Vendite moto in aumento in Europa. Italia e Francia sono i mercati principali

Vendite moto in aumento in Europa. Italia e Francia sono i mercati principali
Maurizio Gissi
  • di Maurizio Gissi
Nei principali mercati europei le vendite di moto e scooter sono aumentate nel 2021, soltanto la Germania ha visto il segno meno. Immatricolazioni a quota 950.000 (+7,8%), in calo i ciclomotori termici e in aumento tutti i veicoli elettrici con un altro primato italiano
  • Maurizio Gissi
  • di Maurizio Gissi
26 gennaio 2022

Per il terzo anno consecutivo sono state in crescita le vendite di moto e scooter in Europa. O, per meglio dire, nei cinque mercati di riferimento che sommano oltre l'80% delle vendite dei 28 paesi dell'Unione, Regno Unito compreso.

Parliamo di Francia, Germania, Italia, Spagna e UK, a cui si aggiungono l'Olanda e il Belgio quando si parla di ciclomotori: sono realtà importanti in termini di volumi.

Le statistiche diffuse dalla ACEM, l'associazione europea dei costruttori del settore, indicano le immatricolazioni degli oltre 50 cc (veicoli elettrici equivalenti compresi) in 949.470 unità, significa una crescita del 7,8% sul 2020, l'anno di inizio della pandemia che aveva registrato nonostante tutto un +1% sul 2019.

E' interessante notare che ovunque c'è stato un miglioramento, Germania a parte, mentre nel 2020 era stata la Germania (grazie a un eccezionale +27) a portare il saldo in attivo, poiché la Francia era calata del 3,5%, l'Italia del 5,3%, la Spagna dell'8,8% e il Regno Unito del 2,6%.

Nel 2021 la crescita maggiore si è registrata in Italia, con 269.600 immatricolazioni – che sono le più alte in Europa - e un +23,6%. Secondo mercato in termini di volumi è stata la Francia (+8,5%) grazie a 206.955 vendite. Piccolo inciso: se si considerano anche i ciclomotori diventa la Francia il principale mercato europeo.

Terzo Paese per importanza nel 2021 è stata la Germania: 199.132 unità ma una flessione del 9,7%. Poi la Spagna, 166.513 vendite pari a un guadagno dell'8%, e il Regno Unito con 107.270 vendite e una crescita del 10,2%.

Scendendo nel dettaglio del segmenti, la Germania è il primo mercato della moto (150.385 unità) seguita da Francia (143.305) e Italia (119.079).
L'Italia è la prima, da molti anni, nella vendita degli scooter (155.153 esemplari nel 2021), contro gli 85.230 della Spagna e i 51.247 della Francia.

Motocicli, elettrici compresi                        
Period France % Germany % Italy % Spain % UK % Total %
2021 - Jan - March 44.691 15,4% 41.506 -4,1% 60.493 47,5% 33.457 0,5% 17.777 -21,3% 197.924 10,6%
2021 - Jan - June 115.458 27,0% 115.883 3,7% 166.239 55,9% 82.990 28,5% 54.894 31,6% 535.464 28,9%
2021 - Jan - Sept. 168.008 8,5% 174.623 -4,9% 235.143 28,0% 127.872 8,7% 87.177 13,5% 792.823 10,6%
2021 - All year 206.955 8,5% 199.132 -9,7% 269.600 23,6% 166.513 8,0% 107.270 10,2% 949.470 7,8%

Ciclomotori stavolta giù

Sono invece in calo, a livello dei maggiori mercati, l vendite dei ciclomotori ed esclusivamente di quelli termici. Il totale di 264.807 unità equivale a un -5,6% e arriva dopo che nel 2020, quando si sfiorarono le 280.000 unità vendute, si era registrato un +13,5%.

La flessione è stata diffusa, solo la Francia e la Germania non hanno perso terreno, e il paese transalpino si è confermato il numero uno per i cinquantini con 100.929 registrazioni e un +1,9%. L'Olanda è il secondo mercato (73.972 unità ma in calo del 12,7%) e il Belgio il terzo (26.832 e -6%). Seguono la Germania (24.026 e +0,9%), l'Italia (20.162 e -5,6%) e la Spagna con 18.886 unità e una perdita del 17,6%.

Ciclomotori, elettrici compresi                            
Period Belgium % France % Germany % Italy % Netherlands % Spain % Total %
2021 - Jan - March 5.725 17,3% 21.203 41,3% 4.995 5,6% 4.247 -6,7% 16.065 29,5% 3.557 -27,1% 55.792 20,1%
2021 - Jan - June 13.444 13,4% 46.466 27,2% 14.064 25,4% 10.657 23,1% 39.454 8,6% 9.051 11,3% 133.136 18,1%
2021 - Jan - Sept. 20.689 -2,1% 76.313 8,3% 20.100 9,1% 16.180 0,9% 59.694 -7,0% 13.934 -17,6% 206.910 -0,1%
2021 - All year 26.832 -6,0% 100.929 1,9% 24.026 0,9% 20.162 -5,6% 73.972 -12,7% 18.886 -17,6% 264.807 -5,6%

Bene però gli elettrici

Il saldo dei ciclomotori sarebbe peggiore se si separassero i modelli elettrici, che nei cinque principali mercati hanno raggiunto le 73.124 unità con un incremento del 23,3% sul 2020.
I modelli elettrici valgono alla fine il 28% del totale ciclomotori.

L'Olanda è al primo posto per i “cinquantini” elettrici, con poco meno di 26.000 vendite e un +32% annuo. Al secondo posto c'è la Francia (20.786) che segna un +83% dovuto in buona misura agli acquisti delle flotte.
Quasi 16.000 i ciclomotori elettrici venduti in Belgio (+11%) e 4.138 quelli in Italia, dove si è visto un -18% determinato proprio dai minori acquisti delle società di sharing.

Ciclomotori elettrici                        
Period Belgium %* France %* Italy %* Netherlands %* Spain %* Total %*
2021 - Jan - March 3.360 24,9% 4.044 78,3% 936 -48,5% 5.496 105,2% 901 -61,2% 14.737 25,1%
2021 - Jan - June 8.185 26,5% 8.669 87,3% 2.280 -9,3% 13.185 70,3% 3.076 -9,5% 35.395 43,0%
2021 - Jan - Sept. 12.357 9,9% 14.449 78,1% 3.320 -9,8% 21.373 42,2% 4.475 -41,2% 55.974 22,5%
2021 - All year 15.917 11,1% 20.786 82,7% 4.138 -17,9% 25.996 31,8% 6.287 -28,7% 73.124 23,3%

Italia prima

Passando ai modelli elettrici equivalenti alla categoria motocicli (oltre i 50 cc quindi) il totale dei primi cinque mercati arriva a 23.084 unità per un guadagno del 28,2%.

La parte più consistente è costituita da scooter e in questo segmento è l'Italia a ottenere le vendite superiori con 6.233 unità e un +10,9%. Al secondo posto per volumi c'è la Spagna (5.949 e un -6,5%) e al terzo la Francia: 4.585 unità e un incremento del 61%.

Motocicli elettrici                        
Periodo Belgium % France % Italy % Netherlands % Spain % Total %
2021 - Jan - March 3.360 24,9% 4.044 78,3% 936 -48,5% 5.496 105,2% 901 -61,2% 14.737 25,1%
2021 - Jan - June 8.185 26,5% 8.669 87,3% 2.280 -9,3% 13.185 70,3% 3.076 -9,5% 35.395 43,0%
2021 - Jan - Sept. 12.357 9,9% 14.449 78,1% 3.320 -9,8% 21.373 42,2% 4.475 -41,2% 55.974 22,5%
2021 - All year 15.917 11,1% 20.786 82,7% 4.138 -17,9% 25.996 31,8% 6.287 -28,7% 73.124 23,3%

“I dati di immatricolazione per l'anno 2021 – è il commento di Antonio Perlot, Segretario generale di ACEM - confermano la ripresa dopo l'impatto del COVID-19 nei primi mesi dell'anno scorso. Se osserviamo globalmente le immatricolazioni di motocicli e ciclomotori, sono cresciute continuamente tra il 2019 e il 2021”.

fonte dati ACEM

Argomenti

Caricamento commenti...