salone di milano

EICMA 2017: Honda Africa Twin CRF1000L 2018. Foto, video e dati

- La maxi viene migliorata nel 2018. Arriva il ride by wire con le mappe motore, che diventa anche più pronto ai medi. Strumentazione, scarico, pedane e batteria inediti

La maxienduro riceve per il 2018 numerosi aggiornamenti. Il comando dell’acceleratore è ora del tipo Throttle by Wire e la gestione elettronica del motore offre quattro Riding Mode di cui uno completamente personalizzabile. Il controllo di trazione HSTC (Honda Selectable Torque Control) è regolabile su sette livelli e disattivabile. Tutta nuova la strumentazione. Il motore ha il contralbero di bilanciamento più leggero e, insieme alle modifiche a airbox e impianto di scarico, rende l’erogazione più pronta e il sound più personale. La batteria è agli ioni di litio, più leggera, e la componentistica si avvale di nuove pedane e relativi supporti, anche per il passeggero. Gli indicatori di direzione sono a disattivazione automatica ed offrono il lampeggio veloce di emergenza in caso di ‘panic stop’. La nuova CRF1000L Africa Twin è più leggera di 2kg ed ha la doppia omologazione per montare anche pneumatici tassellati. 

Il 2018 segna il 30° anniversario dalla nascita della leggendaria Honda XRV650 Africa Twin. Il modello 2018 sfrutta i punti di forza della prima serie del 2015, ma è stato aggiornato sotto molti punti di vista  sia nella versione con tradizionale cambio manuale che in quella con cambio a doppia frizione DCT (Dual Clutch Transmission). 

Il motore del modello 2018 ha una migliore risposta ai regimi intermedi, grazie all’airbox con canali allungati, al contralbero di bilanciamento alleggerito e all’impianto di scarico riprogettato. Ma la novità più significativa è l’adozione del comando del gas TBW (Throttle by Wire), che ha permesso l’introduzione di un’elettronica di bordo più sofisticata, con 3 Riding Mode preimpostati più uno personalizzabile, e l’ampliamento dei livelli di scelta dell’HSTC (Honda Selectable Torque Control), ora pari a sette. 
La versione della CRF1000L Africa Twin con cambio sequenziale a doppia frizione DCT prevede una modalità di cambiata manuale ‘MT’ (Manual Transmission), che permette di cambiare le marce agendo sulle palette al manubrio, e due modalità automatiche ‘AT’ (Automatic Transmission): ‘D’ (Drive) è ideale in viaggio e per massimizzare l’efficienza dei consumi, ‘S’ (Sport), dedicata alla guida brillante, è articolata su tre livelli progressivamente più sportivi. Inoltre, la funzionalità “G”, attivabile tramite un pratico tasto sul cupolino in tutte le modalità (D, S, MT), enfatizza le doti di trazione in off-road riducendo il parziale slittamento delle frizioni nell’apri-chiudi e durante i cambi marcia.

Per la prima volta anche sulla CRF1000L Africa Twin con tradizionale cambio manuale è disponibile come optional il Quickshifter per salire di rapporto e scalare senza l’uso della frizione.
Per la prima volta anche sulla CRF1000L Africa Twin con tradizionale cambio manuale è disponibile come optional il Quickshifter per salire di rapporto e scalare senza l’uso della frizione.

Sul nuovo modello 2018, i contrappesi di bilanciamento sono più leggeri (-300 grammi), riducendo così l’inerzia di 306g/cm2.

Per la prima volta anche sulla CRF1000L Africa Twin con tradizionale cambio manuale è disponibile come optional il Quickshifter per salire di rapporto e scalare senza l’uso della frizione. 

Sul modello 2018 troviamo accorgimenti utili a migliorare ulteriormente la guida in fuoristrada: le pedane del pilota sono più larghe e i supporti in acciaio rinforzati; ritoccati anche i supporti delle pedane per il passeggero, in modo da lasciare più spazio ai polpacci e agli stivali del pilota quando guida in piedi. Per lo stesso motivo, la nuova strumentazione, sempre verticale in stile rally, è leggermente più inclinata per facilitarne la lettura. 
 

La forcella rovesciata a perno avanzato Showa con steli da 45 mm è completamente regolabile e prevede l’attacco radiale per le pinze freno Nissin a 4 pistoncini. I grandi dischi flottanti da 310 mm di diametro hanno il profilo a margherita. Anche il monoammortizzatore Showa è pluriregolabile, con pomello per il registro idraulico del precarico molla che velocizza le operazioni di set-up. La CRF1000L Africa Twin monta cerchi a raggi da 21 pollici all’anteriore e 18 pollici al posteriore, per installare gomme tassellate in alternativa a quelle polivalenti di primo equipaggiamento. Il nuovo modello 2018 riporta l’omologazione dei pneumatici alternativi sulla carta di circolazione. 

 
Le colorazioni 2018 della CRF1000L Africa Twin sono: Matt Ballistic Black Metallic, Pearl Glare White (Tricolor), Grand Prix Red (Team HRC Rally colour), Candy Chromosphere Red. 
 
 

  • ercole.graziadei, Rottofreno (PC)

    E le borse laterali? sono le solite scadenti e fragili o hanno migliorato qualcosa. Ho sentito parlare di tubolari di rinforzo; se è vero in cosa consistono?
  • blackfriday, Bergamo (BG)

    prezzo?
Inserisci il tuo commento