TEST 125

Aprilia RS 125

Colpisce nel segno
- Alla sua presentazione in quel del Salone di Milano, la RS 125 ha "invecchiato" la concorrenza in un solo colpo. Era sufficiente scrutare gli sguardi sognanti dei vari ragazzini accalcati intorno alla moto, per capire che Aprilia aveva colpito nel segno

Alla sua presentazione in quel del Salone di Milano, la RS 125 ha "invecchiato" la concorrenza in un solo colpo. Era sufficiente scrutare gli sguardi sognanti dei vari ragazzini accalcati intorno alla moto, per capire che Aprilia aveva colpito nel segno.
Asciugata la bavetta dalla bocca, i sedicenni hanno potuto cominciare l'opera di martellamento psicologico degli "sventurati" padri.

Per chi come il sottoscritto ha passato i trenta, "ilcentoventicinque" significa tornare indietro nel tempo, a "quel tempo" ormai mitico delle 125 da "sparo". Ottavo di litro dalle prestazioni elevatissime (anche troppo), dalle dotazioni ciclistiche esagerate, che hanno fatto da palestra a noi giovani motociclisti in erba.
Tutto questo fino ai primissimi anni novanta, quando inizia un lento declino, che porta alla scomparsa quasi totale dai listini di queste ottavo di litro.
Ultimamente, però, qualche cosa sembra essere cambiato. Il mercato si è lentamente risvegliato, e anche se lontano dai grandi numeri di una volta, ha richiamato l'attenzione dei vari costruttori.

Oggi sul circuito di Calafat vicino a Barcellona, ambientazione decisamente consona allo spirito racing replica della Aprilia RS, sono schierate una quindicina di moto, pronte per essere messe alla frusta tra i cordoli dell'autodromo.

La linea della RS è sicuramente riuscita bene, figlia com’è della RSV 1000. Affascina sia per l'equilibrio dei volumi, difficile da ottenere sulle moto di piccola cilindrata, sia per l'aggressività che traspare in ogni minimo particolare. Il "vestito" ci viene detto che è stato definito seguendo i dettami estetici della RSV e le indicazioni della galleria del vento.

La linea della RS è sicuramente riuscita bene, figlia com’è della RSV 1000
La linea della RS è sicuramente riuscita bene, figlia com’è della RSV 1000

Semplicemente spettacolare il telaio in alluminio lucidato, così come incanta lo splendido forcellone a bracci assimmetrici, anch'esso in alluminio.
I cerchi ricalcano anch’essi il design di quelli che equipaggiano la sorellona RSV.
Forcella a steli rovesciati da 40 mm di diametro con relativo piedino forgiato, pinza a quattro pistoncini ad attacco radiale, disco da 320 mm, tubi in treccia, beh davvero niente male!

Anche una volta saliti in sella direi che l'impressione rimane ottima. Cruscottino digitale – analogico (contagiri analogico – tachimetro – contachilometri – cronometro – temperatura liquido) piastra di sterzo forgiata e anodizzata, semimanubri in ergal, sono chicche sconosciute alla concorrenza.

Una volta intutato e montato in sella, avvio il monocilindrico Rotax, qui in versione Full power (è disponibile anche la versione da 11 Kw) valvola elettronica, contralbero di bilanciamento, aspirazione lamellare diretta nel carter, insomma tante belle cosine.
Grazie anche alla presenza del catalizzatore allo scarico, la RS 125 rientra nei limiti di emissioni Euro 2.

Mentre aspetto che l'indicatore della temperatura salga, prendo le misure alla piccola di Noale. Decisamente accogliente ed ergonomica, la posizione di guida è si sportiva, ma tutt'altro che scomoda anche per chi passa il metro e 80.
Inizio a "giocare" con i vari interruttori, fino a quando sul display appare il cronometro, per la registrazione dei tempi sul giro...altro che Playstation...Certo la Play costa meno, 5.015 Eurini (messa in strada esclusa) non sono pochi, ma vuoi mettere PaPà!?

Motore in temperatura, prima inserita...vado.
Era da tempo che non guidavo una moto a due tempi, indi per cui resetto le cattive abitudini da quattro tempi. Ago del contagiri sempre in alto e manetta spalancata.
L’RS si dimostra subito un’ottima “compagna di merende”. Rapidissima a prendere la corda della curva, mostruosamente veloce nei cambi di direzione (solo 126 i chili di peso dichiarati dalla casa) la piccola Aprilia è una iena tra i cordoli. A tanta agilità, si contrappone una stabilità notevole in tutte le situazioni. Frenata, percorrenza di curva e relativa uscita, mettono in mostra un equilibrio ciclistico superiore alla concorrenza.
Anche le sospensioni, seppur maltrattate, difficilmente entrano in crisi. Può capitare di sentire il mono “pompare” leggermente, ma è proprio cercare il pelo nell’uovo.

La frenata è sempre ai massimi livelli, ed è esente da fenomeni di fading, anche dopo parecchi giri “tirati alla morte”. L’unica pecca, se di pecca si può parlare, è la scarsa modulabilità del freno anteriore, che per un uso stradale può rivelarsi un po’ troppo reattivo.

Infinite le capacità di piega, grazie alla notevole luce a terra, ed al notevole appoggio offerto dalle Dunlop GPR 70 SP, 110/70 R17 54H e 150/60 R17 66H, espressamente studiate per le moto di piccola e media cilindrata.

Purtroppo come spesso accade, le cose belle durano poco. Ecco allora che completati i turni a disposizione ci prepariamo per tornare a casa.
Per me la prova di questa Aprilia 125 RS è stata come un ritorno al passato, ma per i sedicenni di oggi rappresenta il miglior modo di affacciarsi al futuro...motociclistico naturalmente!

 

  • Nonno_Erresse, Galatone (LE)

    Che emozione...

    Io la possiedo ancora, ogni volta far aprire la Rave a 7500 giri è una cosa pazzesca *___*
  • Fuzz1604, Ferrara (FE)

    Davvero bella!!

    Io l'ho guidata, questa moto ha una sola rivale sul mercato.. la mito.. punti a favore dell'rs sono la posizione di guida comoda, l'erogazione pulita ai bassi regimi, la facilità di guida... Purtroppo il motore (full power originale) spinge un pò meno della mito, alla guida è talmente facile che sembra un giocattolino.. si è un pò addolcita con questo ultimo modello, trasmette meno emozioni(la mito è rimasta più sul vecchio stampo), difficile da spiegare, solo se la si guida si può comprendere... cmq in generale ottima moto rispetto alle 125 giapponesi tutte 4T, le italiane regnano in questo settore!!!!!
Inserisci il tuo commento

Scheda tecnica

Aprilia RS 125 (2006 - 14)
  • Informazioni generali
  • Misure
  • Motore
  • Ciclistica
  • Batteria
  • Marca Aprilia
  • Modello RS 125
  • Allestimento RS 125 (2006 - 14)
  • Categoria Sportive
  • Inizio produzione 2006
  • Fine produzione 2014
  • Prezzo da 5.900 - franco concessionario
  • Garanzia n.d.
  • Optional n.d.
  • Lunghezza 1.950 mm
  • Larghezza 720 mm
  • Altezza n.d.
  • Altezza minima da terra n.d.
  • Altezza sella da terra MIN 805 mm
  • Altezza sella da terra MAX n.d.
  • Interasse n.d.
  • Peso a secco 125 Kg
  • Peso in ordine di marcia n.d.
  • Cilindrata 124 cc
  • Tipo motore termico
  • Tempi 2
  • Cilindri 1
  • Configurazione cilindri -
  • Disposizione cilindri -
  • Inclinazione cilindri -
  • Inclinazione cilindri a V -
  • Raffreddamento a liquido
  • Avviamento elettrico
  • Alimentazione iniezione
  • Alesaggio n.d.
  • Corsa n.d.
  • Frizione n.d.
  • Numero valvole n.d.
  • Distribuzione n.d.
  • Ride by Wire n.d.
  • Controllo trazione n.d.
  • Mappe motore n.d.
  • Potenza n.d.
  • Coppia n.d.
  • Emissioni Euro 2
  • Depotenziata No
  • Tipologia cambio meccanico
  • Numero marce 6
  • Presenza retromarcia No
  • Consumo medio VMTC n.d.
  • Capacità serbatoio carburante 14 lt
  • Capacità riserva carburante 3,3 lt
  • Trasmissione finale catena
  • Telaio n.d.
  • Sospensione anteriore Forcella USD con steli Ø 40 mm. Escursione ruota 120 mm
  • Escursione anteriore 120 mm
  • Sospensione posteriore Forcellone oscillante in fusione di alluminio con bracci asimmetrici a struttura a guscio in parete sottile. Monoammortizzatore idraulico con regolazione precarico molla.
  • Escursione posteriore 120 mm
  • Tipo freno anteriore disco
  • Misura freno anteriore 320 mm
  • Tipo freno posteriore disco
  • Misura freno posteriore 220 mm
  • ABS No
  • Tipo ruote n.d.
  • Misura cerchio anteriore 17 pollici
  • Pneumatico anteriore 110/70 R 17
  • Misura cerchio posteriore 17 pollici
  • Pneumatico posteriore 150/60 R 17
  • Batteria n.d.
  • Capacità n.d.
  • Autonomia e durata n.d.
  • Batteria secondaria n.d.
Aprilia

Nuovo: Aprilia RS 125

Vedi tutti
Indietro Avanti

Usato: Aprilia RS 125 (2006 - 14)

Vedi tutti
Indietro Avanti

Confronta moto

Confronta la moto selezionata con quella che vuoi, sia nuova che uscita dai listini.

Ad esempio puoi confrontare la moto che desideri acquistare con quella da te posseduta in questo momento e vedere le differenze.

Confronta