TEST - Thok TK01: una "capra" in salita e stabile in discesa

  • di Alex Boyce
Pochi altri produttori sono riusciti a creare una eBike così versatile e divertente, in grado di essere efficace in salita e di tramettere tanta sicurezza in discesa
  • di Alex Boyce
14 aprile 2021

THOK ha presentato la sua nuova eBike per il 2021 basata sul motore Shimano EP8, la TK01. Ha un nuovo telaio e un design molto robusto. Il brand torinese ha creato una gamma di bici che bada all'essenziale e ha deciso di lasciare alla brandizzazione Ducati i modelli più estremi e dalle specifiche superiori. La TK01 costa poco più di 5.000 euro, non un prezzo che si può considerare in assoluto economico, ma sicuramente una cifra super concorrenziale rispetto ai modelli di fascia superiore.

Le dotazioni sono decisamente di livello superiore con Batteria da 630 Wh, sospensioni da 170 mm e componenti di tutto rispetto. THOK ha scelto una configurazione con ruota anteriore da 29 pollici e posteriore da 27,5; numeri che consentono alla TK01 di cavarsela anche nelle condizioni più difficili. Nonostante le cifre che sulla carta sono da E-Enduro, questa bici piacerà sicuramente a una base di utenti molto più ampia.

THOK ha prestato attenzione alle linee del telaio cercando di attirare nel mondo delle eMTB anche appassionati di altri sport, in particolare i motociclisti. Un dettaglio su tutti: il design è di D-Perf, a cura di Aldo Drudi. Conosciutissimo nel mondo delle moto per aver disegnato i caschi di Valentino Rossi (oltre ad altre migliaia di cose).

Tornando su aspetti più tecnici, notiamo che THOK è passata a una serie sterzo più grande: da 1,8". Essendo uno dei primi marchi a farlo, THOK sottolinea ancora una volta le sue origini ribadendo un expertise nato e cresciuto nel mondo delle eBike e quindi libero dalle concezioni derivate delle MTB muscolari. Il diametro extra offre un migliore supporto della forcella e migliori prestazioni in sterzata.

Specifiche

Telaio - Telaio in lega 6061 T4 T6 con escursione posteriore 170 mm, tubo sterzo conico 1.8
Forcella - ROCK SHOX 170mm YARI 29 "Boost,
Ammortizzatore posteriore ROCK SHOX - DELUXE Select R,
Freni SRAM - Guide T, pinza a 4 pistoncini, rotore Centerline da 200 mm
Deragliatore posteriore - SRAM NX
Cambio - SRAM - SX Eagle Trigger, 12s
Cassetta - SRAM Eagle 12s (11-50)
Pedivella - FSA 165mm - corona 34T
Ruote - THOK Drift - 29 "x30 mm anteriore e 27,5" x35 mm posteriore
Manubrio - Thok 780mm
Attacco manubrio - THOK 35mm
Copertone - MAXXIS - Assegai 29x2.6 anteriore e 27.5x2.6 posteriore.
Reggisella - reggisella telescopico THOK (125 mm taglia S - 150 mm taglia M - 170 mm taglia L e XL)
Sella -THOK Fit in Chromo
Motore - SHIMANO EP8 - 85 Nm (250W) -
Batteria -  batteria Thok integrata da 630 Wh
Display e cambio - Shimano SC-E7000
Peso - 24,7 Kg Taglia M senza pedali
Prezzo - € 5.250

Geometria

THOK non ha osato con la geometria della TK01 ed è rimasta su quote piuttosto standard. Lo stack dà la sensazione di avere sempre la bici a protezione e aiuto del pilota e in condizioni difficili questa configurazione è molto utile. E' una eBike che punta a combinare prestazioni in salita con capacità discesistiche di buon livello; un compromesso ben riuscito che evita il sollevamento della ruota anteriore anche su salite ripide. Il telaio offre spazio anche una posizione in sella leggermente aggressiva per una guida in stile Enduro.

Motore e batteria

La TK01 è dotata del motore Shimano EP8 che fornisce 250 W e 85 Nm di coppia. Tanta potenza in uno dei propulsori più leggeri sul mercato. In più, durante il nostro test abbiamo notato una maggiore coppia rispetto alla precedente generazione di motori Shimano. Il motore è più silenzioso durante la pedalata ed è più potente soprattutto su salite ripide, dove è in grado di garantire un maggior sostegno quando si pedala in piedi. Sui percorsi sconnessi, quando non si pedala, si avverte un piccolo rumore, ma praticamente impercettibile rispetto a quello dei prototipi che abbiamo provato l'anno scorso.

La batteria è personalizzata THOK da 630 Wh. A differenza di Bosch, Shimano consente di utilizzare batterie di terze parti. Abbiamo notato che il caricabatterie è diverso dal caricabatterie Shimano così come la porta di ricarica. La durata della batteria è stata molto buona e il tempo di ricarica è in testa alla media del mercato. Vale la pena notare che in questa fascia di prezzo poche altre bici hanno una batteria di questa capacità, quindi THOK facendone una propria probabilmente è riuscita a tenere più basso il prezzo. La dimensione fisica della batteria non è dissimile da quella Shimano.

Il display e l'interruttore di alimentazione sono Shimano e sono chiari e facili da usare. Shimano fornisce a nostro avviso il display più bello sul mercato e un ottimo sistema per il cablaggio dei comandi. Anche in questo caso vedere incluso in una bici con questo prezzo il display a colori è piuttosto raro.

Come va?

Sui sentieri normali abbiamo trovato la TK01 davvero facile da guidare e regala una grande sensazione di stabilità grazie all'abbondante escursione e alla dimensione della ruota anteriore.  Nonostante i 17o mm di escursione però non è una bici "morbida" tanto da chiedersi a volte il perché di tanta escursione. Ma in realtà le scelte geometriche sono volte a mantenere la manovrabilità e l'agilità senza sacrificare le dimensioni. Non ci sono molti marchi che riescono in questa operazione.

SALITA
La geometria del TK01 con ruota posteriore da 27,5" la rende una capra di montagna su sentieri ripidi. Ha un'aderenza molto buona e non si scompone nemmeno nelle curve strette. La sensazione finale è quella di una bici in grado di conquistare le salite con estrema sicurezza.

DISCESA
Con queste prestazioni in salita rischia di soffrire in discesa? Beh, non esattamente. Se parliamo delle discese più rettilinee la stabilità regalata dalla ruota da 29" non si mette in discussione. Dove si rinuncia a un po' di velocità è nei percorsi un più tortuosi. La TK01 permette anche ai ciclisti meno esperti di godersi in sicurezza i sentieri. I ciclisti più esperti che cercano velocità e prestazioni superiori possono trovare una risposta in altri modelli, magari quelli a marchio Ducati o nella nuova build RR.

Per chi è?

I tradizionalisti (con un background ciclistico) apprezzeranno la TK01 soprattutto per la costruzione solida e la configurazione discreta e senza fronzoli. Potrebbe non piacere al ciclista che cerca una sensazione di leggerezza. Tuttavia per i piloti provenienti dalle moto da Enduro la TK01 sarà perfetta. È un mix interessante che pochi altri marchi hanno raggiunto ed è divertente sia in salita che in discesa.

Conclusioni

E' davvero difficile incasellare la THOK TK01: fa praticamente di tutto e lo fa senza problemi. Poche altre bici sono "tuttofare" come la TK01. E' perfetta  per i ciclisti che non hanno esigenze specifiche e vogliono fare un po 'di tutto. E' una bici robusta, solida e forte. In salita è una delle migliori eBike in circolazione e in discesa è molto stabile. Per il ciclista medio la TK01 è un'alleata in ogni situazione.

Da Automoto.it

Caricamento commenti...