Moto.it per Yamaha

Yamaha XMAX 300 Iron Max Bandertest, la prova interattiva

- Guarda il video fino alla fine e decidi cosa far fare al nostro tester. Preferisci mandarlo in ufficio o a farsi un bel giro sul lago? Con Bandertest sei tu che decidi! Ad accompagnarlo in questa giornata uno Yamaha XMAX 300 Iron Max, lo speciale allestimento dell'XMAX 300
Yamaha XMAX 300 Iron Max Bandertest, la prova interattiva

Lo avevamo preannunciato nelle scorse ore e ora è successo: Bandertest è online! 

Di che si tratta? Come vi abbiamo già raccontato nei dettagli in questo articolo, Bandertest è il primo esperimento di video-recensione interattiva. 

Nel corso della mattinata ve lo abbiamo proposto su Instagram e ora è disponibile anche sul nostro canale YouTube, per consentirvi di giocare ancora e ancora.

Guardate il video riportato qui sopra fino alla fine e scegliete cosa farmi fare in compagnia del mio Yamaha XMAX 300 Iron Max. Sarete voi a decidere come influire sullo svolgimento della mia prova!

Yamaha XMAX 300 Iron Max

Protagonista di questa esperienza in mia compagnia è lo Yamaha XMAX 300 Iron Max, allestimento speciale dell’XMAX 300 che avevamo già avuto modo di conoscere approfonditamente, in passato, con il nostro Luca Frigerio.

Nel mezzo di una gamma che si compone anche delle versioni 125 e 400, Iron Max, si distingue dalla variante standard per una serie di dettagli dedicati. A balzare all’occhio, innanzitutto, è la colorazione speciale: si chiama Sword Grey ed è disponibile unicamente per la linea Iron Max.

Nuova, poi, è la sella, dotata ora di un supporto lombare più esteso e di una serie di inserti in simil-alcantara con impunture a vista. La stessa finitura è stata adottata per il rivestimento esterno dei vani porta oggetti che si trovano nel retro dello scudo anteriore (altra novità).

Ancora, le pedane presentano nuovi poggiapiedi in alluminio, in grado di richiamare la cornice argentata che ora delimita il quadro strumenti, posizionato dietro al parabrezza. Il gruppo ottico posteriore presenta una finitura fumè e, sull’esemplare in prova, è presente anche il terminale di scarico firmato Akrapovič disponibile opzionalmente. Realizzato in titanio, è dotato di fondello in carbonio ed è presente a lisitino sia in versione nera opaca, che in un più naturale grigio non verniciato. A ricordare di essere in presenza di una versione speciale ci pensa, poi, la targhetta, posizionata nella parte frontale dello scudo, recante la dicitura “Iron Max”.

Tanta abitabilità ed equipaggiamento al TOP

Immutato, per il resto, è l’equipaggiamento di questo XMAX 300 Iron Max, se paragonato alla versione tradizionale. Resta, così, tanto spazio sotto la sella, con un vano in grado di ospitare ben due caschi integrali, e resta pure il sistema di apertura ed accensione Smart Key, che consente di accedere al mezzo e di metterlo in moto tenendo sempre la chiave in tasca.

Presente a bordo anche un sistema di traction control di serie, davvero utile per chi, lo scooter, lo usa tutti i giorni, magari con la pioggia e su fondi tutt’altro che perfetti. Uno strumento che consente di gestire con ancor più fiducia i 28 CV e 29 Nm di coppia massima assicurati dal monocilindrico 4T da 292 c.c. BlueCore che monta questo XMAX 300.

Sempre di serie, inoltre, è il sistema ABS, che si affianca ad un impianto frenante molto efficace ed in grado di rallentare in maniera sempre pronta e sicura i 179 Kg di peso che questo Iron Max fa segnare con il pieno di benzina.

Sempre a suo agio

Lo state vedendo e lo rivedrete nella nostra speciale prova interattiva: a colpire più di tutto, di questo XMAX 300 Iron Max, è il suo equilibrio complessivo. Che vogliate usarlo per andare al lavoro, macinando chilometri in tangenziale, in città, magari in due, per una gita fuori porta o, addirittura, per una scappata in pista (ok, questo forse è un po’ troppo, anche se l’abbiamo fatto davvero!), l’XMAX 300 si dimostra sempre a suo agio. Protegge il giusto, sia con lo scudo anteriore che con il parabrezza, senza risultare troppo ingombrante.

Resta uno scooter agile, anche in città, ma la sensazione di stabilità che la sua ciclistica è in grado di restituire, gli permette un piglio quasi motociclistico, nei percorsi guidati. È qui che spicca la forcella, derivata, appunto, dalle moto “vere” della gamma di Iwata, e una neutralità nell’assetto che fa rima con divertimento. Ma l’XMAX è e resta soprattutto uno scooter, con tutto ciò che ne consegue, in termini di praticità.

Sotto la sella c’è spazio non soltanto per due caschi integrali, ma anche per due voluminosi sacchetti della spesa e per una borsa di medie dimensioni. Il doppio ammortizzatore posteriore assicura un ottimo sostegno, nel caso si viaggi in due, consentendo di destreggiarsi nei percorsi urbani, anche a pieno carico, senza che l’assetto sia messo in crisi da trasferimenti di carico eccessivi.

Equilibrato anche nel prezzo

Un perfetto bilanciamento che si riflette anche nel prezzo. L’XMAX 300 Iron Max costa 400 euro in più della versione base e si attesta a 6.190 Euro, esattamente nel mezzo fra i 5.190 Euro della versione 125 e i 7.190 Euro del più potente 400.

  • aquilotto1016, Carpi (MO)

    Esteticamente ben rifinito, sotto sella capiente però quei due ammortizzatori perpendicolari sembrano due pilastrini.P.S. anche le biciclette montano un mono progressivo, la tecnica si evolve.
  • Danilo.R9566, Roma (RM)

    Molto carino il test in stile Bandersnatch :)
Inserisci il tuo commento

Scheda tecnica

Yamaha X-Max 300 Iron Max (2019 - 20)
  • Informazioni generali
  • Misure
  • Motore
  • Ciclistica
  • Batteria
  • Marca Yamaha
  • Modello X-Max 300
  • Allestimento X-Max 300 Iron Max (2019 - 20)
  • Categoria Scooter Ruote alte
  • Inizio produzione 2018
  • Fine produzione n.d.
  • Prezzo da 6.190 - franco concessionario
  • Garanzia 3 anni
  • Optional n.d.
  • Lunghezza 2.185 mm
  • Larghezza 775 mm
  • Altezza 1.415 mm
  • Altezza minima da terra 135 mm
  • Altezza sella da terra MIN 795 mm
  • Altezza sella da terra MAX n.d.
  • Interasse 1.540 mm
  • Peso a secco n.d.
  • Peso in ordine di marcia 179 Kg
  • Cilindrata 292 cc
  • Tipo motore termico
  • Tempi 4
  • Cilindri 1
  • Configurazione cilindri n.d.
  • Disposizione cilindri n.d.
  • Inclinazione cilindri -
  • Inclinazione cilindri a V n.d.
  • Raffreddamento a liquido
  • Avviamento elettrico
  • Alimentazione iniezione
  • Alesaggio 70 mm
  • Corsa 75,9 mm
  • Frizione multidisco
  • Numero valvole 4
  • Distribuzione monoalbero
  • Ride by Wire n.d.
  • Controllo trazione
  • Mappe motore n.d.
  • Potenza 28 cv - 20 kw - 7.250 rpm
  • Coppia 3 kgm - 29 nm - 5.750 rpm
  • Emissioni Euro 4
  • Depotenziata
  • Tipologia cambio automatico con variatore
  • Numero marce -
  • Presenza retromarcia No
  • Consumo medio VMTC n.d.
  • Capacità serbatoio carburante 13,2 lt
  • Capacità riserva carburante n.d.
  • Trasmissione finale cinghia
  • Telaio Telaio in alluminio
  • Sospensione anteriore Forcella telescopica
  • Escursione anteriore 110 mm
  • Sospensione posteriore Doppio ammortizzatore posteriore
  • Escursione posteriore 79 mm
  • Tipo freno anteriore disco
  • Misura freno anteriore 267 mm
  • Tipo freno posteriore disco
  • Misura freno posteriore 245 mm
  • ABS
  • Tipo ruote integrali
  • Misura cerchio anteriore 15 pollici
  • Pneumatico anteriore 120/70-15"
  • Misura cerchio posteriore 14 pollici
  • Pneumatico posteriore 140/70-14"
  • Batteria n.d.
  • Capacità n.d.
  • Autonomia e durata n.d.
  • Batteria secondaria n.d.
Yamaha

Confronta moto

Confronta la moto selezionata con quella che vuoi, sia nuova che uscita dai listini.

Ad esempio puoi confrontare la moto che desideri acquistare con quella da te posseduta in questo momento e vedere le differenze.

Confronta