Salone di Milano

EICMA 2017: Triumph Tiger 800 XC e XR, foto, video e dati

- Tutta nuova anche la piccola adventouring di Hinckley. Oltre 200 modifiche, ciclistica rivista e qualche chilo in meno

Se per la Tiger 1200 MY 2018 sono stati modificati oltre cento particolari, la “piccola” Tiger 800 vede questa cifra raddoppiata, potendo vantare per il nuovo modello oltre 200 aggiornamenti a telaio e motore, immutati dal 2015.

Ricalcando gli allestimenti della sorella maggiore Tiger 1200, resta valida la suddivisione in XC più fuoristradistica (ruote a raggi di 21'' e 17'', sospensioni WP) e XR più stradale (cerchi in lega di 19'' anteriore e 17'' posteriore, sospensioni Showa), declinati in XCx e XCa per la cross country e XR, XRx e XRT per la road, in ordine crescente di ricchezza dell'allestimento, senza tralasciare la XRx low seat che riduce l’altezza della sella di 50 mm rispetto agli altri modelli della gamma. Viene innanzitutto rivista la posizione di guida arretrando il manubrio di 10 mm, mentre per quanto attiene il propulsore a tre cilindri di 800cc di nuova generazione, le novità per il 2018 riguardano il cambio dalla prima accorciata e l'impianto di scarico più leggero e con un sound più coinvolgente ma senza riflessi sulla potenza massima, fissa a quota 95 cv, e sulla coppia immutata a 79 Nm ma erogata 200 g/min più in alto rispetto al precedente modello. Disponibile anche il kit di depotenziamento (reversibile) per portare la Tiger 800 nei limiti della patente A2.

La linea della nuova Tiger 800 viene affinata con nuovi elementi della carrozzeria, nuovi stemmi e nuovi colori, mentre risaltano subito il nuovo e più protettivo parabrezza regolabile in cinque posizioni, la strumentazione TFT, i fari full-LED, i blocchetti comandi e joystick a cinque vie, di fatto replicando quanto proposto sulla nuova Tiger 1200.

Le numerose modifiche hanno portato a concreti risparmi di peso e le nuove Tiger 800 fermano l'ago della bilancia da un 1 a 8 chili più in basso, in funzione delle versioni e dell'allestimento, mentre il telaio ha visto diminuire l'inclinazione del cannotto di sterzo da 23.9° a 23.8° (XR) e da 24.3° a 23.4° (XC), il tutto per garantire maggiore controllo specie nella guida in fuoristrada dove è inoltre disponibile il nuovo riding mode Off-Road Pro.

I freni sono ora marchiati Brembo e il nuovo cruise control azionabile con un solo pulsante è stato, così come per la sorella maggiore Tiger 1200, totalmente rivisto.

Anche in questo caso, chi sceglierà la media di Hinckley potrà accedere ad un catalogo di accessori dedicati che comprende, tra gli altri, le borse posteriori rigide, la sella riscaldata e le protezioni per motore e telaio.

  • angelo.moretti, Bergamo (BG)

    io l ho comprata la 800 xrx ma purtroppo nella mia città un solo concessionario e unica officina .... nemmeno la moto di cortesia x i tagliandi ... e che cari i ricambi .... bel mezzo ma sarà l unica mia triumph
  • Ultraviolet, Cavedine (TN)

    io la comprerei subito la xrx ,il problema è che nella mia città non c'è un concessionario ne un meccanico ufficiale,di certo non mi faccio 100 km per un tagliando o per un problemino
Inserisci il tuo commento