Gli airbag moto indossabili. Capitolo 4: i gilet

- L'ultimo, non ultimo, capitolo del nostro dossier è dedicato al sistema airbag più semplice e diffuso: il gilet
Gli airbag moto indossabili. Capitolo 4: i gilet

Dopo l'introduzione sulla storia e sul funzionamento degli airbag per motociclisti vi abbiamo proposto una carrellata di tute in pelle dotate di questa ormai diffusa tecnologia per la sicurezza, poi ci siamo occupati delle giacche e, in questo utimo step, andiamo a scoprire cosa propone il mercato per quanto riguarda i gilet, sempre più diffusi, versatili e di facile utilizzo.

Alpinestars Tech-Air

Sicuramente tra i dispositivi più conosciuti tra i motocilisti, il gilet Tech-Air di Alpinestars, sviluppato in più di 15 anni di ricerca e sviluppo sulla tecnologia airbag, è stato studiato per offrire protezione al pilota dal primo impatto in caso di incidente mediante un sofisticato algoritmo. E' privo di collegamenti fra moto e pilota e, pertanto, quest'ultimo può disporre di protezione airbag toracica totale su qualunque moto, indipendentemente da marca o modello.

Due le proposte: Race e Street: il Tech-Air Street può essere usato su strada e nel fuoristrada turistico, mentre il Tech-Air Race è utilizzabile nella guida in pista ma, attraverso un cambio di firmware, può operare utilizzando i parametri Street per la massima versatilità.

Costa 1.199,95 euro.

Bering C-Protect Air

Ve lo proponiamo, perché è la novità 2019, in versione "per lei", ma il gilet di Bering è ovviamente disponibile anche per uomo.

Il C-Protect Air, progettato da Bering con un occhio di riguardo per l'utente urbano, è un airbag a cavo che si aggancia alla moto e si attiva in meno di 0,1 secondi se sottoposto a una forte trazione, garantendo così protezione all’urto di tutte le zone vitali più esposte: il torace, l’addome e il dorso.

La sua particolare conformazione, una volta gonfiato, è utile anche per prevenire pericolosi movimenti del collo.

L’airbag, contenuto in un semplice gilet realizzato in softshell, è stato progettato per un utilizzo quotidiano.

Pensato come una sovragiacca con il back protector integrato, si indossa sopra qualunque capo, si adatta alle diverse taglie e alle differenti morfologie di chi lo indossa, grazie agli inserti stretch sui fianchi.

Una volta attivato, se il gilet non ha subito danni, è riutilizzabile cambiando gli elementi necessari.

Prezzi
Airbag: 399,90 euro
Cinghia elastica + moschettone: 59,90 euro
Cinghia di connessione al veicolo: 9,90 euro
Ricarica di gas: 24,90 euro.

Clover Kt-Out

Un airbag gilet dedicato a quattro delle giacche del marchio: la Crossover, La GTS 3 e 4, la Dakar e la Ventouring 1 e 2.
Integrabile esternamente alle suddette e facilmente trasportabile da una all'altra a seconda della stagione (sia nella versione uomo che nella versione donna), ha cinghie che entrano nella giacca attraverso apposite fessure, in modo da restare sempre ben aderente alla giacca e al corpo, anche quando gli strati interni sono rimossi.

Il sistema è omologato CE EN 1621-4 Livello 2 (il livello più protettivo) ha un tempo di attivazione di 0,08 secondi, e va ad ammortizzare l'energia d'impatto di circa 35 volte.

Il Kit-Out è facilmente ricaricabile dall'utente, anche in caso di apertura accidentale e costa 399,99 euro.

Dainese Smart Jacket

Dainese Smart Jacket è il primo gilet airbag con tecnologia D-Air che possa essere indossato sopra o sotto qualsiasi giacca o outfit, senza alcun tipo di connessione con la moto, indipendente dall’abbigliamento, utilizzabile guidando qualsiasi tipo di moto e su ogni strada, e ripiegabile, così da poter essere riposto in uno zaino o nel bauletto.

Questo, come giàdetto, è il risultato di oltre venticinque anni di ricerca Dainese sul sistema D-Air, e condensa in un unico capo il massimo della tecnologia airbag per moto - la stessa utilizzata dai piloti di MotoGP - con il massimo della versatilità e facilità di utilizzo.

Il "cervello" del gilet Smart Jacket è l’algoritmo di attivazione.

La centralina elettronica analizza mille volte al secondo i dati trasmessi dai 7 sensori dei quali è dotata, e rileva eventuali situazioni di pericolo, per attivare il sistema solo quando necessario. Due decenni di sviluppo e milioni di dati raccolti hanno permesso la definizione di un algoritmo estremamente raffinato nella capacità di predire una condizione di pericolo, anche nel caso di un impatto a veicolo fermo.

Il cuore della protezione di Smart Jacket è lo Shield, il sacco airbag con la tecnologia brevettata Dainese che, grazie alla sua struttura con microfilamenti interni, garantisce un gonfiaggio omogeneo e controllato lungo tutta la superficie, creando un vero e proprio scudo che avvolge il corpo e garantisce la protezione necessaria.

Lo Shield copre il busto e la schiena, e riesce a garantire una protezione pari a quella di 7 paraschiena di livello 1, pur senza  avere al suo interno alcun  protettore rigido: il risultato è un capo leggero e pratico che, una volta scesi dalla moto, può essere ripiegato e riposto in una borsa laterale, un bauletto o nello zaino.

Smart Jacket aggiunge un ulteriore, fondamentale elemento di versatilità e comfort: la ventilazione. Il tessuto esterno è areato, ma è all’interno che si trova l’innovazione principale: lo Shield è infatti ripiegato su se stesso in modo da consentire, in condizioni normali di guida, il passaggio dell’aria nella parte frontale.

In caso di attivazione, lo Shield si espande a coprire il busto in ogni sua parte, garantendo la massima protezione.
Smart Jacket è inoltre pensato per affrontare la pioggia, grazie al suo tessuto idrorepellente e alla tecnologia D-Air impermeabile, ed eredita le migliori caratteristiche di praticità della gamma D-air Road di terza generazione, come la possibilità di sostituire il sacco direttamente da parte dei dealer autorizzati.

La batteria a lunga durata garantisce  26 ore di autonomia e tempi di ricarica brevi.

Dainese Smart Jacket è disponibile in sei taglie in versione donna e in versione uomo, al prezzo di 599 euro.

Held Clip-In Air Vest

Il gilet può essere indossato all’interno delle giacche Held e fissato tramite tecnologia Clip-In, ma è compatibile con qualsiasi giacca moto.


L'airbag è meccanico a cavo e si apre completamente entro 0,1 secondi.

Come sempre, prima di scendere dalla moto è necessario staccare la cinghia anche se è decisamente difficile far scattare l’APS solo dimenticandosi del cavo: è necessaria una forza di trazione di almeno 30 chili.

Una volta scattato, per ricaricare il sistema non è necessario inviare il capo d’abbigliamento all’assistenza ma basta acquistare le bombolette di gas e procedere autonomamente e in maniera semplice alla ricarica.

Prezzo: 499,95 Euro - 549,95 Euro (B-L, B-XL).

Helite Gilet Custom Airbag Pelle

Una voce fuori dal coro, ma sicuramente molto interessante per il vastissimo mondo degli amanti del custom, spesso purtroppo combattuti nella scelta tra capi sicuri o capi belli, in pelle e stilosi come la filosia richede.

Ci pensa Helite, con un bel gilet in pelle... Insospettabilmente dotato di airbag.

E’ realizzato in pelle nera con airbag integrato - ad attivazione meccanica - e con la protezione dorsale semi rigida posizionata all’esterno delle camere d’aria in modo da ottenere un effetto “tartaruga" una volta attivato l’airbag che va a proteggere torace, collo e zona cervicale, fianchi e tutta la colonna vertebrale.

Tre tasche esterne e due interne, e sistema airbag removibile per lavare il gilet.

Costa di listino 710 euro, ma lo trovate facilmente online anche a prezzi inferiori.

Ixon IX-Airbag U03

La sinergia di due know-how Made in France per un prodotto high-tech, con un'offerta commerciale distinta tra la parte hardware (Ixon) e quella software (In&motion).

L'airbag è universale, perché compatibile con tutte le giacche certificate per l’uso di moto/scooter con la corretta corrispondenza delle taglie (misure indicate sul libretto di istruzioni per l’uso).

Rilevazione e gonfiaggio sono ultra rapidi: meno di 55 ms, senza cavi né sensori, ma con algoritmi di bordo.

E' comodo, leggero, elastico e traspirante, e lo vederemo sul mercato da settembre 2019 a 399,99 € IVA inclusa + noleggio del sistema di abbonamento Revolution o acquisto della In&box tramite formula classica.

Una prima fase, durata circa tre anni, di sviluppo sul campo del sistema Airbag, indossato dai migliori piloti durante la MotoGP, l’EWC (24H du Mans et Bol d’Or), la BSB, e la FSBK, il prodotto è ormai approvato dall’IRTA (International Road RacingTeam Association).

Poi una seconda fase di più ampia portata, realizzata con l'aiuto di 500 tester: sono stati selezionati tra clienti, giornalisti e rivenditori, nell’ambito della campagna AirbagRevolution. A partire dal maggio 2017 sono stati macinati più di un milione di chilometri in tutta Europa, con l’obiettivo di districarsi in ogni condizione e modalità d’uso.

L’U03 (Universale di terza generazione) rappresenta il terzo passaggio di sviluppo, e l’obiettivo è quello di renderlo accessibile al maggior numero di utenti usufruendo del più evoluto sistema e della migliore tecnologia airbag.

Il sistema funziona grazie all'attivazione della In&box, (il cervello del sistema), che grazie ad alcuni sensori e algoritmi di bordo misura la posizione e il movimento del motociclista 1.000 volte al secondo, al fine di rilevare una caduta o un incidente e di azionare l’airbag prima dell’impatto. Il tutto, in meno di 55 millisecondi.

La continua raccolta dei dati consente l’ottimizzazione delle strategie di rilevamento, al fine di offrire costantemente il miglior livello di protezione. Tali ottimizzazioni vengono trasmesse direttamente ogni volta che la In&box si connette tramite Wi-Fi, ad esempio durante la carica.
Vincitore del premio CES Innovation Award 2017 a Las Vegas nella categoria “Wearable technologies”, (la fiera più importante a livello mondiale dedicata alle nuove tecnologie), il sistema sviluppato da In&motion ha recentemente ricevuto una valutazione di 5 stelle presso la SRA.

Il sistema airbag In&motion è integrato nel gilet IXON IX-Airbag U03. Comprende un paraschiena con certificazione CE e si indossa sotto la giacca da moto (di tessuto o di pelle che sia). Il sistema è completamente autonomo (niente cavi, né installazione di sensori sulla moto) e beneficia costantemente dei miglioramenti derivanti dall'esperienza degli utenti.

Il dispositivo elettronico dispone di 20 ore di autonomia, è rimovibile, e facile da ricaricare grazie a una presa mini-USB.
L’airbag, come già detto, si apre in meno di 55 millisecondi, per proteggere le zone del torace, dell'addome, della colonna vertebrale, delle vertebre cervicali e delle clavicole.

Il gilet è leggero, comodo e aderente, grazie al materiale in tessuto elasticizzato, oltre alla rete a maglia 3D interna che assicura un'efficace traspirabilità.

È disponibile in cinque taglie: S, M, L, XL, XXL. Prezzo a partire da 399,99 € IVA inclusa.

MotoAirbag vZERO

vZERO è il nuovo modulo di MotoAirbag con sistema airbag posteriore, stile zaino, che protegge la cervicale, la schiena e il coccige, realizzato in Cordura 500 nei colori Fluo, Camo e Metal Grey con inserti rifrangenti.

La taglia è unica, ma regolabile tramite gli spallacci e la cintura in vita per adattarlo su tutti i tipi di giacche, invernali oppure estive che siano.

Il gilet può essere lavato dopo aver estratto il sistema airbag.

MABv2.0 è il gilet con sistema airbag posteriore nella versione "predisposta" o con sistema airbag posteriore e anteriore nella versione "completa".

MABv2.0c è il gilet con sistema airbag posteriore e anteriore.
Il cavo di attivazione è uno solo, ma all’interno si sdoppia per raggiungere i due sistemi airbag indipendenti, entrambi con attivatore e cartuccia di gas.

Il nuovo cavo di attivazione ad intervento selettivo distingue la direzione dalla forza di inerzia del pilota ed accorcia il cavo di attivazione del sistema airbag che deve entrare in funzione per primo (intervallo prima-poi = 10/15 millisecondi.

MAB v2.0p è il gilet con sistema posteriore e predisposto per aggiungere il sistema airbag frontale.
La linea del gilet è ancora più curata soprattutto per dare agio in caso di inserimento del sistema airbag frontale in un secondo momento.

Spidi DPS Gilet

La più recente evoluzione del sistema DPS: un cuscino da 26 litri avvolge il busto ed il collo del pilota, aumentando il livello di sicurezza in aree delicate in caso di incidente.

Il Safety Lab di SPIDI ha elevato la tradizionale DPS tecnology al più alto livello di sicurezza e l'ha dotata di una grande semplicità d'uso.

La certezza dell’attivazione analogica, l’ampia estensione della protezione fino alla delicata area cervicale, il comfort assicurato dal peso contenuto e la versatilità di utilizzo, ne fanno un prodotto di riferimento.

Attivazione e gonfiaggio avvengono tramite il cavo collegato alla moto, che garantisce l'attivazione dell’airbag in qualsiasi situazione di caduta con allontanamento dal mezzo.

I 26 litri d’aria di protezione, nel caso d’innesco del sistema, gonfiano 3,8 metri di camera d’aria che avvolgono il motociclista, proteggendone schiena, fianchi, torace e, in particolar modo, l’area cervicale. Più aria, più spessore, più aree protette.

Il sistema DPS è contenuto in un peso di soli 1,070 chili e può essere indossato su ogni tipo di giacca; presenta una chiusura regolabile in vita, zone in reflex e un sistema di aggancio giacca/pantalone mediante Pants-clip.

Il prezzo è di 599 euro.

  • Davidem46

    Io ho da tempo una giacca dainese d-air misano 1000, pagata 1500€. È vero, costa parecchio, ma se mi da anche solo una percentuale di possibilità di salvarmi la vita o rendere meno gravi le conseguenze di una caduta, credo valga la pena. Magari si può risparmiare sull'acquisto della moto che tanto 200 cv. non sono sempre necessari per divertirsi. Stesso discorso per il casco, magari rinuncio alla grafica replica del pilota preferito, ma scelgo uno di qualità.
    Saluti a tutti
  • Picinin se, Padova (PD)

    Infatti Dainese Alpinestars etc c’hanno studiato l’airbag investendo milioni per decenni perché filantropi. La moto è un simbolo voluttuario e questo sito ne è specchio fedele. I prezzi sono già diminuiti moltissimo per gli airbag, vuol dire che che il motociclista li apprezza e si diffondono: le ginocchiere da fuori strada , che potrebbero essere utilmente utilizzate anche per strada per esempio, sono in proporzione molto più care perché la diffusione è ad oggi riservata ai soli fuoristradisti.

    Liberi tutti......
Inserisci il tuo commento