team sbk

Superbike. Bimota pronta al debutto ad Aragon?

- Dopo la piovosa due giorni di test a Portimao, il team Alstare ha accumulato abbastanza km per essere pronto al debutto, la prossima settimana, nel Mondiale SBK?
Superbike. Bimota pronta al debutto ad Aragon?

Le condizioni meteo non sono state favorevoli ai test del team Bimota e Ayrton Badovini avrebbe prefereito fare qualche km in più, ma si è comunque detto soddisfatto del pacchetto base.


«Abbiamo trascorso un sacco di tempo nel circuito, ma poco in pista - ha detto - "Le condizioni meteo erano così brutte l'ultimo giorno (martedì) che ho deciso di non uscire affatto. Penso che probabilmente sono riuscito solo a fare quindici giri in condizioni di asciutto. Il resto del tempo o pioveva a dirotto o la pista era bagnata, quindi le condizioni non ideali per iniziare a lavorare con una nuova moto. E' stata dura per tutto il team, ma ci sono alcuni aspetti positivi e alcune cose che possiamo lavorare. La trazione è buona, anche sul bagnato, e in generale la moto sembra essere molto stabile in curva. Il motore è potente e l'erogazione è bella e lineare».

«E' stato il primo test effettivo - continua - e, naturalmente, ci sono stati problemi da superare, ma la maggior parte, se non tutti,  erano piccoli e risolvibili. Non ci aspetta un compito facile ma tutto il team Alstare è prontio a dare il 100%».


Bimota, che non gareggia  in SBK dal 2000, non è ancora in grado di soddisfare le richieste di omologazione recentemente stabilite dalla FMI per partecipare al mondiale Superbike. Proprio oggi una delegazione della FMI ed una della Dorna saranno a Rimini per visionare le 125 moto BB3 motorizzate BMW che consentirebbero alla casa italiana di superare la prima delle richieste regolamentari e che gli consentirebbero la regolare iscrizione al mondiale SBK. Purtroppo le moto non sono ancora pronte, ma grazie ad una deroga concessa dalla FMI e dalla Dorna, il team Bimota Alstare potrà comunque gareggiare ad Aragon, ma senza prendere punti. Non appena le moto saranno pronte, ai due piloti Iddon e Badovini verranno riconosciuti gli eventuali punti mondiali conquistati. Un deroga che accontenta tutti e che concede più tempo alla Bimota per soddisfare le richieste regolamentari.


Foto:  Kel Edge

  • IppoTaz, Legnano (MI)

    @jrampa

    La Bimota "originale",
    ha sempre costruito con motori di tutti i produttori soprattutto giapponesi, e 2 modelli (BB1 e BB2) su base BMW.

    Le sigle di allora indicavano come prima lettera il produttore del motore (B = BMW, D = Ducati, H = Honda, K = Kawasaki, S = Suzuki e Y = Yamaha) mentre la seconda era sempre la B che indicava appunto Bimota, a seguire un numero progressivo che indicava quanti modelli sulla base di quel produttore di motore fossero stati realizzati.

    Ergo,
    nulla di strano ad avere un motore straniero su moto Bimota.

    Saluti
  • Marci 1952, Milano (MI)

    NON VEDO

    Cosa possa c'entrare questa moto,con le derivate di serie.
    Per giunta con un motore Tetesco di germania.
Inserisci il tuo commento