Attualità

Brembo dona un milione di euro per la lotta contro il coronavirus

- L'azienda di Curno, sperando di essere imitata, sostiene tre eccellenze bergamasche nella lotta al Covid-19: l’Ospedale Papa Giovanni XXIII, FROM e l’Istituto Mario Negri
Brembo dona un milione di euro per la lotta contro il coronavirus

Sostenere la ricerca scientifica contro il coronavirus.

C'è questo alla base della donazione di un milione di euro da parte di Brembo, che ha sede a Curno, a tre eccellenze del suo territorio che sono in prima linea contro l'epidemia. Si tratta dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII, della Fondazione per la Ricerca Ospedale di Bergamo (FROM) e dell’Istituto Mario Negri. I laboratori di quest'ultimo sono ospitati nella struttura “Kilometro Rosso Innovation District”, creata da Brembo, che è sede di una sessantina aziende, laboratori e centri di ricerca con un totale di 1.700 fra addetti e ricercatori.

Le tre realtà bergamasche che riceveranno il sostegno economico di Brembo stanno lavorando congiuntamente a tre linee di ricerca che partono da evidenze provenienti da studi clinici esistenti. Questo sforzo congiunto – scrive in una nota Brembo - potrebbe portare in tempi molto brevi a un contrasto efficace al virus, riducendo significativamente il numero di pazienti da trattare negli ospedali.

Alberto Bombassei
Alberto Bombassei

“Dopo una prima donazione, orientata anche a sostenere reparti di cura dell’Ospedale di Bergamo – ha detto Alberto Bombassei, presidente Brembo - abbiamo deciso di concentrare i nostri sforzi sulla ricerca per trovare in tempi ragionevolmente rapidi una terapia farmacologica per contrastare il Covid-19”. La ricerca è il nostro modo di fare impresa e crediamo che sia l’unica strada percorribile per trovare una soluzione efficace a questa situazione così difficile”.

“In questo momento – ha fato eco il professor Giuseppe Remuzzi, direttore dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri - è di fondamentale importanza comprendere i meccanismi di azione del virus nell’organismo. Siamo convinti che anche grazie alla generosità di Brembo questo sforzo potrà portare in tempi relativamente brevi a identificare i danni provocati dal virus riducendo in questo modo il numero di ammalati che avranno bisogno di cure intensive”.

Questo sostegno concreto da parte di Brembo vuole essere un esempio di sostegno alla ricerca per altre realtà imprenditoriali: lo scopo è di arrivare velocemente a una risoluzione di questa difficile situazione.

  • renato.zoso, Jerago con Orago (VA)

    “La ricerca è il nostro modo di fare impresa”... e hanno risorse disponibili per aiutare un collettivo fatto anche da imprese che spesso ritengono la ricerca un costo da tagliare... speriamo di riuscire a ricalcarli nella generosità ma anche nel modo di fare impresa
  • Guido Marrucci, San Miniato (PI)

    Grazie Brembo!
Inserisci il tuo commento