CIV 2023. Bernardi e Cavalieri in Superbike con Nuova M2 Racing Aprilia

CIV 2023. Bernardi e Cavalieri in Superbike con Nuova M2 Racing Aprilia
Carlo Baldi
Mega Team per Nuova M2 Racing nel CIV SBK con Bernardi e Cavalieri, sulla RSV4 Aprilia. Obiettivi: il titolo italiano e risvegliare l’interesse della casa di Noale per la Superbike
16 dicembre 2022

La Nuova M2 Racing del vulcanico ed inossidabile Enzo Chiapello ha organizzato un mega team per dare l’assalto al trono di Michele Pirro nel CIV Superbike 2023 con due piloti del calibro di Luca Bernardi e Samuele Cavalieri.

Il sanmarinese viene da una stagione difficile e controversa, nella quale dopo aver debuttato nel Mondiale Superbike con il Barni Spark Racing Team si è ritrovato prima a concludere la stagione nel Mondiale Supersport, e successivamente senza una sistemazione per la stagione seguente.

Dopo aver corso e vinto nel CIV prima in 300 (Campione Italiano nel 2017) e poi nella Supersport (Campione Italiano 2020) il pilota di San Marino ha debuttato nel mondiale Supersport mettendo in mostra un indubbio talento, prima che un grave infortunio a Magny Cours lo costringesse ad interrompere la sua attività. Quest’anno ha firmato un biennale con il team di Marco Barnabò ma l’accordo è saltato ancora prima che finisse la stagione. Ormai ripresosi completamente dall’infortunio, a soli ventun anni Luca può e deve tornare ad essere una delle migliori promesse del nostro motociclismo e Nuova M2 Racing gliene offre la possibilità.

Discorso simile per Samuele Cavalieri, anche lui con un passato con il Team Barni e anche lui reduce da un brutto infortunio ad entrambi i polsi che ne hanno compromesso la stagione 2022. Dopo aver corso nel CIV, nella Stock1000 e (anche se saltuariamente) nel mondiale Superbike per il bolognese è arrivato il momento di sfruttare questa opportunità per rilanciarsi prima nel CIV e poi anche a livello internazionale.

Entrambi inizieranno a prendere confidenza con moto e squadra nei test invernali in corso di definizione, per poi disputare i sei round (dodici gare) previsti dal calendario del CIV 2023. L’obiettivo del team e dei piloti stessi è di riportare alla vittoria nel CIV la RSV4, dopo il titolo conquistato da Lorenzo Savadori nel 2020, con la speranza che la casa italiana possa tornare ad interessarsi non solo al campionato Italiano, ma anche ai mondiali delle derivate, dove nuovi regolamenti potrebbero consentire l’impiego della quattro cilindri di Noale.   

Hot now

Caricamento commenti...