Rally 2019

Africa Eco Race 2019. Botturi domina l'8ª tappa

- Botturi vince l'8ª tappa - la quarta delle 7 disputate - e s'impone come dominatore del rally africano
Africa Eco Race 2019. Botturi domina l'8ª tappa

Le dune della Mauritania fanno da scenario all'ottava tappa. La speciale di 445 chilometri ha visto Alessandro Botturi (Yamaha) tagliare per primo il traguardo. Il Bottu è arrivato insieme al norvegese Pal Ander Ullevålseter,  che ha chiuso esattamente a due minuti dall'italiano perdendo il suo vantaggio in partenza questa mattina. Botturi partiva in terza posizione oggi, ma ha raggiunto i due avversari partiti davanti dopo soli 20 chilometri e ha nuovamente aperto la pista, specialmente nell'ultimo tratto, quando al traguardo mancavano circa 70 chilometri.

“Abbiamo fatto tutta la tappa insieme oggi – racconta Botturi al bivacco in mezzo al nulla di Amodjar – poi Ulleval si è messo ad andare forte e ha tentato di andar via, ma io non ho mollato e gli sono sempre stato attaccato. Deve sapere che io non mollo e non mi distraggo, io ci sono”.

Franco Picco, rimasto solo ora in gara dopo la caduta del suo amico ieri, ha potuto elevare un po' il suo ritmo e al traguardo si è presentato con una ottima 11ª piazza assoluta che lo ha portato alla 15ª posizione in classifica assoluta. “La tipica tappa mauritana – spiegava il pilota vicentino appena arrivato al bivacco – con le dune abbastanza tenere, probabilmente per il vento degli ultimi giorni. C'era da aspettarselo però, perchè questa tappa sarebbe dovuta essere la seconda parte della marathon, e la prima ieri era abbastanza veloce, il che significa che in genere il secondo tratto è tosto”. 


Domani si riparte per la nona tappa di questa Africa Eco Race e, come già ieri, sarà nuovamente una tappa ad anello durante la quale le assistenze non si muoveranno dal bivacco: partenza ed arrivo da Amodjar, con un chilometraggio totale di 482,82 chilometri suddivisi fra un primo trasferimento da 38,7, una speciale da 374,37 e un ultimo trasferimento da 69,72 km. Si tratta di una speciale che si è già corsa lo scorso anno, ma questa volta verrà effettuata al contrario.

Classifche

MOTO

Classement Général - 09/01/2019 41 concurrent(s) classé(s)
Pos pgr Nat. Pilotes Marque Grp/Pos Cl/Pos Scratch Diff 1er Péna
1 0 103   BOTTURI Alessandro   450 / 1 450 / 1 31:52:32    
2 0 100   ULLEVÅLSETER Pal Anders   450 / 2 450 / 2 31:59:47 00:07:15 -00h00
3 0 116   AGAZZI Simone   450 / 3 450 / 3 34:03:13 02:10:41  
4 0 109   BENKO Martin   450 / 4 450 / 4 34:15:39 02:23:07 00h06
5 0 102   JENSEN Felix   450 / 5 450 / 5 34:26:34 02:34:02 00h03
6 +1 157   CAVELIUS Philippe   450 / 6 450 / 6 36:56:38 05:04:06 -00h14
7 -1 123   CIPOLLONE Domenico   450 / 7 450 / 7 37:13:36 05:21:04 -00h05
8 +1 101   ARREDONDO Francisco   450 / 8 450 / 8 37:16:22 05:23:50 00h20
9 +1 106   CARILLON Patrice   450 / 9 450 / 9 37:46:06 05:53:34  
10 +2 135   VIDAL Guillaume   450 / 10 450 / 10 38:06:24 06:13:52 00h03
11 +2 133   RAHM Henrik   / 1 +450 / 1 39:41:40 07:49:08 00h20
12 +2 104   ZATKO Jan   / 2 +450 / 2 39:49:21 07:56:49 00h06
13 +4 128   CECCONI Maurizio   450 / 11 450 / 11 40:36:57 08:44:25 00h06
14 +2 161   DUBOIS Norbert   450 / 12 450 / 12 41:14:22 09:21:50 -00h07
15 +3 139   MABBS David   450 / 13 450 / 13 41:29:44 09:37:12

AUTO/CAMION

 

Classement Général - 09/01/2019 36 concurrent(s) classé(s)
Pos pgr Nat. Pilotes Marque Grp/Pos Cl/Pos Scratch Diff 1er Péna
1 0 203   STRUGO Jean Pierre
BORSOTTO Francois
  T1 / 1 1.3 / 1 30:48:26    
2 +2 204   FROMONT Yves
VIDAL Paul
  T1 / 2 1.4 / 1 32:13:20 01:24:54  
3 -1 205   MARTIN Patrick
BIGOT Didier
  T1 / 3 1.4 / 2 32:30:11 01:41:45  
4 +1 208   JULIEN Jean Noel
JULIEN Rabha
  T1 / 4 1.3 / 2 32:45:49 01:57:23  
5 -2 210   GERARD David
DELACOUR Pascal
  T1 / 5 1.3 / 3 32:49:04 02:00:38  
6 0 404   JACINTO Elisabete
MARQUES Jose
COCHINHO Marco
  T4 / 1 4.1 / 1 33:26:13 02:37:47  
7 0 216   MOGNIER Gerald
ROUBIN Pierre
  OP / 1 / 1 34:55:23 04:06:57  
8 0 401   ESSERS Noel
LAUWERS Marc
COONINX Johan
  T4 / 2 4.1 / 2 35:25:28 04:37:02  
9 +3 257   ROQUESALANE Rudy
FERRI Vincent
  T3 / 1 3.1 / 1 37:29:05 06:40:39  
10 0 403   VAN VELSEN Aad
SIEMONS Marco
OOSTING Harry
  T4 / 3 4.1 / 3 37:36:46 06:48:20  
11 +2 223   COUSIN Francois
COUSIN Stephane
  T1 / 6 1.1 / 1 38:39:51 07:51:25 00h15
12 -1 402   ELFRINK Johan
SCHUTTEL Dirk
  T4 / 4 4.1 / 4 39:06:40 08:18:14  
13 +2 256   FRETIN Bruno
CHARBONNIER Willy
  T3 / 2 3.1 / 2 40:44:23 09:55:57 00h15
14 +2 255   FRETIN Benoit
PICHARD Anthony
  T3 / 3 3.1 / 3 41:18:25 10:29:59 00h15
15 -1 259   PISSON-CECCALDI Jean-luc
GAIDELLA Thomas
  T3 / 4 3.1 / 4 44:26:46 13:38:20 01h00
  • Personal Jesus, Scorze' (VE)

    botturi è ciccione
  • Corvus8470, Milano (MI)

    Gara stupenda, un ottimo test per lo sviluppo delle moto da competizione, dell'organizzazione della squadra e da comunque visibilità a certi percorsi più facili di quelli di una Dakar del passato. Mi è spiaciuto per il "declassamento" di Botturi, ma sta semplicemente facendo il tester in gara per Yamaha, lasciando ai compagni di squadra oggettivamente più veloci (ma magari meno esperti) il compito di prepararsi alla Dakar senza dover sviluppare la moto.

    Alla fine le moto della EcoRace sono molto simili a quelle della Dakar, e già si vede che il Bottu è di un altro pianeta rispetto agli altri partecipanti, e stiamo parlando comunque di gente che comunque corre rally raid di mestiere.
    Non dico che fare metà classifica alla Dakar sia come fare metà classifica in motoGP ma ci siamo quasi. Quando questi piloti denigrati in quanto "medi" scendono di un gradino fanno vedere che in realtà stavano con pieno diritto tra i primi 20-30 del mondo, che non erano lì solo grazie agli sponsor.
    Botturi è un pilota di quel livello, magari non finirà mai una Dakar nei primi 3 ma essere nei primi 10 significa già essere un campione, senza mezzi termini.

    Forza Bottu, l'anno prossimo spero di rivederti in Dakar!
Inserisci il tuo commento