Anticipazioni

EICMA 2015: Segoni Special Kawasaki

- La moto definitiva sarà presentata al Salone la prossima settimana. Vuole celebrare la serie storica del preparatore fiorentino, con le stesse scelte tecniche di base. Sarà prodotta in serie limitata
EICMA 2015: Segoni Special Kawasaki

Ecco i primi rendering della Segoni-Kawasaki, moto che vedremo in veste definitiva all’Eicma. Il fiorentino Lorenzo Segoni, figlio dell’indimenticabile Giuliano, ha voluto recuperare la nobile tradizione di famiglia e andare oltre, fondando la società Segoni Special con l’amico Tommaso Contri. Come le storiche Segoni, che ricorda nella personalità, anche questa special è caratterizzata dal telaio monotrave e dalla carrozzeria monoscocca.

La moto sarà prodotto in piccola serie a Firenze. La carrozzeria è in fibra di carbonio Carnibon Dream, con gruppi ottici e frecce full led, selleria cucita a mano, specchi Motogadget. Il design è firmato da De Benedetti & Fiordi design. Per la motorizzazione si è scelta l’unità Kawasaki Z800 a quattro cilindri, raffreddata a liquido, capace di 113 cavalli a 10.200 giri e di una coppia massima di 83 Nm a 8.000. La centralina elettronica è Magneti Marelli STR-E, il tachimetro è LCD a colori MM, con data logger via ethernet, wireless e bluetooth.

Ciclistica: il telaio è a trave centrale in acciaio al cromo molibdeno, bagnato in oro 24 carati, con forcellone d’alluminio da 4,5 kg. La forcella ha steli rovesciati da 43 completamente regolabile. I due ammortizzatori posteriori hanno corpo in acciaio legato ad alta resistenza e camera di compensazione d’alluminio; tutto regolabile, compreso l’interasse variabile. Poi corona in ergal, pignone d’acciaio, cerchi OZ 180/17 e 120/17 in alluminio forgiato anodizzato, freni anteriori a doppio disco flottante da 320, con pinze Brembo M4 radiali a 4 pistoncini da 34, e pinza al retrotreno a due pistoncini con disco flottante da 240.

La moto peserà circa 170 chili, con un interasse di 1360 mm e l’altezza sella di 750. Il serbatoio ha una capacità di 12 litri.

 

  • Tanguero1979, Lissone (MB)

    anche io non capisco proprio che bisogno c'era di placcare il telaio in oro.... pare proprio una robaccia per idioti arricchiti desiderosi di ostentare.... bah...... per il resto; onore a chi fa le cose mettendo la passione al primo posto.
  • bymaxx, VIGEVANO (PV)

    Scultura meccanica destinata al movimento
Inserisci il tuo commento