Confronto Kit contro serie

Kawasaki J300 by Polini vs J300

- Si deve a Kawasaki Italia, e al noto preparatore bergamasco, lo speciale allestimento dello scooter J300 di Kawasaki. Sottolineate da una colorazione Polini Racing, ci sono alcune novità su variatore e scarico per aggiungere pepe alle prestazioni
Kawasaki J300 by Polini vs J300

"Polini trasforma il meglio in massimo!". E' questo lo slogan che da sempre accompagna la Casa bergamasca, produttrice di moto, ricambi e parti speciali racing per scooter e non solo. Anche in questo caso la Polini Motori non si è voluta smentire e ci ha messo tra le mani un mezzo che proprio non ci aspettavamo: un Kawasaki J300, primo scooterone della Casa di Akashi, sapientemente kittato in versione GP.

Rileggendo le impressioni di guida del nostro Licciardello per quanto riguarda il modello di serie, traspare quanto i tecnici Kawasaki abbiano lavorato sulla sostanza, tant'è che il motore viene definito brillante tanto in città quanto fuori, caratteristica non indifferente su mezzi di questo genere. E' agile e divertente nel misto e stabile a tutte le velocità.

Ed ecco che allora, in questo neonato scooter, l'azienda bergamasca ritrova quel "meglio che ama trasformare in massimo", e non esita un secondo a metterci le mani, per creare questa appariscente versione biancoazzurra, portabandiera dei colori Polini. Molto bella, a nostro avviso, questa livrea bianca con loghi Polini e sportivissimo il tocco di bianco dato ai contorni della strumentazione. Qualche dettaglio carbon-look sapientemente piazzato e il gioco è fatto. Messi vicini non sembrano nemmeno lo stesso prodotto. Nel video qui sotto i nostri tester (Cristina Bacchetti sulla versione di serie e Maurizio Vettor sul kittatissimo Polini) si sono divertiti a suon di accelerate, derapate e sfide coi caschi in carena. Chi ha avuto la meglio? Scopriamolo insieme!

 

Il video del confronto

 

Kawasaki J300 Polini: variatore Hi Speed e scarico dedicato

Ebbene sì, ha vinto lui, ma... gli piace vincere facile: il variatore Polini Hi Speed mantiene le promesse e migliora le prestazioni in ripresa e allungo, grazie alle avanzate caratteristiche tecniche che lo contraddistinguono. Prima tra tutte la boccola in acciaio speciale nickel cromo cementato, temprato, rettificato. Si distingue per la capiente sacca interna con funzione di serbatoio del grasso all’interno della quale è posizionata una speciale molla che consente una costante distribuzione del lubrificante sullo spinotto anche nelle condizioni di utilizzo più gravose.

Grazie a tutto ciò le prestazioni rimangono costanti, evitando anche la continua ricerca della perfetta taratura dei rulli per trovare una resa migliore. Rulli da 16 grammi, su questa versione, ricoperti di nuova mescola in nylon / fibre aramidiche, e che hanno subito al loro interno un trattamento di brillantatura per migliorare lo scorrimento e ritardare l'usura. Il variatore è fornito completo di molla di contrasto con una durezza maggiore del 30% rispetto al gruppo originale, innalzando così anche il regime di rotazione del motore in partenza.

Altro elemento chiave di questa elaborazione e conseguente vittoria nella nostra piccola sfida è senza dubbio lo scarico Polini in acciaio inox con collettore "racing". Ha un design moderno ed è curata nelle finiture, oltre che affidabile e soprattutto omologata per la circolazione su strada. Sia in partenza che in ripresa la presenza del marmittone si fa sentire eccome, non solo per il bel sound cupo e grintoso, ma anche per quello sprint in più che regala al J300 in tutte le situazioni. I soventi scoppiettii in rilascio gaseranno non poco i più invasati pistaioli!

 

Buona parte della progettazione del J300 è stata portata a termine in Italia e completamente Made in Italy sono tutti i particolari Polini utilizzati per renderlo più brioso e performante.
Ci è piaciuto? Sì, senza dubbio un lavoro ben fatto e ben riuscito, su una già ottima base, come ci aspettavamo da due Case quali Polini e Kawasaki. Una sola scocca, due anime completamente diverse: grazie ad un paio di accorgimenti mirati il pacioso scooterone tira fuori vocione e grinta e regala non poco divertimento alla guida.

Cara Kawasaki, ora lo vogliamo a listino!

Maggiori info:

Moto: Kawasaki J300 by Polini vs J300

Meteo: sole 20°

Luogo: Milano

Terreno: Urbano

Foto: Thomas Bressani

  • anonym_4397114

    Non credo che Polini dovrebbe emigrare in Cina, perché in realtà nessuno lo fa, se non per l'assemblaggio dei pezzi. La Cina offre manodopera a costo molto più basso che altrove per via dell'enorme disponibilità di forza lavoro. Ma non è questo il punto. Il senso ( retorico) della mia domanda era sulla capacità industriale dell'azienda, che fa della qualità della componentistica il suo prestigio. Io suppongo che non producano mezzi autonomamente perché non hanno la necessità di farlo. Però non sarebbe male se provassero ad assemblare qualcosa che non sia stato progettato da altri, non credo che sfigurerebbero, anzi...
  • CAIMANO74, Genova (GE)

    Probabilmente la Polini avrà più introiti nel realizzare kit di elaborazioni che vere e proprie moto o scooter.
    Quanti di Noi da pivelli abbiamo grippato il cinquantino o il 125 e abbiamo sostituito il gruppo testa/pistone/cilindro con uno della Polini che oltre a costare meno dell' originale rendeva molto di più a livello di prestazioni ?
    Comunque la Polini è presente in molte competizioni tra cui come marchio anche nel Motomondiale.
Inserisci il tuo commento

Scheda tecnica

Kawasaki J 300 ABS (2014 - 16)
  • Informazioni generali
  • Misure
  • Motore
  • Ciclistica
  • Batteria
  • Marca Kawasaki
  • Modello J 300
  • Allestimento J 300 ABS (2014 - 16)
  • Categoria Scooter Ruote basse
  • Inizio produzione 2013
  • Fine produzione 2016
  • Prezzo da 5.090 - franco concessionario
  • Garanzia 4 Anni
  • Optional Bauletto incluso
  • Lunghezza 2.235 mm
  • Larghezza 775 mm
  • Altezza 1.110 mm
  • Altezza minima da terra 130 mm
  • Altezza sella da terra MIN 805 mm
  • Altezza sella da terra MAX n.d.
  • Interasse 1.410 mm
  • Peso a secco n.d.
  • Peso in ordine di marcia 191 Kg
  • Cilindrata 299 cc
  • Tipo motore termico
  • Tempi 4
  • Cilindri 1
  • Configurazione cilindri n.d.
  • Disposizione cilindri n.d.
  • Inclinazione cilindri -
  • Inclinazione cilindri a V n.d.
  • Raffreddamento a liquido
  • Avviamento elettrico
  • Alimentazione iniezione
  • Alesaggio 83 mm
  • Corsa 60 mm
  • Frizione multidisco
  • Numero valvole 8
  • Distribuzione bialbero
  • Ride by Wire n.d.
  • Controllo trazione n.d.
  • Mappe motore n.d.
  • Potenza 28 cv - 20 kw - 7.750 rpm
  • Coppia 3 kgm - 29 nm - 6.250 rpm
  • Emissioni Euro 3
  • Depotenziata No
  • Tipologia cambio automatico con variatore
  • Numero marce -
  • Presenza retromarcia No
  • Consumo medio VMTC n.d.
  • Capacità serbatoio carburante 13 lt
  • Capacità riserva carburante n.d.
  • Trasmissione finale cinghia
  • Telaio Perimetrale, in acciao alta-resistenza
  • Sospensione anteriore Forcella telescopica 41 mm
  • Escursione anteriore 125 mm
  • Sospensione posteriore Doppio ammortizatore con il precarico delle molle regolabile in 5 posizioni
  • Escursione posteriore 130 mm
  • Tipo freno anteriore disco
  • Misura freno anteriore 260 mm
  • Tipo freno posteriore disco
  • Misura freno posteriore 240 mm
  • ABS
  • Tipo ruote integrali
  • Misura cerchio anteriore 14 pollici
  • Pneumatico anteriore 120/70ZR17M/C (58W)
  • Misura cerchio posteriore 13 pollici
  • Pneumatico posteriore 160/60ZR17M/C (69W)
  • Batteria n.d.
  • Capacità n.d.
  • Autonomia e durata n.d.
  • Batteria secondaria n.d.
Kawasaki

Nuovo: Kawasaki J 300 ABS (2014 - 16)

Vedi tutti
Indietro Avanti

Usato: Kawasaki J 300 ABS (2014 - 16)

Vedi tutti
Indietro Avanti

Confronta moto

Confronta la moto selezionata con quella che vuoi, sia nuova che uscita dai listini.

Ad esempio puoi confrontare la moto che desideri acquistare con quella da te posseduta in questo momento e vedere le differenze.

Confronta