Attualità

Aprilia Dorsoduro 900 e Shiver 900 escono di produzione. Spazio alle 660

- Il model year 2020 sarà l'ultimo per le due Aprilia 900 con motore V2. L'arrivo della normativa Euro 5 e la nuova serie 660 le mandano in pensione
Aprilia Dorsoduro 900 e Shiver 900 escono di produzione. Spazio alle 660

Una campagna promozionale accompagna le Aprilia Dorsoduro e Shiver 900 all'uscita di scena.

Con l'introduzione della normativa sulle emissioni Euro 5 non ci sarà un domani per queste due stradali (che hanno visto gli ultimi aggiornamenti nel 2017 e 2019), così che nei primi mesi del 2021 terminerà la vendita degli esemplari presenti in stock.

Un vero peccato, secondo alcuni estimatori di questi modelli, del loro motore V2 e della loro ciclistica agile, ma l'anzianità di questi progetti (fra l'altro poco rinnovati esteticamente nel passato) ne avrebbe richiesto il totale rifacimento (la Shiver 750 risale al 2008 e la Dorsoduro 750 al 2009) e Aprilia ha scelto, come è noto, un'altra strada tecnica.

Aprilia Dorsoduro 900
Aprilia Dorsoduro 900

La nuova piattaforma è infatti la 660 basata sul motore a due cilindri paralleli derivato dal V4 1100.
Arriva in vendita a breve la sportiva RS600 (qui potete leggere la nostra prova), si attende a seguire l'arrivo anche della Tuono 660 (presentata come concept a Eicma un anno fa) e l'attesa è molta soiprattutto per la Tuareg (si chiamerà così?) 660, che però arriverà in vendita più avanti, si spera prima della fine della stagione 2021. Una supermotard come la Dorsoduro non sappiamo se ci sarà.

Aprilia Shiver 900
Aprilia Shiver 900

Il motore 660 della RS eroga 100 cavalli contro i 95 delle due note 900, quindi le prestazioni ci sono. Cambia certamente l'erogazione rispetto al V2 più grosso di Dorsoduro e Shiver, e del resto anche il posizionamento della serie 660 è un poco differente.

Aprilia ha fatto la sua scelta proponendo una linea di prodotti inedita che ha dalla sua parte una superiore razionalità industriale, e che offre pesi inferiori.
Per salire di cilindrata, se necessario, ci sarà tempo.

  • alec_leamas, Genova (GE)

    Visti i dati di vendita della piattaforma V2 900 cc, direi che di fatto si tratta di prodotti già di per sé fuori dal mercato.
    Restano però moto molto valide, fin dalla versione 750 cc, secondo me più centrate rispetto all'attuale 900 cc.
    Telaio e ciclistica molto efficaci e soprattutto l'elettronica è sempre stata all'avanguardia: se non ricordo male la Shiver nel 2008 è stata la prima moto sul mercato ad avere il RbW.
    Ancora oggi il pacchetto elettronico è molto interessante e molte concorrenti (a livello di fascia di prezzo) sono ancora indietro.
    Il motore secondo me è sempre stato un po' troppo grande e pesante (nato ibrido 750-1200 cc), soprattutto rispetto alla concorrenza Ducati, seppure più concorrenziale sul piano del prezzo di acquisto.
    Dorsoduro è stata una moto molto coraggiosa che ha intercettato il filone delle motard bicilindriche, che forse oggi è un po' fuori moda, superato da moto come MT-09 e Duke 790/890.
    Shiver, una naked sportiva/turistica, di dimensioni e abitabilità generose, forse è stata capita poco dal mercato ed è stata apprezzata da una piccola nicchia di acquirenti.
    Un po' come la Nuda 900, che ha fatto numeri di vendita minori di quanto forse meritava.
    Restano però un prodotti che avrebbero meritato un ben diverso successo commerciale.
    Purtroppo sembra che neppure Aprilia abbia mai creduto davvero nel progetto (è sempre stato difficile trovarne una in prova).
    La Dorsoduro, nata bella, è invecchiata abbastanza bene, ma il desing della Shiver aveva bisogno di un restyling serio e approfondito.
    L'adeguamento obbligato all'Euro 4 di Dorsoduro/Shiver con il passaggio da 750 cc a 900 cc probabilmente non ha giovato alle vendite.
    Il prezzo di vendita, considerando il pacchetto tecnico, secondo me però è molto interessante, con un rapporto qualità/prezzo che sembra anche più competitivo rispetto alla nuova RS 660, che è certo un prodotto più evoluto e moderno, in termini estetici e di rapporto potenza/peso, ma anche prezzato un po' più in alto e forse destinato ad un target di mercato diverso rispetto a Dorsoduro/Shiver.
    Direi che almeno questa volta, per il nuovo progetto 660, sembra che Aprilia abbia deciso di impegnarsi decisamente anche nella promozione del prodotto.
    Spero che, sull'onda dell'entusiasmo per la nuova piattaforma 660, Aprilia decida anche di potenziare finalmente la rete di vendita e assistenza, oggi molto carente, puntando con un po' di coraggio anche su dealer monomarca del gruppo Piaggio.
    Non ho mai capito perché Piaggio non investa su una rete vendita unica, concentrando la potenza di vendita di tutti i suoi marchi... Vespa, Aprilia e Moto Guzzi, oggi sperso dispersi in concessionari multimarca.
  • Original_cigi, Verona (VR)

    E finalmente direi... Mi spiace per l'addio del V2 900, è un motore per me ben riuscito, limitato solo dalla stessa Piaggio che, a mio parere, non ha saputo (o potuto) sfruttarlo a dovere.
    Ho avuto occasione di provare la Shiver 900 diverse volte (la Dorsoduro l'ho utilizzata solo in versione 750) ed ogni volta mi chiedevo come fosse possibile proporre quel motore e quel telaio solo su una naked "sportiva" ed un motardone. Non che le due moto non fossero valide, ma sarebbe stato molto interessante vedere anche una GT o una piccola Capo Nord con quelle specifiche.
    Detto questo, come riporta bene l'articolo, sia Shiver che Dorsoduro sono entrambi progetti con più di 10 anni, cambiati poco o nulla in fatto di estetica durante tutta la loro carriera.
    Se la persistenza della Dorsoduro ha anche un senso, essendo l'unica vera alternativa all'hypermotard in una nicchia di poche proposte ma che tutto sommato piace, la Shiver ha ormai una concorrenza che è nettamente più avanti in termini di contenuti ed estetica.
    Giusto cambiare il vecchio (che ormai vendeva pochissimo) con il nuovo quindi, sperando che la gamma del 660 parallelo sia ben fatta.
Inserisci il tuo commento

Scheda tecnica

Aprilia Dorsoduro 900 (2017 - 20)
  • Informazioni generali
  • Misure
  • Motore
  • Ciclistica
  • Batteria
  • Marca Aprilia
  • Modello Dorsoduro 900
  • Allestimento Dorsoduro 900 (2017 - 20)
  • Categoria Supermotard
  • Inizio produzione 2017
  • Fine produzione n.d.
  • Prezzo da 9.630 - franco concessionario
  • Garanzia n.d.
  • Optional n.d.
  • Lunghezza 2.216 mm
  • Larghezza 870 mm
  • Altezza n.d.
  • Altezza minima da terra n.d.
  • Altezza sella da terra MIN 870 mm
  • Altezza sella da terra MAX n.d.
  • Interasse n.d.
  • Peso a secco 186 Kg
  • Peso in ordine di marcia n.d.
  • Cilindrata 896,1 cc
  • Tipo motore termico
  • Tempi 4
  • Cilindri 2
  • Configurazione cilindri a V
  • Disposizione cilindri longitudinale
  • Inclinazione cilindri n.d.
  • Inclinazione cilindri a V 90
  • Raffreddamento a liquido
  • Avviamento elettrico
  • Alimentazione iniezione
  • Alesaggio 92 mm
  • Corsa 67,4 mm
  • Frizione multidisco
  • Numero valvole 4
  • Distribuzione bialbero
  • Ride by Wire
  • Controllo trazione
  • Mappe motore 3
  • Potenza 95 cv - 70 kw - 8.750 rpm
  • Coppia 9 kgm - 90 nm - 6.500 rpm
  • Emissioni Euro 4
  • Depotenziata
  • Tipologia cambio meccanico
  • Numero marce 6
  • Presenza retromarcia No
  • Consumo medio VMTC n.d.
  • Capacità serbatoio carburante 12 lt
  • Capacità riserva carburante n.d.
  • Trasmissione finale catena
  • Telaio Scomponibile traliccio in acciaio collegato con bulloni ad alta resistenza a piastre laterali in alluminio. Telaietto posteriore smontabile
  • Sospensione anteriore Forcella Kayaba upside-down, steli  41 mm. Regolabile nel freno idraulico in estensione e precarico molla
  • Escursione anteriore 160 mm
  • Sospensione posteriore Ammortizzatore idraulico regolabile in estensione e precarico molla
  • Escursione posteriore 160 mm
  • Tipo freno anteriore doppio disco
  • Misura freno anteriore 320 mm
  • Tipo freno posteriore disco
  • Misura freno posteriore 240 mm
  • ABS
  • Tipo ruote integrali
  • Misura cerchio anteriore 17 pollici
  • Pneumatico anteriore 120/70 ZR 17"
  • Misura cerchio posteriore 17 pollici
  • Pneumatico posteriore 180/55 ZR 17"
  • Batteria n.d.
  • Capacità n.d.
  • Autonomia e durata n.d.
  • Batteria secondaria n.d.
Aprilia

Scheda tecnica

Aprilia Shiver 900 ABS (2019 - 20)
  • Informazioni generali
  • Misure
  • Motore
  • Ciclistica
  • Batteria
  • Marca Aprilia
  • Modello Shiver 900
  • Allestimento Shiver 900 ABS (2019 - 20)
  • Categoria Naked
  • Inizio produzione 2018
  • Fine produzione n.d.
  • Prezzo da 8.580 - franco concessionario
  • Garanzia n.d.
  • Optional n.d.
  • Lunghezza 2.130 mm
  • Larghezza 810 mm
  • Altezza 1.110 mm
  • Altezza minima da terra n.d.
  • Altezza sella da terra MIN 810 mm
  • Altezza sella da terra MAX n.d.
  • Interasse 1.465 mm
  • Peso a secco n.d.
  • Peso in ordine di marcia 218 Kg
  • Cilindrata 896,1 cc
  • Tipo motore termico
  • Tempi 4
  • Cilindri 2
  • Configurazione cilindri a V
  • Disposizione cilindri longitudinale
  • Inclinazione cilindri n.d.
  • Inclinazione cilindri a V 90
  • Raffreddamento a liquido
  • Avviamento elettrico
  • Alimentazione iniezione
  • Alesaggio 92 mm
  • Corsa 67,4 mm
  • Frizione multidisco
  • Numero valvole 4
  • Distribuzione bialbero
  • Ride by Wire
  • Controllo trazione
  • Mappe motore 3
  • Potenza 95 cv - 70 kw - 8.750 rpm
  • Coppia 9 kgm - 90 nm - 6.500 rpm
  • Emissioni Euro 4
  • Depotenziata
  • Tipologia cambio meccanico
  • Numero marce 6
  • Presenza retromarcia No
  • Consumo medio VMTC 5,313 km/l
  • Capacità serbatoio carburante 15 lt
  • Capacità riserva carburante n.d.
  • Trasmissione finale catena
  • Telaio Scomponibile traliccio in acciaio collegato con bulloni ad alta resistenza a piastre laterali in alluminio. Telaietto posteriore smontabile.
  • Sospensione anteriore Forcella Kayaba upside-down con steli Ø 41 mm. Regolabile in precarico molle ed idraulica in estensione
  • Escursione anteriore 120 mm
  • Sospensione posteriore Forcellone in lega di alluminio con capriata di irrigidimento. Mono-ammortizzatore Sachs regolabile in precarico molla ed idraulica in estensione.
  • Escursione posteriore 130 mm
  • Tipo freno anteriore doppio disco
  • Misura freno anteriore 320 mm
  • Tipo freno posteriore disco
  • Misura freno posteriore 240 mm
  • ABS
  • Tipo ruote integrali
  • Misura cerchio anteriore 17 pollici
  • Pneumatico anteriore 120/70 ZR 17"
  • Misura cerchio posteriore 17 pollici
  • Pneumatico posteriore 180/55 ZR 17"
  • Batteria n.d.
  • Capacità n.d.
  • Autonomia e durata n.d.
  • Batteria secondaria n.d.
Aprilia

Confronta moto

Confronta la moto selezionata con quella che vuoi, sia nuova che uscita dai listini.

Ad esempio puoi confrontare la moto che desideri acquistare con quella da te posseduta in questo momento e vedere le differenze.

Confronta