In Spagna arrivano gli agenti in borghese in moto. Buona idea?

In Spagna arrivano gli agenti in borghese in moto. Buona idea?
Nicola Andreetto
Dalla prossima estate, per monitorare la sicurezza sulle strade spagnole ci saranno anche agenti in moto mimetizzati in mezzo al traffico con l'obiettivo di individuare le condotte pericolose
28 marzo 2024

Secondo quanto dichiarato dal numero uno della Direzione generale del traffico (Dgt), Pere Navarro, in un'intervista concessa a El País, dalla prossima estate sulle strade iberiche circoleranno dei "finti motociclisti" per così dire. Si tratterà di agenti della polizia mimetizzati da comuni centauri in sella alle loro moto che avranno il compito di monitorare il traffico ed individuare prontamente condotte pericolose. "Avverrà soprattutto nei weekend, nelle zone più complicate, per evitare comportamenti che non vanno bene. In questo modo, un motociclista che si trova a fianco di un altro potrebbe essere un agente della Guardia Civil", ha aggiunto Navarro. Infatti una delle principali preoccupazioni delle autorità stradali iberiche riguarda la riduzione degli incidenti mortali che coinvolgono motociclisti, un fenomeno purtroppo in aumento nell'ultimo decennio. 

Troviamo che l'idea potrebbe avere molto senso anche in Italia non solo come deterrente per guide troppo esuberanti, diciamo così, da parte dei motociclisti ma proprio come monitoraggio di ciò che avviene sulle strade. Assistiamo ogni giorno a manovre insensate da parte di motociclisti, automobilisti, camionisti, ciclisti... e se spesso non ci sono conseguenze, come sappiamo molte altre volte le possono avere anche molto gravi. Come abbiamo avuto modo di notare con l'esperienza su due ruote, il motociclista ha una posizione privilegiata nell'osservazione di ciò che succede attorno a sé. Vuoi perché è immerso in ciò che sta attraversando, sia un bel paesaggio sia il traffico intenso della città, vuoi perché è un utente esposto a ciò che fanno gli altri, il motociclista è per sua conformazione più adatto a notare tutto. In Spagna propongono questa soluzione per limitare i comportamenti sbagliati dei motociclisti, ma secondo noi potrebbe servire a 360 gradi. Voi cosa ne pensate? 

Hot now