Trek Fuel EXe. Come va il motore magico di TQ?

  • di Alex Boyce
Un motore che letteralmente scompare nel telaio. Non ha la potenza dei propulsori tradizionalmente montati sulle eBike, ma ha un equilibrio tra peso e prestazioni che rende il risultato assolutamente magico
  • di Alex Boyce
31 ottobre 2022

TQ è un'azienda tedesca che produce molti tipi di motori e che da molti anni ha lanciato sul mercato delle biciclette elettriche il motore TQ HPR 120S. E' il propulsore che ha la più grande coppia (di 120 Nm) montato su una bicicletta elettrica omologata per circolare in strada. Questo motore si trova su due marchi di biciclette Spitzing e Haibike. Trek ha ovviamente collaborato dietro le quinte a questo progetto, visto che è il motore scelto per la sua nuova bici elettrica da trail. La bicicletta è fortemente influenzata dal design e, se confrontata con una Fuel non elettrica, è difficile accorgersi della presenza di un motore. Le dimensioni e il rapporto potenza/peso del TQ-HPR50 sono probabilmente i migliori sul mercato. Il segreto di questo sistema è la trasmissione Harmonic Pin-Ring. 

 

Specifiche tecniche

Telaio Trek Carbon 150 mm di escursione
Forcella Rockshox Lyrik
Ruote Carbonio Bontrager
Motore TQ HPR50 250w 1.850 g (4,08 libbre)
Coppia 60 NM
Remoto montato sul manubrio
Batteria 360wh 1.830g (4,03lbs)
Estensore di portata 
Display 2" con ANT+
Peso della bicicletta 18,5 kg
Prezzo €15.499,00

Le specifiche tecniche di questa bicicletta non sono molto diverse da quelle di altre biciclette leggere, ma il pacchetto in realtà è molto diverso. Questa è la prima bici di serie a utilizzare questo motore, e le modifiche rispetto a una mountain bike standard sono minime per quanto riguarda il design funzionale e la geometria. 

La vera differenza è che il motore ha una circonferenza di appena qualche centimetro, il che significa che i progettisti di telai hanno molti meno limiti sulla geometria e sulle forme del telaio che possono utilizzare. Altre eBike leggere ci si avvicinano, ma la Trek si distingue nettamente dalla concorrenza perché il telaio assomiglia a quello di una normale MTB.

Il display è da 2" ed è integrato nel tubo orizzontale, mentre il telecomando è piccolo come quello della concorrenza. Il sistema utilizza una batteria discreta da 360 Wh alloggiata nel tubo obliquo della bicicletta, appena più grande di un tubo obliquo di una bicicletta non elettrica. Consente inoltre di utilizzare estensori di autonomia che si inseriscono in un portaborraccia sul telaio e che, anche in questo caso, non sono più grandi di una borraccia standard da 500 ml. 

Come va?

Abbiamo guidato questa bici solo sulla pista aperta di Misano per il nostro primo contatto e su un'area di test di trail brevissima e poco impegnativa. Quelle che vi restituiamo sono pertanto impressioni preliminari e presto avremo la possibilità di testate più approfonditamente questa Trek.

La cosa principale che abbiamo notato è che la prima parte della pedalata è morbida e molto naturale, con il motore che aumenta la potenza subito dopo la prima pressione sul pedale, ma in modo impercettibile. Non esiste nulla sul mercato che abbia questo tipo di sensazione. L'intero processo è silenzioso. Una volta raggiunta la velocità e a una cadenza di circa 85 giri al minuto, è possibile sentire un fruscio, ma molto basso. Un motore assolutamente stupefacente dal punto di vista sonoro. Ciò è dovuto al design Harmonic Pin-Ring che si basa su una grande ruota dentata che si muove all'interno di un'analoga ruota dentata leggermente più grande. La silenziosità può essere attribuita alla mancanza di ingranaggi nel treno. Abbiamo constatato che la modalità di potenza massima è equivalente a una modalità "trail" del motore Shimano EP8. La modalità Eco è molto meno potente di una normale modalità Eco e quasi simile a una bicicletta non elettrica. 

La modalità a piena potenza è utile sulle salite ripide per scaricare la tensione, ma è necessario pedalare o l'autonomia della batteria diminuirà più rapidamente, non si può stare seduti e farsi spingere su per la collina con il motore che fa tutto il lavoro. 

 

Per chi è?

In base alle impressioni iniziali, la Fuel è ideale se le prestazioni su trail bike sono fondamentali per il vostro divertimento o se siete atleti che desiderano un assistente per l'allenamento che vi aiuti a rimanere più facilmente nella vostra zona di allenamento per la frequenza cardiaca. Non è adatto a chi cerca una soluzione di trasporto per i giri nel parco. Le discese vanno "guadagnate". 

Conclusione

Dopo un primo giro, breve ma intenso, ci è sembrato di avere un'idea significativa di come questa bicicletta si inserirà nel mercato. Trek, in quanto primo marchio a utilizzare il motore TQ, ha fatto una scelta eccellente, in quanto il suo prodotto si pone immediatamente come punto di riferimento con cui confrontarsi. 

Hot now

Caricamento commenti...