Prova Mini-Bike

Honda Monkey 125. Il fascino dell'unicità e della storia

- Giusto un breve giro e ce ne siamo innamorati: torna la mitica Monkey, con consumi record e uno stile unico
Honda Monkey 125. Il fascino dell'unicità e della storia

Honda Monkey, since 1961

Partiamo dal principio. Forse non lo sapete, ma la Monkey nacque nel 1961 come... moto giocattolo per bambini in un parco giochi di Tokyo. Riscosse talmente tanto successo, probabilmente per le sue linee così simpatiche, che venne subito messa in produzione: aveva il serbatoio cromato, le ruote da 5 pollici, rigorosamente senza sospensioni (!) e il manubrio pieghevole.
Nel 1969 il primo restyling le regala ruote più grandi, da 8 pollici, e nel 1970 arriva addirittura la forcella a sgancio rapido.
Ed è proprio negli Anni '70 che la Monkey vive i suoi primi giorni di gloria, finché nel 1978 un importante rivisitazione la porta in cima alle classifiche di gradimento di motociclisti e non, e inizia davvero la storia del mito.
Nel corso degli anni, nei paesi dove è sempre stata commercializzata e soprattutto in Asia, è diventata oggetto di bizzare preparazioni ed è facile imbattersi, nel Web, in elaborazioni in stile scrambler, custom, sport, offroad e quant'altro.
Quando qualche anno fa Honda ci presentò la MSX 125 pensammo che sarebbe stata l'erede "sportiva" della Monkey ma ora, finalmente, eccola qua: la mini-bike più famosa di sempre torna anche in Italia, e lo fa alla grande.
 

Com'è nel 2018

Eccola qui dunque, la piccoletta di casa Honda: una paffutella e stilosissima mini-bike che molto richiama nelle linee la capostipite e i modelli seguenti, sempre fedeli all'inconfondibile stile Monkey.
Il tutto ovviamente rivisitato in chiave moderna con colori accesi e specchi, manubrio e parafanghi - ovviamente - cromati; un bel serbatoio da 5,6 litri con verniciatura in doppio colore e con la tinta della carrozzeria (gialla o rossa in Italia) che si intona col mono posteriore e addirittura col telaio.
Il logo super vintage fa bella mostra di sè dal piccolo serbatoio. Troppo pochi poco più di 5 litri? Dite? Non se la vostra motoretta fa 65 chilometri con un litro, come in questo caso più unico che raro!
A contrastare l'impronta titpicamente retrò ci sono i fari full LED, e le chicche proposte da Honda che rendono la Monkey un piccolo inaspettato concentrato di teconologia: l'ABS funziona con piattaforma IMU come spesso ultimamente vi abbiamo raccontato nelle prove di moto e scooter Honda di piccola cilindrata, le sospensioni sfoggiano una bella forcella rovesciata anodizzata oro, e il telaio monotrave in acciaio racchiude il cuore della Monkey: un monocilindrico orizzontale monoalbero a 2 valvole da 125 cc, raffreddato ad aria e in grado di erogare 9,4 cavalli a 7.000 giri e 11 Nm di coppia a 5.250 giri.

Diamo un po' i numeri!
L'interasse  misura 1.155 millimetri, con un'inclinazione del cannotto di sterzo di 25 gradi e avancorsa di 82 millimetri, per un raggio di sterzata di 1,9 metri.
Il peso con il pieno è di soli 107 chili e l'impianto frenante si avvale di un disco anteriore da 220 con pinza a 2 pistoncini, e uno da 190 con pinza a un solo pistoncino.
I cerchi in lega a razze sdoppiate misurano 12 pollici e calzano pneumatici di larga sezione (120/80- 65J all'anteriore e 130/80- 69J al posteriore).
Fatte le dovute presentazioni, saltiamo in sella per il nostro (purtroppo) breve giro in Monkey!

Honda Monkey, uno spasso in città!
Honda Monkey, uno spasso in città!

Le nostre prime impressioni

Beh, carina è davvero carina e ben fatta, ma una perplessità ci viene prima di salire in sella: l'ergonomia. La posizione di guida sarà troppo raccolta? La sella a 775 millimetri da terra è troppo bassa? E il comfort?
Bene, chi scrive misura circa 165 centimetri e una volta in sella tutte le preoccupazioni sono svanite per lasciare spazio solo ad un grande divertimento, e bisogna dirlo... in tutta comodità!
La Monkey si rivela subito un'ottima compagna di strada, ovviamente per un utilizzo prettamente cittadino, dove non si sente necessità di una cavalleria più ardita o di protezione dall'aria. La piccoletta è una perfetta sostituta dello scooter nella quotidianità metropolitana, dove crediamo diventerà ben presto anche un oggetto cool e di tendenza.
Alla guida non ci si sente goffi o impacciati e anzi, la Monkey riesce davvero a tirare fuori da ogni motocilcista il ragazzino che a sedici anni scorrazzava col centoventicinque e con il suo cambio a 4 marce è annoverabile tra le "moto vere"!
E' leggerissima, agile, e e sospensioni evitano alla grande le noie di asfalti rovinati e sampietrini, complice anche una seduta larga e molto ben imbottita; l'impianto frenante non ha un grande lavoro da svolgere visto il peso e la potenza contenuti, ma lo fa egregiamente.
 

Ci bastano quindi questi pochi minuti in sella a scorrazzare tra le vie di Nizza per decretare la Monkey moto trendy del 2018 e promuoverla a pieni voti, oltre che a non vedere l'ora di poterla avere tra le mani per una prova più approfondita.
Perché è vero che il suo utilizzo si limita alla città o alla vacanza al mare o in camper, ma oltre ad essere divertente all'ennesima potenza, avete idea delle customizzazioni che potrebbero venirne fuori?
E in un momento in cui la personalizzazione continua a farla da padrona, questa Monkey capita sicuramente a fagiolo...
Chiudiamo con il prezzo: ci vogliono 4.090 euro (franco concessionario) per mettersi in garage la bella scimmietta di Honda.

Abbigliamento utilizzato
Casco Suomy
Giacca e guanti Tucano Urbano
Jeans Spidi
Scarpe Stylmartin

Pregi e difetti

  • Linea, stile, comfort, consumi, possibilità di personalizzazione
  • Le due sole colorazioni disponibili
  • Giorgio P., Verona (VR)

    Permettetemi un personale parere, da appassionato: anche se non ho 60 anni, ma "solo" 45, sono sempre stato affascinato da questo veicolo, fin dalle prime versioni anni '60 e '70, MAI IMPORTATE ufficialmente qui in Italia. Il suo facino, a mio parere, è per le dimensioni e pei particolari "da manga" (gli occhi giganti di Sampei): sella e faro anteriore (tutt'altro che enormi) su un veicolo così piccolo sembrano sovradimensionati, sproporzionati... Per questo motivo mi sembra inadatto l'accostamento con Suzuki Van Van 125/200: per quanto abbia il "gommone" dietro, è una moto di DIMENSIONI NORMALI. L'unico accostamento sensato sarebbe quello con le Honda Dax o le Suzuki RV-90 degli anni 70 (qs ultima simile alla Moto Zodiaco di Bud Spencer in "Altrimenti ci arrabbiamo")... Negli anni, abbiamo visto diverse repliche cinesi distribuite in EU dalle varie Motor Union, Jincheng e Skyteam (io ho una Motor Union); vedere (finalmente!) una Monkey ORIGINALE HONDA in vendita in Italia, con tanto di ABS e fari a led, mi fa venire "un friccico ner core", come dicono a Roma... Certo, non è una moto che si compra "con la testa", quindi inutile fare accostamenti con le varie alternative più convenineti e/o performanti: SI COMPRA PERCHE' PIACE (volevo scrivere perché E' BELLA, ma viste le s-proporzioni, mi rendo conto si tratti di gusti personali...) PREGI? Ci vai in giro col sorriso e ti salutano tutti, come fossi il Papa. DIFETTI? Le auto non ti vedono... Cioè, nel mio caso vedono "un orso sulla bici" (sono 105 kili x 1,90)... Anche se, in qs restyling con sella ad un'altezza "decente", il problema di esser visti negli specchi delle auto dovrebbe essere risolto per chiunque! CONSUMI? Beh, il mio fa (molto) più di 30 km/lt... E sono sicuro che il monocilindrico 125cc, alimentato a iniezione e su un veicolo da 100kg col pieno, possa fare assai meglio... Un lampeggio a tutti, pro jap e contro | Giorgio | Ah, dimenticavo: io me la compro!!!
  • luca_berg, Legnago (VR)

    non si può dire che moto.it sia severa nel censurare i commenti. Gra61 scrive falsità, insattezze e calunnie ad un popolo intero. A parte confondere millimetri con centimetri, dove ha appreso quelle false notizie su Fukushima? L'incidente alla centrale non ha provocato nessuna vittima da radiazioni, e quest'anno a pochi km dal sito sono state riaperte al pubblico dei turisti le spiagge. Continui pure a non omprare moto giapponesi, ma eviti lezioni morali. Potrebbe avere sgradite sorprese, per esempio scoprire che molti elementi di moto italiane, europee e americane del segmento premium sono fabbricati in paesi sottosviluppati da operai sfruttati e sottopagati. Altro che giapponesi infami, apra bene gli occhi...
Inserisci il tuo commento

Scheda tecnica

Honda Monkey 125 (2018)
  • Informazioni generali
  • Misure
  • Motore
  • Ciclistica
  • Batteria
  • Marca Honda
  • Modello Monkey 125
  • Allestimento Monkey 125 (2018)
  • Categoria Naked
  • Inizio produzione 2018
  • Fine produzione n.d.
  • Prezzo da 4.090 - franco concessionario
  • Garanzia n.d.
  • Optional n.d.
  • Lunghezza n.d.
  • Larghezza n.d.
  • Altezza n.d.
  • Altezza minima da terra 160 mm
  • Altezza sella da terra MIN 775 mm
  • Altezza sella da terra MAX n.d.
  • Interasse 1.155 mm
  • Peso a secco n.d.
  • Peso in ordine di marcia 107 Kg
  • Cilindrata 124,9 cc
  • Tipo motore termico
  • Tempi 4
  • Cilindri 1
  • Configurazione cilindri n.d.
  • Disposizione cilindri n.d.
  • Inclinazione cilindri -
  • Inclinazione cilindri a V n.d.
  • Raffreddamento ad aria
  • Avviamento elettrico
  • Alimentazione iniezione
  • Alesaggio 52,4 mm
  • Corsa 57,9 mm
  • Frizione multidisco
  • Numero valvole 2
  • Distribuzione monoalbero
  • Ride by Wire n.d.
  • Controllo trazione n.d.
  • Mappe motore n.d.
  • Potenza 9 cv - - 7.000 rpm
  • Coppia 11 nm - 5.250 rpm
  • Emissioni Euro 4
  • Depotenziata No
  • Tipologia cambio meccanico
  • Numero marce 4
  • Presenza retromarcia No
  • Consumo medio VMTC 67 km/l
  • Capacità serbatoio carburante 5,6 lt
  • Capacità riserva carburante n.d.
  • Trasmissione finale catena
  • Telaio Monotrave superiore in acciaio
  • Sospensione anteriore Forcella rovesciata, steli da 31mm
  • Escursione anteriore n.d.
  • Sospensione posteriore doppio ammortizzatore posteriore
  • Escursione posteriore n.d.
  • Tipo freno anteriore disco
  • Misura freno anteriore 220 mm
  • Tipo freno posteriore disco
  • Misura freno posteriore 190 mm
  • ABS
  • Tipo ruote integrali
  • Misura cerchio anteriore 12 pollici
  • Pneumatico anteriore 120/80-12" 65J
  • Misura cerchio posteriore 12 pollici
  • Pneumatico posteriore 130/80-12" 69J
  • Batteria 12V 3.5AH
  • Capacità n.d.
  • Autonomia e durata n.d.
  • Batteria secondaria n.d.
Honda

Nuovo: Honda Monkey 125 (2018)

Vedi tutti
Indietro Avanti

Usato: Honda Monkey 125 (2018)

Vedi tutti
Indietro Avanti

Confronta moto

Confronta la moto selezionata con quella che vuoi, sia nuova che uscita dai listini.

Ad esempio puoi confrontare la moto che desideri acquistare con quella da te posseduta in questo momento e vedere le differenze.

Confronta