Zam a tutto gas. Il ciclo dei piloti americani [PODCAST]

Zam a tutto gas. Il ciclo dei piloti americani  [PODCAST]
Giovanni Zamagni
Austin, GP delle Americhe: nessun pilota statunitense al via della MotoGP, solo due nelle tre categorie. Eppure, in passato, erano tantissimi e molto forti
3 ottobre 2021

L’ultimo campione del mondo è stato Nicky Hayden nel 2006; prima di lui avevano conquistato il titolo della 500 altri sei piloti, per un totale di 15 mondiali USA, ai quali vanno aggiunti i due ottenuti in 250. Kenny Roberts, Freddie Spencer, Wayne Rainey, Eddie Lawson, Kevin Schwantz, Roberts Junior e John Kocinski sono i campioni iridati, piloti che ancora oggi fanno sognare gli appassionati di moto. Come arrivarono al mondiale, come si impose la scuola statunitense, come cambiarono le corse in Europa, come cambiò la guida? Lo chiediamo a chi quel periodo l’ha vissuto in prima persona, Carlo Canzano, firma storica della Gazzetta dello Sport, punto di riferimento del giornalismo sportivo motociclistico.

Canzano ripercorre la storia dell’arrivo dei piloti USA in Europa, con un sacco di aneddoti interessanti e gustosi su tanti piloti, in particolare su Kenny Roberts, il primo a conquistare tre titoli consecutivi della 500, dal 1978 al 1980.  Oggi, purtroppo, la scuola statunitense non c’è più, anche se Wayne Rainey sta facendo un ottimo lavoro con il campionato AMA: secondo il Canz, difficilmente i piloti Usa torneranno a essere grandi protagonisti nel motomondiale.

Ultime da MotoGP

Caricamento commenti...