Phillip Island Gara 2 - AUDIO

Ole' Carlos!

- All'ultimo giro Carlos Checa infila Haslam e si aggiudica gara 2. Bene le Ducati di Fabrizio e Haga. Biaggi solo ottavo. Ascolta Checa e Fabrizio | C. Baldi, Phillip Island
Ole' Carlos!


Grande vittoria per Carlos Checa nella seconda gara di Phillip Island. Dopo una prima manche abbastanza incolore nella quale non è mai riuscito mai ad inserirsi nella lotta per il podio, sembrava che anche nella seconda lo spagnolo non potesse recitare un ruolo da protagonista. Ancora una volta la sua partenza era decisamente lenta, tanto che al primo giro Carlos transitava solo in nona posizione. Ad un certo punto però Checa ha cambiato marcia. E’ uscito dal gruppo degli inseguitori ed è riuscito a raggiungere i quattro fuggitivi, vale a dire le due Ducati ufficiali di Haga e Fabrizio e le due Suzuki di Guintoli e del vincitore di gara uno : Haslam. Una volta raggiunti i primi Carlos sembrava si accontentasse della quinta posizione, ma al contrario, visto che la classe non è acqua, ha iniziato a superare uno ad uno i piloti che lo precedevano sino a portarsi alle spalle di Haslam. Mancava un giro alla fine e Leon non aveva nessuna intenzione di scendere dal primo gradino del podio, ma ha dovuto arrendersi a Checa che nella curva in discesa che immette sul curvone prima del traguardo lo ha passato all’interno e poi ha scatenato tutti i cavalli della sua 1198 per non lasciarsi sfuggire una vittoria davvero eccezionale.

Detto dello spagnolo, dobbiamo tessere anche le lodi di Haslam che vinta gara uno avrebbe fatto lo stesso se non si fosse imbattuto nel miglior Checa degli ultimi anni. L’inglese ha combattuto con Fabrizio e con Haga, ma anche il suo compagno di squadra, il sorprendete Guintoli, quarto al traguardo ed autore tra l’altro del giro veloce in gara due con 1’32”236, non gli ha certo reso la vita facile. I due piloti Ducati sono stati autori di una bella gara e solo nel finale Haga ha leggermente perso contatto dai primi terminando al quinto posto. Fabrizio invece ha dato del filo da torcere ai suoi avversari ed alla fine è salito ancora sul podio, in terza posizione.

Biaggi ha fatto ancora peggio della sua prima manche ed ha concluso all’ottavo posto


Sesto è giunto Rea che avrebbe potuto inserirsi nella bagarre per il primo posto se al primo giro non avesse fatto una lunga escursione nei verdi prati che separano la pista australiana dall’Oceano Pacifico. Il giovane e discontinuo pilota inglese ha regolato un gruppone di inseguitori tra i quali si è distinto Corser, settimo, che è riuscito così a dare un poco di morale alla sua squadra. Biaggi ha fatto ancora peggio della sua prima manche ed ha concluso all’ottavo posto. Lo seguono Crutchlow (anche lui autore di un diritto che lo ha relegato tra gli inseguitori quando invece era in buona posizione) e Toseland. Rispetto a gara uno i piloti Yamaha sono riusciti a tagliare il traguardo, ma nono e decimo non sono certo le posizioni che il team Sterilgarda si aspettava da loro. Ultimi nel gruppo degli inseguitori i due inglesi Camier e Byrne. Il pilota Aprilia in queste due gare è si è dimostrato molto veloce e competitivo, ma troppo propenso all’errore, visto che in entrambe le manche è uscito di pista perdendo molte posizioni. Shakey invece ha lottato per quanto il suo fisico glielo consentisse ma è calato nel finale accontentandosi della dodicesima posizione finale. Tredicesimo Lanzi mentre su quattro Kawasaki ha terminato la corsa il solo Hayden, visto che Vermuelen è caduto e Sykes e Baiocco si sono ritirati. Solo sedicesimo Neukirchner in crisi profonda ed allarmante.

Classifiche Gara 2


01- Carlos Checa - Althea Racing - Ducati 1198 F10
02- Leon Haslam - Team Suzuki Alstare - Suzuki GSX-R 1000 - + 0.307
03- Michel Fabrizio - Ducati Xerox Team - Ducati 1198 F10 - + 0.434
04- Sylvain Guintoli - Team Suzuki Alstare - Suzuki GSX-R 1000 - + 0.837
05- Noriyuki Haga - Ducati Xerox Team - Ducati 1198 F10 - + 3.453
06- Jonathan Rea - HANNspree Ten Kate Honda - Honda CBR 1000RR - + 11.530
07- Troy Corser - BMW Motorrad Motorsport - BMW S1000RR - + 12.026
08- Max Biaggi - Aprilia Alitalia Racing - Aprilia RSV4 Factory - + 13.068
09- Cal Crutchlow - Yamaha Sterilgarda Team - Yamaha YZF R1 - + 14.401
10- James Toseland - Yamaha Sterilgarda Team - Yamaha YZF R1 - + 14.707
11- Leon Camier - Aprilia Alitalia Racing - Aprilia RSV4 Factory - + 14.743
12- Shane Byrne - Althea Racing - Ducati 1198 F10 - + 14.851
13- Lorenzo Lanzi - DFX Corse - Ducati 1198 RS - + 15.143
14- Joshua Brookes - Echo CRS Honda - Honda CBR 1000RR - + 30.947 15- Andrew Pitt - Team Reitwagen BMW - BMW S1000RR - + 41.855
16- Max Neukirchner - HANNspree Ten Kate Honda - Honda CBR 1000RR - + 48.844
17- Vittorio Iannuzzo - S.C.I. Honda Garvie Image - Honda CBR 1000RR - + 1′06.866
18- Roger Hayden - Team Pedercini - Kawasaki ZX 10R - + 1′07.751

CLASSIFICA Piloti


1. Haslam (Suzuki) 45;
2. Fabrizio (Ducati Xerox) 36;
3. Checa (Ducati) 34;
4. Haga (Ducati Xerox) 27;
5. Guintoli (Suzuki) 23;
6. Rea (Honda) 23;
7. Biaggi (Aprilia) 19

CLASSIFICA Costruttori


Ducati 45;
Suzuki 45;
Honda 23;
Aprilia 19;
BMW 16;
Yamaha 7;
Kawasaki 3

  • Inuyasha, Brescia (BS)

    Biaggi va in pensione!!!

    E ci risiamo, fino a qualche mese fa Biaggi elogiava la moto, poi alla vigilia ha messo subito le mani avanti denunciando una lista di problemi infinita.
    Atteggiamento già visto e rivisto centinaia di volte (Honda HRC ne sa qualcosa) e nonostante tutto c'è ancora qualcuno che ha il coraggio di assumerlo.
    Gli anziani e i demotivati devono avere il buon senso di appendere il casco al chiodo e lasciare che nuovi piloti prendano il loro posto.
  • leo200731, castiglione della pescaia (GR)

    doppietta suzuki sfiorata..

    però.. se non fosse stato per checa doppietta suzuki con pilota al debutto..
    mica male.. parè che al momento il superteam ducati abbia preso ben due mazzate..
    se la suzuki ha trovato il pilota il 2005 si ripeterà..
Inserisci il tuo commento