Kawasaki Ninja 400 m.y. 2023: vi intriga la dominatrice del mondiale Supersport?

Dopo un'assenza dai listini, causa introduzione Euro5, ritorna la Ninja 400 con alcune novità di dettaglio e il motore aggiornato. E' anche la moto vincitrice del mondiale SSP300
6 giugno 2022

Assieme alla naked Z400, con la quale condivide la base tecnica, ritorna nella gamma Kawasaki in vendita in Italia la sportiva Ninja 400. La moto era stata disponibile fino al 2020, per poi uscire dal listini poiché rimasta all'omologazione Euro4.

Un anno abbondante dei vuoto e ora la sportiva che apre al mondo Ninja è ritornata con la sua bella omologazione Euro5 superata e con nuove colorazioni e grafica.

Sarà disponibile nelle concessionarie, a un prezzo ancora da comunicare ma ricordiamo che la precedente versione era in vendita a 6.390 euro, nelle due opzioni di colore Lime green/Ebony (quale KRT Edition), oppure Metallic Carbon Gray con Metallic Matte Carbon Gray. La prima si rifà alle moto del mondiale Superbike – ci sono anche accenni di rosso nella grafica - e la seconda più elegante. La moto è guidabile con patente A2.

Come nel caso della ricordata Z400, anche per la nuova versione Ninja 400 le novità sono state di soprattutto di motoristico per portare le emissioni nell'ambito della normativa Euro5 (emissioni CO2 di 91 grammi/km).

Un lavoro che ha interessato tutta aspirazione (sono cambiati anche i condotti), iniezione e scarico. Il due cilindri in linea di 399 cc, che ha distribuzione bialbero quattro valvole e contralbero di equilibratura, è riuscito a conservare la potenza massima di 45 cavalli al regime di 8.000 giri. Ha perso però qualcosa picco di coppia massima, sceso da 4 a 3,8 kgm a 8.000 giri.
La trasmissione è sempre dotata di comoda frizione assistita e antisaltellamento, e di cambio a sei marce.

Esteticamente è ricalcato lo stile del modello 2020, con la carenatura completa e i chiari accenni nel frontale e nella coda - con selle separate – alla Ninja ZX-10R.

Dalla serie H2 arriva invece l'ispirazione per il telaio a traliccio di tubi di acciaio. Davanti c'è una forcella tradizionale con steli da 41 mm, non regolabile, e con escursione di 120mmm, dietro c'è un mono centrale (stavolta regolabile nel precarico molla) con articolazione progressiva Uni-Track e forcellone in trafilato di acciaio.

Z400 e Ninja 400 2023
Z400 e Ninja 400 2023

Le ruote in lega leggera a razze sono da 17 pollici e montano pneumatici nelle misure 110/70 e 150/60; la moto ha interasse contenuto in 1.370 mm, altezza sella di 785 mm, luce a terra di 140 mm e peso di 168 kg in ordine di marcia, con il serbatoio da 14 litri pieno.

I freni a disco singolo hanno profilo a margherita, pinze a doppio pistoncino e diametri di 310 mm davanti e 220 dietro.
La confermata strumentazione è mista analogico/digitale, con chiaro contagiri ospitato al centro e un pannello LCD multifunzione più a destra. Le spie di servizio si trovano invece a sinistra del contagiri.

Impegnata in diversi campionati, la Ninja 400 ha vinto i titoli SSP300 dal 2018 al 2021, l'ultimo anno con il madrileno Adrián Huertas.

Caricamento commenti...