Vendite in Europa

Vendite a +21% in Germania. Davanti R 1250 GS e Z900

- Dopo un inizio d'anno in forte calo il mese di marzo è balzato a +20,8%. Le moto valgono il 79% del mercato e la BMW GS triplica le vendite della Kawasaki Z 900, che è seconda. E ci sono tre Ducati nella Top 50
Vendite a +21% in Germania. Davanti R 1250 GS e Z900

Ha ripreso con energia il mercato della moto in Germania durante il mese di marzo, dopo che a gennaio aveva visto un brusco calo del 56% (seguendo l'impennata della fine del 2020) e febbraio aveva chiuso a -21,9%.

Il confronto andava naturalmente con un inizio di 2020 esente dagli effetti della pandemia, ma il calo era stato comunque importante.

A marzo la tendenza si è invertita e con 27.771 immatricolazioni, fra moto e scooter, le vendite sono cresciute del 20,8%. Marzo 2020 si era fermato a 22.987 unità, patendo a sua volta una flessione del 18,5% per effetto del primo lockdown.
Nello scorso mese di marzo c'è stata quindi una leggera progressione anche rispetto allo stesso mese del 2019.

Le moto oltre i 125 cc, vendute a marzo di quest'anno, sono state 17.942, ovvero +8,2%; ma in crescita sono stati anche i modelli fino a 125.
L'aumento più consistente si deve però agli scooter fino a 125, fortemente penalizzati nei primi due mesi di quest'anno, che a marzo hanno spuntato un  +81,6% grazie a 4.106 immatricolazioni.

Il primo trimestre si così chiuso con 41.217 immatricolazioni totali, portando il saldo con il primo trimestre del 2020 a -4,4%. Nel primo bimestre di quest'anno era sceso a -33,2%.

I termini di quota di mercato le moto oltre i 125 cc hanno il 67,8% del totale grazie a quasi 28.000 vendite (calano però del 7,6%), aggiungendo le moto fino a 125 (4.633 unità e una flessione del 6,4%), la quota di mercato del segmento moto vale il 79%, contro il 21% del segmento scooter.

Primo trimestre a confronto

Segmento 2020 2021 Variazione %
Unità Quota di mercato Unità Quota di mercato
Moto oltre 125 cc 30.279 70,23% 27.959 67,83% -7,66%
Scooter oltre 125 cc 3.366 7,81% 3.232 7,84% -3,98%
Moto fino a 125 4.951 11,48% 4.633 11,24% -6,42%
Scooter fino a 125 4.518 10,48% 5.393 13,08% 19,37%
Totale 43.114 100% 41.217 1000% -4,40%

La Top 50 Moto gennaio-marzo

La classifica assoluta delle moto oltre 125 vede al primo posto la BMW R1250GS (sono sommate le versioni standard e Adventure). Seguono le Kawasaki Z900 (1.085) e Z650 (709), poi la Honda Africa Twin 1100 (693) e la BMW F900R.

Da rilevare la forte presenza dei modelli della marca tedesca, che prima delle altre ha messo a disposizione l'intera gamma 2021 Euro 5, tanto che ci sono dieci modelli a marchio BMW nelle prime venti posizioni.
Anche KTM gode di una buona presenza nella parte medio alta della classifica, mentre per quanto riguarda le marche italiane ci sono soltanto Ducati e Aprilia nelle prime cinquanta posizioni, la bolognese con tre modelli: Multistrada V4 (31° posto con 236 unità), Scrambler 800 (37°) e Streetfighter V4 (41°). Aprilia è quasi appaiata alla Multistrada V4 con la sua nuova RS 600 (235 unità).

Periodo gennaio-marzo 2021
Pos. Marca Modello Unità
1 BMW R 1250 GS 3.363
2 Kawasaki Z 900 1.085
3 Kawasaki Z 650 709
4 Honda CRF 1100 AFRICA TWIN 693
5 BMW F 900 R 670
6 BMW S 1000 XR 664
7 BMW R 18 617
8 BMW F 900 XR 578
9 KTM 690 SMC 511
10 BMW F 750 GS 418
11 Honda CB 650 R NEO SPORTS CAFE 416
12 BMW S 1000 RR 410
13 Honda CMX 500 REBEL 398
14 Honda CBR 650 R 398
15 KTM 390 DUKE 390
16 BMW R 1250 R 387
17 Kawasaki VULCAN S 383
18 BMW R 1250 RS 368
19 Yamaha Ténéré 700 368
20 KTM 890 DUKE 351
21 KTM 1290 SUPER ADVENTURE 341
22 BMW R 1250 RT 320
23 Suzuki SV 650 284
24 KTM 790 DUKE 281
25 KTM 1290 SUPERDUKE R 279
26 Husqvarna 701 SUPERMOTO 276
27 Yamaha MT-07 269
28 Kawasaki Z 900 RS 267
29 Triumph TRIDENT 660 264
30 BMW NINE T 240
31 Ducati MULTISTRADA V4 236
32 Aprilia RS 660 235
33 BMW F 850 GS 234
34 Kawasaki NINJA 1000 SX 233
35 Yamaha TRACER 700 231
36 Kawasaki NINJA 650 229
37 Ducati SCRAMBLER 225
38 Suzuki DL 1050 V-STROM 214
39 Royal Enfield BULLET ELECTRA 208
40 Triumph TIGER 900 RALLEY/GT 208
41 Ducati STREETFIGHTER V4 207
42 Suzuki DL 650 V-STROM 189
43 KTM 1290 SUPERDUKE GT 185
44 BMW R NINE T SCRAMBLER 185
45 Triumph ROCKET 3 184
46 KTM 890 ADVENTURE R 183
47 Indian Motorcycle SCOUT BOBBER 168
48 BMW R NINE T URBAN GS 150
49 BMW R NINE T PURE 144
50 Royal Enfield CONTINENTAL GT 650 143

La Classifica assoluta Marche

Quella che segue è la top 20 marche assoluta, quindi con moto e scooter sommati.
Le prime tre marche sono tutte in attivo sul 2020, con BMW che totalizza 9.363 vendite (+1,9%) e una quota di mercato del 22,7%.
Honda migliora appena il risultato del 2020 e porta la propria quota di mercato al 12,3%.

Piaggio è terza registrando un +25,8% e supera così KTM (-6,5%), Kawasaki (-7,1%) e Yamaha (-21,2%).

Ducati segue con 1.307 unità e un +9%. Quasi dimezzate invece le vendite di Harley-Davidson, mentre fra le italiane perdono vendite Aprilia (-11,6%), Beta (-39%) e Moto Guzzi (-24%, è 21esima).
Con volumi altrettanto piccoli, 20° posto, c'è Fantic Motor che cresce però del 146%.

fonte dati IVM

Marche 2020 2021 Variazione %
Unità Quota di mercato Unità Quota di mercato
BMW 9190 21,32% 9363 22,72% 1,88%
Honda 5053 11,72% 5070 12,30% 0,34%
Piaggio 3190 7,40% 4014 9,74% 25,83%
KTM 4093 9,49% 3828 9,29% -6,47%
Kawasaki 3928 9,11% 3648 8,85% -7,13%
Yamaha 4085 9,47% 3219 7,81% -21,20%
Ducati 1257 2,92% 1371 3,33% 9,07%
Triumph 1249 2,90% 1228 2,98% -1,68%
Harley-Davidson 2255 5,23% 1145 2,78% -49,22%
Sonstige Hersteller 669 1,55% 1014 2,46% 51,57%
KSR MOTO 492 1,14% 959 2,33% 94,92%
Husqvarna 823 1,91% 824 2,00% 0,12%
Suzuki 1628 3,78% 747 1,81% -54,12%
Aprilia 834 1,93% 737 1,79% -11,63%
Kymco 706 1,64% 507 1,23% -28,19%
Royal Enfield 369 0,86% 390 0,95% 5,69%
Peugeot 441 1,02% 385 0,93% -12,70%
Indian Motorcycle 331 0,77% 379 0,92% 14,50%
Betamotor 547 1,27% 334 0,81% -38,94%
Fantic Motor 124 0,29% 305 0,74% 145,97%
  • Luca Pinotti, Parma (PR)

    Grande Ktm 690 smcr!!!
  • ilbardoblu, Milano (MI)

    Francamente ero convinto che la multistrada v4,facesse numeri maggiori di vendite in Germania,speriamo in bene piu' avanti nel tempo.
Inserisci il tuo commento