Vendite nel mondo

Il Gruppo Piaggio segna un +9,2% nel 2018. Le moto a +25%

- Le vendite mondiali del Gruppo Piaggio hanno superato le 600.000 unità. In positivo tutti i principali indicatori economici. Vendite su, grazie soprattutto ai veicoli commerciali, bene l’Asia e la Vespa. Sale il titolo in Borsa
Il Gruppo Piaggio segna un +9,2% nel 2018. Le moto a +25%

Sono numeri positivi quelli riportati nel progetto di bilancio 2018 del Gruppo Piaggio, che lo scorso 25 febbraio è stato esaminato  e approvato dal consiglio di amministrazione di Piaggio & C. SpA, presieduto da Roberto Colaninno.

Il raffronto con l’anno precedente vede tutti i maggiori indicatori economici in crescita, a partire dai ricavi consolidati, fissati in 1.389,5 milioni di euro: +4,3% (+8,2% a cambi costanti) per una differenza positiva di 57,1 milioni di euro. E questo grazie a un incremento superiore ottenuto nel secondo semestre, dopo che il primo si era chiuso a +1,2%.

I veicoli con i marchi del gruppo venduti nel mondo durante il 2018 hanno raggiunto le 603.600 unità, un incremento del 9,2% che deriva da 50.800 veicoli venduti in più. Due terzi di questo incremento numerico si deve ai veicoli commerciali.
Le aree che hanno visto i maggiori incrementi sono l’India (+23,5%) e l’Asia-Pacific (+9,7%), mentre all’opposto ci sono l’area Emea (Europa, Medio Oriente, Africa) e Americhe che hanno accusato una flessione del 4,3%.

Per quanto riguarda il segmento delle "due ruote" propriamente dette, quindi senza "tre" e "quattro ruote" commerciali, i numeri sono di 393.100 veicoli venduti. Rispetto ai precedenti 376.000 il risultato si traduce in un aumento di +4,6%. Il relativo fatturato netto (che comprende 125,2 milioni della parte ricambi e accessori, +3,3%) è stato invece di 957,9 milioni di euro, ovvero +1,7%.

Anche per il settore "due ruote" il maggiore incremento di vendita percentuale si è registrato in India, con oltre il 30% e con in evidenza Vespa e Aprilia RS 50, mentre l’area Asia Pacific ha ottenuto un +9,7%. In Europa Piaggio conferma la leadership nel settore scooter, con una quota di mercato del 25,3% pur perdendo in assoluto.
Da parte sua il marchio Vespa ha ottenuto nel mondo il migliore risultato dal 2007, grazie a un +16%.

In aumento anche le vendite delle moto del Gruppo, quelle che vanno da 50 a 1.400 cc, da Aprilia a Moto Guzzi, con incremento di 24,8 punti percentuali rispetto al 2017. In questa occasione non sono stati però diffusi i numeri assoluti, e nemmeno la suddivisione per marca del comparto moto.

I veicoli commerciali venduti sono passati da 176.800 a 210.500, ovvero +19,1% (+33.700 unità), per un fatturato netto di 431,6 milioni di euro (41 in più sui 57 globali), pari a un +10,6%. Anche in questo caso è importante il mercato indiano che per quanto riguarda i veicoli a tre ruote registra il 15,9% di unità vendute in più.

Passando agli altri dati economici e finanziari, il margine lordo industriale è stato di 4.236,6 milioni di euro (+4,5%), con un’incidenza sul fatturato netto del 30,5% (30,4% in precedenza).
L’EBITDA consolidato è stato di 201,8 milioni di euro (+4,9%, contro il +2,3% del primo semestre), con EBITDA margin del 14,5%.
Il risultato operativo (EBIT) è stato pari a 92,8 milioni di euro (in aumento del 28,3%) con EBIT margin del 6,7% (5,4% nel 2017).

Il risultato ante imposte è stato positivo per 67,8 milioni (ovvero +69,4% sul 2017)
L’utile netto di 36,1 milioni di euro è stato in crescita dell’80,6% rispetto al risultato precedente di 20 milioni.

L’indebitamento finanziario netto è a -429,2 milioni di euro, in miglioramento per 17,5 milioni di euro rispetto ai -446,7 al 31 dicembre 2017. Il debito è composto per metà circa da obbligazioni, e per un terzo circa da finanziamenti bancari.
Nel corso del 2018 il Gruppo ha effettuato investimenti per 115,3 milioni di euro (+28,6 milioni) in aumento del 33%.

E’ stato infine proposto un dividendo di 9,0 centesimi di euro per azione, per un totale di 32.155.184 euro.
In seguito alla diffusione dei dati di bilancio, risultati superiori rispetto alle stime su fatturato e redditività, le azioni di Piaggio sono in questi giorni commentate positivamente dagli analisti, e sono nell’elenco dei migliori FTSE Mid Cap con un incremento del 3,45% rispetto ai precedenti valori.

 

 

  • massimo.m, Ostuni (BR)

    Mhhhhhh....
    Dove sono tutti quelli che di solito sparano a zero sul gruppo Piaggio?? ;-)
  • varamolo, Montalto di Castro (VT)

    Hanno tolto dalla produzione la Stelvio e la Caponord lasciando il campo libero agli avversari. Che cavolo di politica industriale è? Sono convinto che con due endurone competitive la crescita sarebbe stata ancora più elevata ma temo che pensino più ai veicoli commerciali e agli scooter che alle moto.
Inserisci il tuo commento