CLAMOROSO

MotoGP 2020, è ufficiale: Jorge Lorenzo collaudatore del Test Team Yamaha

- Era nell'aria da settimane e la gita milanese del pilota spagnolo lasciava intendere anche di una tappa al quartier generale Yamaha Racing. Attendiamo di sapere se ha già anche acquistato il biglietto aereo per Sepang...

Non abbiamo conferme né smentite, ma è più che verosimile affermare che la gita milanese di Jorge Lorenzo avesse come tappa anche la visita a Gerno di Lesmo, nell'headquarter di Yamaha Racing, per definire gli ultimi dettagli del suo ingresso ufficiale nel Test Team della squadra di Iwata.

"Sono molto felice di annunciare che ho appena firmato un accordo con Yamaha per far parte del loro Test Team - ha annunciato Lorenzo in un video sul suo account Twitter -. Voglio fare del mio meglio per il futuro di Yamaha e spero che la mia esperienza di guida possa essere utile a ingegneri e piloti per riportare il titolo in Yamaha”.

La notizia era nell'aria già da qualche tempo, anticipata da una serie di briciole di pane lasciate qua e là dal pilota sui social, e giunta poi a una forma ufficiosa in un'intervista a un programma sportivo austriaco nel quale aveva dato certezza di un suo ritorno nel paddock. Ne abbiamo parlato diffusamente in questo articolo di metà dicembre.

Quel che resta da capire, ora, è se Jorge ha anche già un biglietto per i primi test pre-campionato di Sepang. Ma, considerando che l'annuncio arriva alla vigilia dei test della prossima settimana, possiamo ipotizzare di sì.

  • Angelo142, Verdello (BG)

    Ottima mossa. Lorenzo è un perfezionista e senza la pressione della gara può portare in yamaha migliorie importanti. Buon campionato a tutti
  • massimo.conti, Fiorenzuola d'Arda (PC)

    io non avrei confermato Vinales e tantomeno per 2 anni, mi ricorda Melandri, sempre sopravalutato, incostante, và , poi non và, si fà passare da tutti nei primi giri e poi recupera (a volte)... Rossi poi... ha iniziato a prendere paga da Lorenzo fin da subito e poi anche lui ha fatto il tiramolla, la differenza tra un top rider e un pilota normale è proprio questa, voglio dire che se MM lo metti su un'altra moto, anche un'Aprilia non ti fà una volta podio e l'altra 18esimo... è una questione di testa, concentrazione, io la penso così
Inserisci il tuo commento