MERCATO

Salgono le vendite di moto e scooter in Europa: +9%. Italia primo mercato. Bene l’elettrico

- L'incremento generale del comparto è significativo e la tendenza è confermata dal +19,6% dei ciclomotori e dal +70% dei veicoli elettrici
Salgono le vendite di moto e scooter in Europa: +9%. Italia primo mercato. Bene l’elettrico

Nei primi sei mesi di quest’anno le vendite di moto e scooter nei 24 paesi dell’Unione Europa (non 28 perché mancano le statistiche di alcuni stati) hanno raggiunto le 618.502 unità.

A comunicarlo è l’ACEM (l’associazione europea dei costruttori del settore due ruote a motore) che quantifica questo aumento nel 9,1%. Una crescita che segue il +7,1% del primo semestre del 2018 e che allontana il dato negativo dello stesso periodo del 2017 quando si registrò una flessione del 5%.

Un andamento ancor più positivo perché riguarda tutti i principali mercati continentali: i primi cinque in particolare che da soli costituisco l’80% delle immatricolazioni europee.
Quello italiano si conferma per il quinto anno il maggiore, con 138.650 motocicli venduti nei primi sei mesi e un incremento del 6,2%. Al secondo posto per volumi c’è la Francia: 109.606 unità e un +12,5%; seguono la Germania (+8,5% grazie a 105.970 immatricolazioni), la Spagna, che con un +12,6% mette a segno il maggiore aumento percentuale e raggiunge le 88.690 unità vendute, e il Regno Unito: 56.611 unità e un modesto ma comunque positivo +2,3%.

I ciclomotori sono in ripresa

Dopo un primo semestre 2018 che aveva accusato il pesante calo del 31,5%, le vendite dei ciclomotori sono ritornate in attivo quest’anno con il totale di 147.826 registrazioni e il relativo guadagno del 19,5%. Tuttavia resta la distanza con il 2017, quando i ciclomotori raggiunsero le 176.662 unità vendute.

E’ la Francia ancora il maggiore mercato per i “moped”, con 41.230 unità, davanti a Olanda (31.154), Germania (14.629), Belgio (13.119) e Polonia (10.427 unità). In Italia le registrazioni dei cinquantini sono state invece ancora in calo (2,6%) totalizzando 9.570 registrazioni.

Così il primo semestre 2019 vs 2018

NAZIONE Motocicli
gennaio-giugno 2018
Motocicli
gennaio-giugno 2019
Variazione % Ciclomotori
gennaio-giugno 2018
Ciclomotori
gennaio-giugno
2019
Variazione %
Austria 17.032 17.840 4,7 6.288 6.876 9,4
Belgium 14.843 15.025 1,2 9.056 13.119 44,9
Bulgaria - - - - - -
Croatia 1.655 1.812 9,5 1.352 1.022 -24,4
Cyprus - - - - - -
Czech Republic 7.990 8.991 12,5 440 455 3,4
Denmark - - - - - -
Estonia 400 505 26,3 320 336 5,0
Finland 2.087 2.225 6,6 2.735 2.981 9,0
France 97.445 109.606 12,5 28.744 41.230 43,4
Germany 97.626 105.970 8,5 12.790 14.629 14,4
Greece 16.936 18.358 8,4 1.834 - -
Hungary 1.779 2.392 34,5 - 6 -
Ireland 744 976 31,2 115 128 11,3
Italy 130.573 138.650 6,2 9.999 9.900 -1,0
Latvia 514 663 29,0 410 327 -20,2
Lithuania 283 389 37,5 197 227 15,2
Luxembourg 1.187 1.340 12,9 118 201 70,3
Malta - - - - - -
Netherlands 8.467 9.173 8,3 26.942 31.154 15,6
Poland 8.337 11.565 38,7 8.405 10.427 24,1
Portugal 12.761 14.556 14,1 1.230 914 -25,7
Romania 647 1.059 63,7 17 6 -
Slovakia 3.181 3.558 11,9 65 94 44,6
Slovenia 1.468 1.645 12,1 2.765 2.563 -7,3
Spain 78.797 88.690 12,6 7.457 8.432 13,1
Sweden 6.907 6.903 -0,1 - - -
UK 55.342 56.611 2,3 2.433 2.799 15,0
             
TOTALE 567.001 618.502 +9.1% 123.712 147.826 +19.5%

Crescono gli elettrici, meno in Italia

Prosegue l’espansione del mercato dei veicoli elettrici. La somma di ciclomotori, motocicli e quadricicli (rientranti nella categoria due ruote) ha infatti raggiunto le 35.810 unità: rispetto alle 21.062 del primo semestre dello scorso anno significa un’impennata del 70%.

Sono i ciclomotori i più venduti della categoria elettrica, con 28.577 unità, seguiti dai motocicli (5.812) e dai quadricicli (1.421). Ciò significa che i “cinquantini” elettrici hanno una quota di mercato nel settore pari al 19% di quello termico, quindi una incidenza significativa, mentre i motocicli (ovvero moto più scooter) valgono lo 0,9% del mercato termico.

E vediamo quali sono i mercati maggiori per i veicoli elettrici (ciclomotori più motocicli più quadricicli). Al primo posto c’è la Francia, con 8.723 unità e un incremento del 60,6% su base annua; seguono il Belgio (8.087 veicoli e +111%), Olanda (6.321 e un +62%), Spagna (4.052 e +35,8%) e Italia (2.426 unità e un +86,2%). 

Così gli elettrici in Europa

NAZIONI Ciclomotori
Elettrici
gennaio-giugno 2018
Ciclomotori 
Elettrici
gen.-giugno 2019
Variazione % Motocicli 
Elettrici
gen.-giugno 2018
Motocicli 
Elettrici
gen.-giugno 2019
Variazione %      
Austria 719 836 16,3 142 294 107,0      
Belgium 3596 7.783 116,4 89 162 82,0      
Bulgaria - - - - - -      
Croatia 127 170 33,9 7 5 -28,6      
Cyprus - - - - - -      
Czech Republic 87 301 246,0 29 51 75,9      
Denmark - - - - - -      
Estonia 2 26 1200,0 1 1 0,0      
Finland 262 302 15,3 8 13 62,5      
France 4273 7.375 72,6 809 1.153 42,5      
Germany - - - 384 1.004 161,5      
Greece - - - 2 21 950,0      
Hungary 1 6 500,0 7 10 42,9      
Ireland 3 9 200,0 0 1 -      
Italy 595 1.468 146,7 352 656 86,4      
Latvia 13 21 61,5 0 0 -      
Lithuania 11 48 336,4 1 2 100,0      
Luxembourg 31 94 203,2 10 7 -30,0      
Malta - - - - - -      
Netherlands 3667 6.071 65,6 232 249 7,3      
Poland 692 1.374 98,6 29 87 200,0      
Portugal 5 46 820,0 8 11 37,5      
Romania - 1 - - 3 -      
Slovakia 6 39 550,0 3 7 133,3      
Slovenia 52 112 115,4 5 6 20,0      
Spain 1930 2.098 8,7 953 1.851 94,2      
Sweden - - - 25 46 84,0      
UK 167 397 137,7 85 172 102,4      
                   
TOTALE 16.239 28.577 +76,0% 3.181 5.812 +82,7%      

Approfondendo il dato italiano scopriamo che le vendite dei ciclomotori sono salite a 1.468 unità (+146%), grazie in buona misura ai mezzi acquistati dalle società di sharing, mentre i motocicli (anche in questo caso non è indicata separatamente la quantità di scooter e moto) sono passati da 352 a 656 (+86%).
In pratica la quota dei ciclomotori elettrici nei confronti di quelli termici raggiunge in Italia il 15% e scende a meno dello 0,5% nel confronto con i motocicli a motore termico. Quest’ultimo valore percentuale, nei 20 paesi della UE che hanno fornito le statistiche, si avvicina all’1%.

Le importanti differenze riscontrate nei vari paesi sono influenzate dalla presenza o meno, e dall’ammontare, degli incentivi all’acquisto, dagli sconti sulle assicurazioni o dalla possibilità di circolare in zone a traffico limitato o sulle piste ciclabili.
Diverse politiche sulle mobilità urbana che vedono ad esempio quasi 8.000 ciclomotori elettrici nel piccolo Belgio, oltre 6.000 in Olanda e oltre 7.000 in Francia.

Fonte dati ACEM

  • quagliodromo, Telgate (BG)

    Sarebbe bello sapere anche la classifica europea dei modelli più venduti.
Inserisci il tuo commento