Un ritorno al futuro per la SBK

Un ritorno al futuro per la SBK
Carlo Baldi
Le modifiche apportate, oltre che allo sbandierato confronto con i team, ci sembrano soprattutto improntate alla logica. Il "ParkinGO World Series" con Triumph | Carlo Baldi
3 dicembre 2009

Punti chiave


Infront Motor Sports
ha ufficializzato il nuovo programma di gara che partirà dalla prossima stagione 2010. Le modifiche apportate oltre che allo sbandierato confronto con i team, ci sembrano soprattutto improntate alla logica.

Con questo nuovo programma la Infront Motor Sports non fa altro che annullare le modifiche che erano state apportate al regolamento in data 31 marzo 2009 e che cancellavano proprio quelle prove ufficiali che ora vengono ripristinate. Eliminare le prove ufficiali della Supersport e della Stock 1000 faceva risparmiare ben pochi soldi ai team che si vedevano privati di un turno di prove ed erano costretti a giocarsi tutto nell’unica sessione ufficiale del sabato pomeriggio.

Questo nuovo programma rimette quindi le cose a posto. La gara della Supersport viene posticipata di trenta minuti sia per esigenze televisive che per dare  agli addetti ai lavori il tempo necessario per pranzare, in quanto in precedenza la sosta tra la fine della prima gara della Superbike e la gara della Supersport era di soli trenta minuti.

I tecnici avranno più tempo per riparare le moto tra le libere e la Superpole

 

La Superpole durerà di più e più lunga sarà quindi la suspence nell’attesa che venga definita la griglia di partenza delle due gare della domenica. Condividiamo anche l’allungamento della pausa tra le prove libere e l’inizio della Superpole, che consentirà ai tecnici di quei piloti che hanno danneggiato le proprie moto nelle libere pomeridiane (l’anno scorso è successo spesso) di avere il tempo necessario per riparare le moto e mettere quindi i propri piloti in grado di partecipare nelle migliori condizioni alle decisive sessioni della spettacolare Superpole.

Ci sembra valida anche la decisione (anche qui si tratta di un ritorno al programma precedente) di far correre la gara delle Stock 600 il sabato pomeriggio. In questo modo il sabato sarà ancora più interessante per gli spettatori e il nutrito programma della domenica non verrà più congestionato da ben cinque gare nell’arco di poche ore.

Infine ecco come sarà posizionata la gara del trofeo monomarca denominato “ParkinGO World Series”, corso in concomitanza con i round Europei del mondiale Superbike. La competizione, patrocinata dall'UEM che gli ha conferito il titolo di Campionato Europeo, sarà gestita direttamente da BE1Racing e Top Ride che realizzeranno anche un hospitality dedicata all'interno del paddock. Le moto utilizzate saranno le Triumph Street Triple 675R, fornite pronto gara col kit racing completo.

Le moto utilizzate saranno le Triumph Street Triple 675R



L'iscrizione prevede anche una giornata di test, gomme per tutte le gare, oltre ad un set rain. Ci penserà poi Garry McCoy a portare la sua esperienza di professionista ai 24 piloti che prenderanno il via dell'innovativo format e che si correrà appunto nelle 7 tappe europee della SBK, sui tracciati di Valencia, Assen, Monza, Misano, Brno, Donington e Nurburgring. Per ogni weekend di gara saranno quindi previsti due turni di prove ufficiali (venerdì e sabato), con gara posizionata alla domenica prima della seconda manche della Superbike.

Carlo Baldi
 

Leggi anche

Caricamento commenti...