gp della catalunya

Simoncelli conquista la pole a Montmelò

- Straordinaria pole position per Marco Simoncelli, Lorenzo terzo e sempre il più veloce delle Yamaha, Valentino Rossi settimo al miglior risultato stagionale in qualifica con la Ducati | G. Zamagni, Montmelò
Simoncelli conquista la pole a Montmelò

MONTMELO’ –  Le qualifiche del GP della Catalunya, disputate con la pista completamente asciutta hanno regalato emozioni fino alla bandiera a scacchi.
Come nelle libere, a dettare il ritmo è stato sempre Casey Stoner, impressionante per velocità e guida, ma proprio nei secondi finali il Sic gli ha tolto una pole che sembrava ormai in cassaforte.


SIC, CHE CARATTERE!

Dopo due settimane di polemiche, di critiche, di minacce che lo costringono a muoversi nel paddock con due guardie del corpo travestite da uomini del team Gresini, Simoncelli ha reagito alla grandissimo, mostrando un carattere straordinario almeno quanto il suo talento. Per oltre metà qualifiche, il Sic sembrava in difficoltà, poi, però, ha cambiato ritmo e negli ultimi due giri è stato addirittura straordinario, strappando la pole a Stoner per 16 millesimi. Poi, nel passaggio successivo, Marco stava ulteriormente migliorandosi, ma una brutta imbarcata gli ha impedito di abbassare ulteriormente un tempo comunque fantastico. Una volta al parco chiuso, Marco è stato accolto da una bordata di fischi dei tifosi spagnoli, mentre sportivamente riceveva i complimenti da Jorge Lorenzo. Per Simoncelli è la prima pole position in MotoGP.


PROVE EQUILIBRATE

Stoner a parte – e, naturalmente, Simoncelli nel finale – le qualifiche sono state molto equilibrate, con continui cambiamenti nelle posizioni di vertice. Proprio nel finale, Jorge Lorenzo è riuscito a strappare la prima fila al compagno di squadra Ben Spies, tornato finalmente su buoni livelli, con un buon ultimo giro. In termini di tempi assoluti, Lorenzo è lontano, ma nelle libere del mattino era stato lui il più veloce nel passo gara: domani, quindi, potrebbe essere uno dei protagonisti. Quinto Andrea Dovizioso, che ha perso la prima fila proprio nelle battute finali, ma anche lui sembra in grado di potersi giocare il podio. Buono il sesto posto di Cal Crutchlow.


ROSSI CON IL NUOVO MOTORE


Al contrario del passato, Valentino Rossi, caduto senza conseguenze al mattino, ha fatto un buon passo in avanti in qualifica, migliorandosi parecchio rispetto alle libere. Valentino ha portato al debutto il nuovo motore, quello con l’albero motore più pesante, per garantire un’erogazione più dolce della potenza. Nel box Ducati si è lavorato duro per rendere la GP11 più guidabile, ma c’è ancora molto da fare.


LE REAZIONI A CALDO


Questi i primi commenti dei piloti della prima fila.
Simoncelli: “E’ il miglior modo per rispondere a due settimane di polemiche! Sinceramente non mi aspettavo questa pole, perché Stoner sembrava imprendibile. Ero un po’ in difficoltà, ma da metà turno in poi la situazione è migliorata e ho fatto due bei giri: è una bella emozione”.
Stoner: “Sono un po’ arrabbiato perché con la gomma morbida non avevo grip sufficiente e, addirittura, la situazione era un po’ pericolosa. In configurazione gara, però, siamo a posto e competitivi”.
Lorenzo: “Non mi piace sentire i tifosi fischiare Simoncelli, che prima di essere un pilota è un uomo: oggi è andato fortissimo e gli faccio i complimenti. Io soffro troppo, non siamo a posto e le Honda vanno molto forte”.


CLASSIFICA


1 58 Marco SIMONCELLI ITA San Carlo Honda Gresini Honda 321,3 1'42.413
2 27 Casey STONER AUS Repsol Honda Team Honda 327,4 1'42.429 0.016 / 0.016
3 1 Jorge LORENZO SPA Yamaha Factory Racing Yamaha 323,7 1'42.728 0.315 / 0.299
4 11 Ben SPIES USA Yamaha Factory Racing Yamaha 321,7 1'42.742 0.329 / 0.014
5 4 Andrea DOVIZIOSO ITA Repsol Honda Team Honda 327,5 1'42.749 0.336 / 0.007
6 35 Cal CRUTCHLOW GBR Monster Yamaha Tech 3 Yamaha 322,5 1'43.202 0.789 / 0.453
7 46 Valentino ROSSI ITA Ducati Team Ducati 324,7 1'43.223 0.810 / 0.021
8 69 Nicky HAYDEN USA Ducati Team Ducati 324,3 1'43.228 0.815 / 0.005
9 19 Alvaro BAUTISTA SPA Rizla Suzuki MotoGP Suzuki 322,4 1'43.447 1.034 / 0.219
10 8 Hector BARBERA SPA Mapfre Aspar Team MotoGP Ducati 327,6 1'43.656 1.243 / 0.209
11 7 Hiroshi AOYAMA JPN San Carlo Honda Gresini Honda 326,0 1'43.734 1.321 / 0.078
12 14 Randy DE PUNIET FRA Pramac Racing Team Ducati 323,5 1'43.764 1.351 / 0.030
13 65 Loris CAPIROSSI ITA Pramac Racing Team Ducati 322,0 1'44.068 1.655 / 0.304
14 24 Toni ELIAS SPA LCR Honda MotoGP Honda 325,5 1'44.510 2.097 / 0.442
15 17 Karel ABRAHAM CZE Cardion AB Motoracing Ducati 322,6 1'45.661 3.248 / 1.151
5 Colin EDWARDS USA Monster Yamaha Tech 3 Yamaha
 

  • Paolone62, Roma (RM)

    Non male quello che porta il 58

    Eh ragazzi belli capelli ce sa fà, credo gli abbia giovato il fatto che dagli spalti un corto unanime poco garbatamente gli ritmava un fuera... fuera... fuera... e invece ci sta dentro e anche di brutto!!!! VAI SIC!
  • nonno bike, Latina (LT)

    Bravo il "Sic"

    Non è facile andare così forte avendo tanta pressione addosso. E' un bel messaggio per tutti.....Alberto Puig in testa!
Inserisci il tuo commento