S3 Over. In Gara2 Aguzzi incappa in una brutta partenza che gli costerà posizioni e tempo sugli avversari. Barcaro si impone di nuovo davanti a tutti e prova subito a mettere del margine fra se e gli inseguitori. La gara vede subito la caduta di Joseph Calascibetta, team Ciatti che è costretto al ritiro. Si ripropone anche la lotta fra Smeraldo, Benvenuti e Silipo questa volta per la seconda posizione. Una gara sfortunata che si vede privata al quinto giro di un altro pilota: Gianni Pigolotti del team Punto Moto corse e al settimo giro, nell’ultima curva del tracciato, proprio di Benvenuti mentre ancora era in lotta per il podio. Prima della caduta alla lotta per la seconda posizione si erano aggiunti anche Sabrina Della Manna, team Ayrton Factory e Aguzzi in rimonta dopo il via. Barcaro giunge indisturbato alla bandiera a scacchi a spuntarla sul gruppo per il secondo gradino del podio è proprio Aguzzi che a fine gara afferma: “non sarei comunque riuscito a prendere Lorenzo, neanche con una buona partenza. Ma sono contento perché comunque della mia categoria chiudo primo”. Dietro di lui a chiudere il podio Smeraldo. Ed ecco la classifica finale del campionato CNV Selettiva Centro 2019 per queste categorie. CNV Pitbike S1 Under: 1° Lorenzo Barcaro (Campione Regionale Abruzzo e Lazio MotoASI 2019), 2° Fabio Benvenuti. CNV Pitbike S1 Over: 1° Marco Smeraldo (Campione Regionale Abruzzo e Lazio MotoASI 2019), 2° Daniele Aguzzi, 3° Francesco Silipo. CNV Pitbike S2 Over: 1° Fabio Cau, 2° Joseph Calascibetta (Campione Regionale Abruzzo MotoASI 2019), 3° Alessandro Sette, mentre il Campione Regionale Lazio MotoASI 2019 di questa categoria è Lorenzo Falessi. CNV Pitbike S3 Under: 1° Elio Pompei (Campione Regionale Abruzzo e Lazio MotoASI 2019), 2° Nicola Pani, 3° Alessandro Bartolini. CNV Pitbike S3 Over: 1° Gianni Pigolotti (Campione Regionale Lazio MotoASI 2019), 2° Alessandro Mariella (Campione Regionale Abruzzo MotoASI 2019), 3° Salvatore Ravagnoli. Tutti staccano il pass per l’evento nazionale di Adria del 12/13 Ottobre dove ci sarà una “reunion” con i piloti di un altro campionato importante come il Dodici Pollici Italian Cup, sempre sotto egida di MotoASI.

Chiudiamo con la categoria SUPERMOTO PRO e S-PRO. Ciro Pizzo, del Tony Pizzo Racing Team, ottiene la prima casella dello schieramento con il tempo di 58’’287’’’. Autore anche di una buona partenza mantiene la sua prima posizione. Dietro di lui Adolfo Ferro, A.F. 41 team, e Emiliano De Santis, Pizziconi Racing, sfilano indisturbati in seconda e terza posizione. La quarta posizione è tiratissima! Ben sette i piloti in bagarre per accaparrarsela. Rimangono compatti fino a quattro giri dalla bandiera a scacchi quando in lotta rimangono Gianni Giancristofaro, Transilvania Racing, Alessio Palma, PM Supermoto Rancing, Domenico Fasanella, PHX Racing e Andrea Iezzi del team Zeta. A soli tre giri dalla fine Iezzi scivola in curva 12 lasciando la lotta con tre protagonisti. A spuntarla sarà Giancristofaro mentre i primi tre piloti rimangono congelati per tutta la gara fino al traguardo. Pizzo affermerà a fine gara: “era una gara test, dovevamo trovare il tempo sul giro visto che da ieri che faticavamo a trovare il set up. Sono soddisfatto e faccio i miei complimenti all’organizzazione impeccabile! “. Gara2 vede un iniziale fuga a due fra Pizzo e Ferro, mentre il resto del gruppo segue compatto. Le posizioni nel corso della gara si solidificano e rimangono tali. Ad un giro dalla fine sfortunatamente la gara perde uno dei sui protagonisti, Esposito scivola in curva 1 ed è costretto ad abbandonare la gara. Il podio si riconferma identico a Gara1 per una gara decisamente più rilassata del solito. Ed ecco la classifica finale del campionato Open Trophy Centro Italia 2019 suddiviso per le due categorie di questa griglia. Supermoto SMV PRO: 1° Luca Orsini, 2° Alessandro Sciarretta, 3° Alessio Palma. Supermoto SMV S-PRO: 1° Marco Matalucci, 2° Giulio Di Michele, 3° Alfonso Rapicano. Campione Regionale Abruzzo MotoASI 2019 Supermoto SMV PRO: Alessandro Sciarretta. Campione Regionale Lazio MotoASI 2019 Supermoto SMV PRO: Luca Orsini. Campione Regionale Abruzzo MotoASI 2019 Supermoto SMV S-PRO: Domenico Fasanella (poi passato in PRO per le performance come da regolamento). Campione Regionale Lazio MotoASI 2019 Supermoto SMV S-PRO: Marco Matalucci. Appuntamento anche per loro per il 26/27 Ottobre a Latina, Circuito Internazionale “Il Sagittario” per la Finale Open MotoASI 2019 che decreterà i campioni nazionali di queste categorie. 

Classifiche di giornata e di campionato su: http://cnv.motoasi.it 

Si ringraziano Prabasha Photography di Dilhan Fernando e FotoStaff di Mauro Virgini per le meravigliose foto. Grazie a Alessandra Guidi per l’articolo e le interviste in diretta ai protagonisti delle pole position delle categorie Ohvale 160cc Rookies, Pitbike Open e Ohvale 160cc Leggeri. Grazie allo speaker Luca per aver fatto emozionare tutti i presenti.

Prossimi appuntamenti confermati:
4/5/6 Ottobre, Adria International Raceway (RO), Finale Nazionale CNV Ohvale 2019.
26/27 Ottobre, Circuito Internazionale “Il Sagittario” (LT), Finale Open MotoASI dedicata a Supermoto SMV e SMX, Minimotard 12”, Honda CRF 12” e Pitbike Open 12”.

Infoline Whatsapp: 392-7522504

Commenti

Non è ancora presente nessun commento.
Inserisci il tuo commento