Focus

Schumi cade nel campionato tedesco

- Vi raccontiamo la cronaca della gara del campione di Formula Uno nell’IDM. Dalle qualifiche – in cui ha ottenuto il penultimo posto – sino alla caduta di gara 2


Lo scorso fine settimana Michael Schumacher ha corso la sua prima gara tra i professionisti del campionato tedesco di Superbike (IDM), che vede scendere in pista i migliori team e i piloti più veloci di Germania.

Schumi aveva già corso con ottimi risultati il Trofeo Ktm in sella alla Super Duke 990 (clicca qui per saperne di più).
Ben 3 gare nell'arco di 2 sole settimane hanno preceduto l'appuntamento di Schumi con la Superbike tedesca.
Un tirocinio rapido e indispensabile ad ottenere la super licenza IDM.

Sul circuito di Oschershleben il sette volte campione di Formula Uno è stato ammesso in qualità di wildcard all'interno della forte squadra Holzhauer Racing, detentrice del titolo di campione con il pilota Martin Bauer.

Il 37enne è sceso in pista con una Honda CBR1000RR Fireblade simile in tutto e per tutto a quella del compagno di squadra.
Una moto impegnativa e vincente (Bauer ha infatti vinto entrambe le gare a cui ha preso parte), forte di oltre 190 cavalli per circa 170 kg di peso.

Michael non si è certo fatto intimorire da questi valori e, con la meticolosità che da sempre lo contraddistingue, ha sfruttato anche i mesi invernali per acquisire confidenza e familiarità con la Superbike di casa Honda.
Lo si è visto girare sulle piste di Pannoniaring (Ungheria), di Lausitz e di Oschersleben, spesso in compagnia del 32enne Bauer e della giovane promessa dell'IDM, Mattias von Hammerstei (ha solo 20 anni).

Risultati in gara. Aspettando tempi migliori
La gara di Michael Schumacher è stata condizionata anche dal maltempo, che certo non ha aiutato il debutto del fenomeno tedesco nell'arena dei piloti professionisti dell'IDM.
Schumi si è qualificato per il rotto della cuffia, ottenendo il 39esimo tempo (su 40 partenti).

Gara 1
ha regalato all'ex ferrarista un risultato apprezzabile: 28esimo sul traguardo, con un tempo sul giro di circa 3 secondi superiore rispetto al record del compagno di squadra Bauer.
Gara 2 è andata come avrete intuito dalla foto di apertura. Caduta e conseguente ritiro per Michael Schumacher.

La sfida è rimandata al prossimo appuntamento della Superbike tedesca. Difficile credere che il cannibale tedesco a questo punto corra solo per divertimento.


Andrea Perfetti


Foto: Motorcyclesnews.com

  • DaRiO6104, Milano (MI)

    Assaggio

    Bhè ormai ha provato tutto eccetto che cadere in gara...
    Per lui è stato solo una prova credo, non si sa, lo potrebbe aver fatto apposta =)
  • albemar, Vercelli (VC)

    giù il cappello!!!

    Niente da dire... Mi ha sempre dato fastidio il Schumacher pilota di moto, perchè pensavo che andare forte in pista con la moto fosse molto diverso rispetto alla macchina, ma a questo punto bisogna ammettere che con qualunque mezzo a motore il Fenomeno diventa presto competitivo. Non c'entrano 2 o 4 ruote. E' davvero di un altro pianeta. Complimenti. Grande Shumy!
Inserisci il tuo commento